Vivarini: «Sappiamo quali difficoltà ci aspettano in queste tre partite. A livello tecnico abbiamo tutte le potenzialità per dare il massimo…»

Le parole del tecnico del Bari nella prima conferenza stampa dopo il "lockdown"



Probabilmente gli saranno mancate, almeno perché rappresentano la “normalità”. Vincenzo Vivarini ha tenuto la prima conferenza stampa (rigorosamente online) dopo il “lockdown” che ha paralizzato il mondo, e ha risposto con piacere alle domande dei giornalisti. «Un caloroso ben ritrovati a tutti gli sportivi – ha esordito l’allenatore del Bari – Sono felice per le parole del Presidente e per la sua fiducia; è stato apprezzato quanto fatto fino ad ora, il lavoro svolto, ma nel calcio, lo sappiamo bene, ogni partita è un esame e ne abbiamo tre molto importanti».


Quanto al campionato disputato dai galletti: «Se guardiamo e analizziamo il nostro cammino, è chiaro che, con qualche vittoria al posto di qualche pareggio, staremmo parlando di altro. Tanto di capello alla Reggina per il gran campionato fatto; siamo stati a volte poco cattivi e decisi nel volere il risultato, con episodi che hanno condizionato non poco».

I play off sono ormai alle porte e il tecnico biancorosso non nasconde le insidie che dividono la sua squadra dalla promozione: «Sappiamo tutti quali difficoltà ci aspettano in queste tre partite; dobbiamo però essere sicuri delle nostre qualità e consapevoli della nostra forza, gestendo e razionalizzando l’aspetto mentale di queste partite. Se riusciamo in questo potremo centrare il nostro obiettivo. Veniamo da un periodo strano, inaspettato, imprevedibile, sia sotto l’aspetto sportivo, ma di vita prima di tutto. Adesso ricominciare sarà davvero bello, poi con partite di gusto e passione come i playoff; approfittiamo di questo periodo per ritrovarci, sotto l’aspetto atletico, facendo attenzione agli infortuni, ma anche quello mentale. Non possiamo sbagliare nulla. Di certo non saremo quelli delle ultime partite, ma questo vale per tutte le squadre. Stiamo lavorando a livello individuale in primis; abbiamo dalla nostra un alto tasso tecnico, in molti hanno nelle loro corde la giocata che può risolvere la partita. La prestazione mentale porta ad alte prestazioni».

I galletti, potranno contare su una rosa lunga, assortita e di qualità. Un vantaggio innegabile che potrebbe fare la differenza, soprattutto in relazione ai cinque cambi. «Saranno importantissimi – ha sostenuto il 53enne di Ari – il calcio ha raggiunto livelli di velocità di gioco, di ritmo altissimi; di conseguenza, per mantenere alto il livello prestazionale, i cambi diventano cruciali. Per quanto ci riguarda è ancora presto per ipotizzare il nostro livello di condizione al via dei playoff. Di certo i ragazzi sono stati davvero molto professionali in questo periodo di stop, si sono ripresentati in buona forma. Sono molti gli avversari che possono creare difficoltà, ma noi siamo una squadra di valore e sapremo farci valere. La gara più difficile potrà essere la prima, per molti fattori; le insidie sono tante, ma abbiamo tutte le qualità per superarle. Non potendo fare amichevoli, faremo partite tra di noi per cercare di trovare i ritmi giusti».

Non sarà il massimo giocare in uno stadio vuoto, ma la speranza di poter vedere gli spalti non deserti accompagna le riflessioni a tal proposito l’ex Ascoli ed Empoli: «Mi auguro con tutto il cuore di vedere una, anche parziale, riapertura del San Nicola, ma non dipende da noi. C’è di certo un valore aggiunto nel giocare con il pubblico, è tutto un altro calcio. I nostri tifosi meritano di assistere a partite così belle e sentite. Sono partite affascinanti, rimangono impresse per tanto tempo. Per vincerle occorre analizzare le difficoltà, che pure sono tante, e a tutte bisogna trovare una soluzione. Dovremo essere consapevoli della nostra forza, avere equilibrio mentale per rendere normali queste partite, sfruttando al massimo le potenzialità che abbiamo».

Come si legge sul sito ufficiale del club, il mister abruzzese non sta trascurando neanche l’ipotesi dei penalty: «Stiamo analizzando ogni singolo aspetto e ci stiamo preparando anche in caso di rigori, ma speriamo di chiudere prima le gare, anche per recuperare prima le energie. Quando si sente la fiducia da parte della Società, ma soprattutto dei tifosi, è più semplice dare il meglio di se, sotto tutti gli aspetti. In questo tipo di partite, il 50-60% lo fa la testa; poi a livello tecnico abbiamo tutte le potenzialità per dare il massimo».





About Redazione barinelpallone 2749 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*