Le pagelle di V.Francavilla-Bari: D’Ursi killer, Celiento volenteroso…



Sette gol realizzati in 180 minuti tra coppa e campionato: nessuna squadra del girone c segna tanto.

Ma colpisce soprattutto la circostanza che ben 6 reti portano la firma di attaccanti.

Un fatto é certo: in questi primi momenti della stagione la manovra biancorossa appare finalizzata a mettere le punte in condizione di tirare in porta con successo.

Sembra proprio che quest’anno ci sarà da divertirsi!

Diamo un voto ai galletti impegnati contro la Virtus Francavilla.

FRATTALI
7semaforo_verde
  Il portiere biancorosso è stato tra i protagonisti della giornata: ha mostrato sicurezza e tempestività sulle palle alte e nelle uscite di piede fuori area e all’inizio della ripresa ha salvato il risultato sulla conclusione ravvicinata di Giannotti. CONCENTRATO
CELIENTO
6semaforo_verde
  Se l’è vista con un cliente difficile come Perez, un attaccante sgusciante e molto pericoloso. Gli è sfuggito in occasione del primo gol, realizzato sugli sviluppi di un calcio di punizione. Nella ripresa non è riuscito a “murare” il tiro-gol di Franco. VOLENTEROSO
SABBIONE
6semaforo_verde
  Il difensore ha mostrato qualche difficoltà nel contenere Ekuban e allo scadere del primo tempo non è riusicto a frenare Perez, autore del passaggio a Franco. Poi si è ripreso e di testa è stato insuperabile. TROPPO LENTO
DI CESARE
6,5semaforo_verde
  Il capitano non è apparso ancora nella condizione fisica migliore, ma ha ugualmente giganteggiato in area biancorossa, senza trascurare le puntate offensive e sfiorando persino il gol. UNA GARANZIA
CIOFANI
6,5semaforo_verde
  Rispetto all’anno passato, ha assunto una posizione più avanzata, di esterno di centrocampo. Non si sono contate le discese lungo la fascia destra, prima, e sinistra nella ripresa, concluse con lo scambio con gli attaccanti. NON SI RISPARMIA
MAITA
6,5semaforo_verde
  La sua posizione di centrocampista centrale è fondamentale negli schemi di Auteri. Da ex suo allievo, l’ex catanzarese li conosce molto bene e sa come deve comportarsi. La sua prestazione è stata positiva. CONCRETO
BIANCO
6semaforo_verde
  La coppia dei centrocampisti centrali ha il compito di contenere la costruzione del gioco degli avversari ed essere pronta a rilanciare il pallone agli esterni o in verticale direttamente agli attaccanti. E’ praticamente vietato commettere errori. Il biancorosso si sta adattando ai nuovi schemi. AUTONOMIA LIMITATA
DE RISIO
S.V.semaforo_giallo
  L’ex catanzarese è stato assente in Coppa Italia a causa della squalifica e Auteri ha voluto mandarlo in campo nell’ultimo quarto d’ora. E’ probabile che possa giocare più alungo mercoledì sera a Ferrara.  
D’ORAZIO
7semaforo_verde
  Il suo ruolo è di centrocampista esterno di sinistra, ma in realtà è un altro attaccante. Molto veloce nelle proiezioni, è stato protagonista in tutte le reti biancorosse: due le ha costruite e un’altra porta la sua firma. Non è rientrato dopo l’intervallo per una lieve contrattura. ATTACCANTE AGGIUNTO
ANDREONI
6semaforo_verde
  Ha esordito subentrando a D’Orazio. Si è schierato a destra e Ciofani è quindi passato sull’altra fascia. E’ alla ricerca della condizione fisica ideale. DA RIVEDERE
MARRAS
6,5semaforo_verde
  Ha un’autonomia limitata ma dimostra di possedere una incredibile capacità di smarcarsi davanti al portiere avversario. Ha segnato già 2 reti in poco più di un’ora giocata tra coppa e campionato. UN FOLLETTO
SIMERI
6semaforo_verde
  Ha sostituito Marras a metà ripresa. Continua così l’operazione di recupero dell’attaccante dopo il grave infortunio di Reggio Emilia. IN RECUPERO
ANTENUCCI
7semaforo_verde
  Ha firmato il primo gol della stagione dopo appena 4 minuti e 53 secondi di gioco su un campo difficile come quello brindisino. Ci sono tutte le premesse per ripetere le gesta dell’anno scorso. DEVASTANTE
CORSINELLI
S.V.semaforo_giallo
  Ha rilevato Antenucci due minuti prima dell’inizio del recupero finale, allo scopo di far fiatare l’attaccante e potenziare la difesa contro il forcing dei padroni di casa.  
D’URSI
7semaforo_verde
  Completamente trasformato rispetto all’anno scorso. E’ diventato un castigo per le difese avversarie perché riesce a sfruttare nel migliore dei modi la verticalizzazone del gioco che pretende il neo allenatore biancorosso. KILLER
CANDELLONE
6semaforo_verde
  Ha sostituito D’Ursi a metà ripresa ed ha mostrato di essere tuttora in ritardo nella preparazione, anche a causa della struttura fisica massiccia. LOTTATORE
Allenatore: AUTERI
7semaforo_verde
  La squadra è scesa in campo con grande decisione e con il preciso intento di vincere la gara. La prima mezzora è stata devastante e la facilità di andare in gol lasciava presagire una goleada storica. Poi probabilmente è calata la tensione e sono stati commessi errori e ingenuità, soprattutto nel reparto difensivo. E’ proprio lì che il tecnico deve intervenire. E’ fuori discussione che la squadra abbia una vocazione essenzialmente offensiva. MENTALITA’ VINCENTE
Arbitro: Sig. Miele
6,5semaforo_verde
  L’arbitro di Nola ha diretto con grande precisione e tranquillità. Ha dispensato 8 ammonizioni, tutte meritate, e non ha ascoltato le proteste dei giocatori biancazzurri per un presunto fallo di mano commesso in barriera dai baresi. IMPECCABILE





About Peppino Accettura 296 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

4 Comments

  1. Una buona partita, soprattutto nella prima mezz’ora di gioco, dopo il 3 a 0 la squadra ha smesso di lottare, calo di concentrazione gravissimo che non più essere ripetuto, la mano di Auteri già si vede, per la dirigenza biancorossa alla ricerca di un esterno di attacco, perché non prendere Mouta Carvalho se non può prendere Ciurria, ricordo che uno dei migliori esterni di proprietà della Juve che l’anno scorso hanno dato in prestito al Monza se non sbaglio!

  2. Un centrocampo inesistente. Manca nell’azione di filtraggio non è propositivo. Bianco e Ciofani, quest’ultimo addirittura fuori posizione, arrancano. Gli avversari hanno una velocità doppia rispetto ai nostri.

  3. Servono due davanti .Chiaretti non e male perche sa fare anche fantasista .Il greco del Panathinaikos e una scommessa pero e una forza della natura In centrocampo uno come Di Pauloantonio con Lollo e poi un vice D’Orazio .

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*