De Risio: «Sto lavorando per trovare la condizione. Abbiamo fatto bene a Ferrara, ma pensiamo alla gara complicata contro il Teramo. Auteri…»



A Ferrara, nel II turno di Coppa Italia, si è messo in luce disputando una prestazione maiuscola. Intervenuto ai microfoni di RadioBari, la radio ufficiale dell’SSC Bari, Carlo De Risio ha spiegato il proprio momento di forma: «La migliore condizione è lontana, ma sto lavorando per accelerare i tempi, giorno dopo giorno. A Ferrara ho giocato 120 minuti ed alla fine ero davvero provato. Credo di aver fatto meglio nel primo tempo a livello personale».

Il 29enne abruzzese è conscio della bella partita disputata contro la Spal dalla squadra, ma non si illude. «Al di là della buona prova in coppa – si legge sul sito ufficiale del club –  sappiamo che la Serie C è un’altra cosa, un campionato diverso, più sporco. Oggi iniziamo a pensare alla sfida contro il Teramo, una partita assai complicata. Sarà difficile partire forte, ma noi abbiamo il dovere di farlo. Siamo il Bari e puntiamo a vincere più partite possibile. Come tutti gli anni ci sono molti avversari di valore, squadre forti. Anche il calendario è molto impegnativo, ma la Società sta allestendo una rosa molto competitiva, ci faremo trovare pronti. A centrocampo siamo un reparto ben assortito, abbiamo caratteristiche che possono integrarsi nelle diverse combinazioni».

Il centrocampista nativo di Vasto conosce bene Gaetano Auteri avendolo già avuto l’anno scorso a Catanzaro: «So bene cosa vuole il Mister, cosa chiede ai mediani e di certo questo mi ha aiutato. Siamo agli inizi, non possiamo che migliorare nel gioco, nell’aggressione alta. Anche il gruppo mano mano si sta consolidando. Ci aiutiamo in tutto, c’è sintonia e lavoriamo tutti i giorni per lottare insieme al meglio, per un unico obiettivo».

Il numero #19 dei galletti ha chiuso parlando della piazza biancorossa e dell’impressione che ha avuto del capoluogo pugliese: «Bari è una piazza di livello altissimo che non c’entra nulla con questa categoria. In città si respira un’atmosfera bellissima e non vedo l’ora che si riaprano gli stadi per provare in prima persona quello che è l’effetto San Nicola, una vera bolgia. Sarebbe stato bello esordire in casa davanti ai nostri tifosi, ma al momento non è possibile. Speriamo di poterli avere al nostro fianco quanto prima».





About Redazione barinelpallone 2841 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*