Vivarini: «La tensione era alta e la palla scottava! La squadra ha saputo soffrire, e ora che abbiamo rotto il ghiaccio…»

Le dichiarazioni dell'allenatore del Bari al termine della gara contro la Ternana



BARI – Nella conferenza stampa tenutasi al termine della gara giocata dal Bari contro la Ternana, l’allenatore biancorosso Vincenzo Vivarini ha commentato l’esito del match giocatosi al “San Nicola” e valido per i quarti di finale dei play off di serie C.

Questa la sua analisi a caldo: «Avevamo messo in preventivo di soffrire in questo tipo di partite. Se non hai la capacità di reggere l’urto della squadra avversaria, alla fine fai fatica. Noi l’avevamo preparata in un altro modo. Avremmo voluto giocare molto di più la palla e cercare di gestire meglio, ma l’abbiamo fatto solo a sprazzi».

Il tecnico abruzzese è poi entrato maggiormente nel merito del match contro le fere: «Abbiamo giocato molto bene in alcuni momenti, mentre in altri abbiamo invece forzato troppo il gioco e siamo andati a cercare le giocate più difficili. Questo è stato un problema e ha fatto si che non avessimo in mano il pallino del gioco. La squadra all’inizio ha provato infatti a fare quello che avevamo preparato in questi giorni, ma la tensione era molto alta e di conseguenza la palla scottava. Non siamo stati perciò così straripanti come magari potremmo essere. Sono però contento perché se la squadra dimostra questa grande capacità di saper soffrire, secondo me si può arrivare bene fino alla fine».

La Ternana si è dimostrata un avversario scorbutico e i galletti non hanno avuto vita facile. «Abbiamo preso gol con un gran tiro di Vantaggiato – ha aggiunto il 53enne di Ari – e su quella seconda palla siamo mancati un po’ nella copertura, così come successo in occasione di un altra sua conclusione. Per il resto, siamo stati molto attenti e bravi a concedere poco, sebbene sulle fasce abbiamo sofferto tanto. In quelle zone del campo loro erano molto efficaci e noi siamo stati sollecitati molto nella fase difensiva. Ma va anche bene così, perché l’importante era passare il turno e soprattutto rompere il ghiaccio. Erano quattro mesi che non giocavamo. Questa partita ci può dare qualche cosa in più anche in vista della prossima. Si incontrano ormai delle squadre attrezzate, che hanno delle individualità importanti. Gente come Furlan, Partipilo, Vantaggiato e Mammarella ci ha messo in grande difficoltà perché dotata di grande qualità».

In chiusura, l’ex Ascoli ed Empoli ha approfondito, attraverso i canali ufficiali del club, il tema del prossimo impegno: «Ci dobbiamo preparare bene per la sfida di venerdì. La Carrarese è una squadra guidata da un allenatore molto bravo e dotata di giocatori che sono adatti a queste partite. Anche la Ternana ha messo in evidenza questo. I giocatori migliori sono stati proprio Mammarella e Vantaggiato. Troveremo Maccarone ed altri che saranno certamente all’altezza della situazione. Studieremo il nostro prossimo avversario per capire come affrontarlo al meglio».





About Redazione barinelpallone 2915 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*