LA PRESENTAZIONE DEL MATCH: test importante per il Bari impegnato a Ferrara in Coppa Italia…



Nel breve giro di otto giorni il Bari affronta il terzo avversario di una categoria diversa. La squadra di Auteri ha cominciato la serie contro il Trastevere di serie D, quindi domenica ha continuato con la Virtus Francavilla di serie C e questa sera chiude con la Spal che milita attualmente tra i cadetti.

Si tratta di avversari di caratura ampiamente diversa e il tecnico biancorosso potrà trarre conclusioni importanti al termine di questo breve ciclo. La squadra è ancora un cantiere aperto e in questo ultimi giorni di mercato sono attesi altri ritocchi, proprio per adeguare la struttura della squadra alle esigenze degli schemi che intende adottare Auteri.

Le partite di Coppa Italia consentono agli allenatori di effettuare le prime verifiche contro avversari di diversa levatura tecnica. Al primo turno eliminatorio hanno partecipato 27 formazioni di serie C e 9 di serie D, le seconde classificate l’anno passato. Le sorprese non sono mancate perché due squadre di quarta categoria, Casarano e San Nicolò Notaresco, hanno eliminato Carpi e Catania (serie C). In questo secondo turno eliminatorio entrano in scena le 20 squadre di serie B e poi, a fine ottobre, sarà la volta di 12 formazioni della massima serie. Le migliori 8 della A della stagione passata sono invece le teste di serie che saranno di scena solo negli ottavi di finale.

L’avversario dei biancorossi, la Spal, è retrocessa dalla massima divisione a conclusione di un’annata decisamente negativa: ha chiuso infatti all’ultimo posto della classifica, con solo 20 punti all’attivo, frutto di 5 vittorie e altrettanti pareggi, collezionando ben 28 sconfitte.

In estate sulla panchina biancazzurra è stato chiamato Pasquale Marino. Nella prima gara  di campionato, l’anticipo di venerdì scorso, la squadra emiliana ha rimediato uno 0-0 sul campo del Monza ma è stata graziata da 2 legni colpiti dai biancorossi e da un rigore parato con una prodezza dal portiere Berisha a 8 minuti dalla fine.

I due tecnici hanno annunciato che faranno ricorso ad un ampio turnover, lasciando spazio soprattutto agli elementi che non hanno giocato nella prima giornata di campionato, proprio per portare il maggior numero di giocatori ad una condizione fisica più accettabile.  

Il Bari, reduce da 2 vittorie, dovrà confermare la capacità di verticalizzare la manovra per liberare gli attaccanti davanti alla porta avversaria e mostrare anche i progressi nella fase difensiva e in quella di contenimento a centrocampo.

Il test sarà sicuramente molto indicativo per Auteri in vista dello scontro di domenica al San Nicola contro il Teramo che all’esordio in campionato ha liquidato il Palermo.

Le autorità hanno  concesso l’ingresso allo stadio ferrarese ad un massimo di 990 persone e la società ha deciso di considerare la gara come un test per valutare e verificare le modalità di applicazione previste per la graduale riapertura dell’impianto al pubblico. Pertanto non saranno in vendita i biglietti e l’accesso sarà possibile solo su invito, sulla base di una lista predisposta dalla società.

La gara sarà diretta dal sig. Simone Sozza, iscritto alla sezione di Seregno. Impiegato, è nato a Milano 33 anni fa ed ha cominciato ad arbitrare nel 2004: ha esordito in serie A nel gennaio scorso e nella stagione appena conclusa vanta 2 presenze nella massima divisione. Non ci sono precedenti con i biancorossi.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV  da  RAI SPORT (canale 57) e in radiocronaca da RADIONORBA . Il fischio d’inizio allo stadio  “Paolo Mazza” (terreno di gioco in erba) è fissato alle ore 21.





About Peppino Accettura 296 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*