Autorevolezza, personalità e i 3 punti: questo si chiede al Bari all’esordio in campionato a Francavilla…



Cominciare bene il campionato fornendo una dimostrazione in campo di autorevolezza e personalità e magari portando a casa i 3 punti.

E’ questo che si chiede al Bari di Auteri, rinnovato in panchina e sul campo, che si appresta ad esordire contro la Virtus Francavilla, certamente uno degli avversari più scomodi che il calendario gli poteva riservare.

Alla prima uscita assoluta, in Coppa Italia considerato che non sono state disputate amichevoli nel corso della preparazione pre-campionato, la squadra biancorossa ha piacevolmente sorpreso per la capacità di adeguarsi al “nuovo” gioco voluto dal tecnico.

La differenza con il recente passato è balzata evidente agli occhi di tutti: le disposizioni tattiche di Auteri hanno regalato alla manovra biancorossa maggiore velocità e dinamismo grazie ai frequenti passaggi di prima, più continuità nel ritmo, minori distanze nei reparti, ricerca della verticalizzazione a vantaggio delle punte, buona incisività sulle fasce laterali, maggiore compattezza a centrocampo, anche in fase di contenimento per fornire un concreto supporto ai difensori.

Il  test contro il Trastevere è stato sicuramente positivo, pur tenendo conto del netto divario tecnico tra le 2 squadre, e va dato atto ai biancorossi di aver segnato 4 gol, bottino record per il turno di Coppa, solo eguagliato dalla Carrarese contro l’Ambrosiana (4-0).

Auteri ha schierato all’inizio 3 novità assolute, Celiento, D’Orazio e Marras, oltre ai  2 “recuperati” D’Ursi e Corsinelli. Nella ripresa ha poi inserito altri 2 “nuovi arrivi”, Minelli e Candellone, rinviando l’esordio di De Risio (squalificato) e Andreoni.

Al contrario, i brindisini si presentano con pochissimi “ritocchi”. Bruno Trocini guida la formazione biancazzurra per la terza stagione consecutiva e in passato ha dimostrato di avere le idee chiare in fatto di costruzione del gioco.

Ne sa qualche cosa proprio il Bari che fu sconfitto giusto un anno fa a Francavilla (1-0 gol di Mastropietro), battuta d’arresto che portò all’esonero di Cornacchini sostituito da Vivarini.

Gli innesti voluti dal presidente Magrì sono pochi, il portiere Crispino, l’esperto difensore Celli e i centrocampisti Giannotti e Franco, quest’ultimo diventato già faro della squadra e specialista nel calciare le punizioni. Mercoledì sera a Catanzaro è stato proprio lui a portare in vantaggio la Virtus dal limite dell’area ma poi i calabresi hanno ribaltato il risultato.  

I precedenti tra le due squadre sono limitati al doppio confronto della stagione passata quando i biancorossi furono sconfitti a sorpresa sul campo brindisino (0-1) e si rifecero al ritorno al San Nicola (2-0).

La gara sarà diretta dal sig. Gianpiero Miele, iscritto alla sezione di Nola. E’ alla quarta stagione in serie C e viene considerato decisamente severo considerato che nel corso delle 40 partite arbitrate ha assegnato 171 cartellini gialli, 10 rossi ed ha decretato 20 rigori. Il suo ruolino presenta 17 successi per le squadre di casa, 12 vittorie esterne e 11 pareggi. Con le due squadre ha un solo precedente per ciascuna, V.Francavilla-Rieti (2-1) il 25 settembre 2018 e Rende-Bari (0-3)  il 1° dicembre dell’anno passato.   

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV  da  ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca da RADIONORBA . Il fischio d’inizio allo stadio  “Giovanni Paolo II” (terreno di gioco sintetico) è fissato alle ore 17.30.





About Peppino Accettura 296 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*