Antenucci apre le danze, Vantaggiato firma l’1-1 finale. Il Bari è in semifinale dei play off…



BARI – Il Bari soffre tremendamente in casa contro la Ternana, nei quarti di finale dei play off di serie C, e l’1-1 conseguito al “San Nicola” è sufficiente ai galletti per passare il turno e continuare a sperare nella promozione. La formazione biancorossa fa probabilmente l’errore di amministrare il gioco invece di imporsi su un avversario che si dimostra davvero coriaceo e ben organizzato. Antenucci apre le danze dal dischetto nel primo tempo, mentre l’ex al veleno Vantaggiato firma il pari nella ripresa. Le incognite legate a questa sfida erano tante alla vigilia e l’aver conquistato la semifinale è motivo di grande soddisfazione per tutto l’ambiente barese, a prescindere da come esso sia arrivato.

LE FORMAZIONI
Mister Vivarini può contare su tutti gli effettivi, eccezion fatta per Pinto, colpito da un fastidio muscolare. In difesa ci sono Ciofani e Costa sulle fasce e la coppia Sabbione-Di Cesare al centro. Nella zona nevralgica del campo è Bianco a dettare i tempi della manovra, affiancato da Hamlili e Scavone. Laribi agisce alle spalle di Simeri ed Antenucci.
Mister Gallo deve fare a meno degli infortunati Suagher e Proietti, nonché dello squalificato Paghera. Rispetto alla formazione che ha battuto il Monopoli, il tecnico apporta solo un variazione:  a centrocampo, Verna occupa la posizione di mezzala.

LA GARA
L’avvio di gara evidenzia un Bari piuttosto manovriero e una Ternana ben disposta in campo, pronta a ripartire all’occorrenza. Al 5’ Antenucci impegna a terra Iannarilli dalla distanza, mentre al quarto d’ora è Ferrante a girare pericolosamente al lato di testa da centro area, incocciando un pallone calciato da Palumbo su punizione. Subito dopo Defendi accusa una noia muscolare e deve lasciare il campo per fare spazio a Partipilo. Alla mezz’ora la sfida fa registrare il primo vero sussulto. Laribi calcia violentemente da posizione defilata e Iannarilli respinge prontamente, ma la sfera termina sul braccio dell’appena entrato Vantaggiato e per l’arbitro ci sono gli estremi per il rigore: dal dischetto Antenucci si conferma cecchino infallibile e sigla il suo 21esimo sigillo stagionale, portando in vantaggio i padroni di casa. Prima dell’intervallo Gallo deve cambiare anche l’azzoppato Celli e Parodi rispettivamente per Mammarella e Nesta. Al 43’ gli umbri abbozzano una reazione con un destro di Vantaggiato che sfila al lato, mentre nel recupero è Simeri a spedire alto con una conclusione a giro da fuori area.
Nella ripresa ad aprire le danze sono ancora i galletti con una punizione di Laribi che è deviata dalla barriera e che per poco non inquadra la porta. Poco prima del quarto d’ora una bomba rasoterra di Vantaggiato esce di pochissimo. Vivarini richiama in panchina Bianco e Scavone per inserire al loro posto Schiavone, che prende in mano la regia del centrocampo, e Maita. Gallo si fa espellere dal direttore di gara e, subito dopo, le fere restano in dieci uomini per il rosso a Palumbo, reo di aver commesso un brutto fallo su Hamlili. Nonostante l’inferiorità numerica, al 27’ i rossoverdi trovano inaspettatamente, ma meritatamente, il gol del pareggio con una gran botta dal limite di Vantaggiato. Alla mezz’ora Schiavone prova a sorprendere l’estremo difensore ospite con una conclusione dalla distanza che termina la sua corsa al lato. Al 37’ Frattali compie un miracolo sul velenoso destro di Verna, deviando in corner il pallone indirizzato proprio all’angolino. Il Bari soffre maledettamente la pressione avversaria e al 40’ la Ternana ci prova di nuovo con Frattali che deve ancora intervenire sfoderando una parata strepitosa sull’ennesimo tiro insidioso di Vantaggiato. Entrano anche Perrotta e Folorunsho al posto di Laribi e Hamlili con i galletti che si dispongono con un 5-3-2 più guardingo. Al 45’ Partipilo reclama un rigore, ma è ammonito per simulazione. Il recupero vede gli ospiti riversarsi nell’area pugliese, ma ogni ulteriore tentativo è vano.
Passa il Bari in virtù del miglior posizionamento in classifica nella stagione regolare e ad attenderlo in semifinale, venerdì sera ancora al “San Nicola” è la Carrarese che nel frattempo elimina la Juventus U23.

Tabellino
BARI-TERNANA 1-1
BARI
(4-3-1-2): Frattali; Ciofani, Sabbione, Di Cesare (dal 50′ st Berra), Costa; Hamlili (dal 42′ st Folorunsho), Bianco (dal 18′ st Schiavone), Scavone (dal 19′ st Maita); Laribi (dal 42′ st Perrotta); Simeri, Antenucci. A disposizione: Marfella, Pinto A., Corsinelli, Stasi, Terrani, D’ursi, Costantino. Allenatore: V.Vivarini.
TERNANA
(4-3-3): Iannarilli; Parodi (dal 38′ pt Nesta), Diakitè, Bergamelli, Celli (dal 38′ pt Mammarella); Verna, Palumbo, Salzano; Furlan, Ferrante (dal 29′ pt Vantaggiato), Defendi (dal 19′ pt Partipilo). A disposizione: Marcone, Tozzo, Sini, Russo, Mucciante, Damian, Marilungo, Torromino. Allenatore: F.Gallo.
ARBITRO
: sig. M.Marchetti della sez. di Ostia Lido. Assistenti: Davide Moro della sezione di Schio e Alberto Zampese della sezione di Bassano del Grappa.
RETI: al 30′ pt Antenucci rig. (B), al 27′ st Vantaggiato (T).
AMMONITI
: Di Cesare e Simeri (B); Damian, Mammarella, Furlan, Verna e Partipilo (T).
ESPULSI
: al 21′ st Gallo (T) per proteste e al 22′ st Palumbo (T) per un grave fallo di gioco.
NOTE
: serata calda, terreno in buone condizioni; angoli: 4-3 per il Bari; recuperi: 5′ pt e 6′ st; gara a porte chiuse per “emergenza Covid”; prima del fischio d’inizio si è osservato un minuto di raccoglimento in memoria dei deceduti per “Covid”.





About Tommaso Di Lernia 482 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*