Un tempo ed un gol per uno, tra Bari e Teramo finisce 1-1. Celiento rimedia al gol di Bombagi…



BARI – Nella seconda giornata di campionato del girone C di Serie C, il Bari non riesce a bissare il successo di Francavilla e ad esordire in casa con una vittoria. Alla fine la squadra di Auteri si deve accontentare di un pareggio contro un buon Teramo col quale condivide momentaneamente, insieme alla Ternana, la vetta della classifica a 4 punti. Soprattutto nel primo tempo i galletti non convincono affatto, mostrandosi privi di idee e spiazzati dall’organizzazione e dalla maggiore determinazione degli abruzzesi. Il gol di Celiento nella ripresa rimedia allo svantaggio iniziale firmato da Bombago e, nel concitato finale, i padroni di casa tentano in tutti i modi di siglare il 2-1, senza riuscire nell’intento.

LE FORMAZIONI
Mister Auteri deve rinunciare agli infortunati D’Orazio e Simeri. Il ruolo di centrale difensivo è affidato a Sabbione, affiancato da Celiento e Di Cesare, mentre sulle corsie di centrocampo ci sono dal primo minuto Ciofani e Corsinelli, con Bianco e Maita a fare densità al centro. Il reparto offensivo è formato dall’ormai rodato trio Marras-Antenucci-D’Ursi.
Mister Paci, alle prese con qualche problema di formazione legato alle assenze dello squalificato Cappa e degli acciaccati Di Matteo, Minelli e Soprano, scioglie i dubbi residui e conferma il suo 4-2-3-1. Al centro della difesa ci sono Diakite e Piacentini, mentre Ilari, Bombagi e Costa Ferreira si piazzano alle spalle dell’unica punta Pinzauti.

LA GARA
L’avvio di gara del Teramo è fulminante e il Bari resta folgorato. E’ infatti in corso il 2’ quando Bombagi di destro lascia partire un tiro teso da fuori area e la palla incoccia sul palo finendo la sua corsa in fondo al sacco. I padroni di casa stentano a trovare varchi nella metà campo avversaria e allora al 18’ Antenucci ci prova dalla distanza impegnando Lewandowski a terra. Corsinelli suggerisce dalla sinistra per Marras che incrocia bene, ma la sfera termina sul fondo sul palo opposto. Al 25’ il numero 16 biancorosso crossa ancora alla perfezione per Antenucci e il colpo di testa del bomber è deviata in corner dal portiere ospite. Sul conseguente calcio d’angolo Sabbione incorna bene da centro area spedendo la palla di poco al lato. Prima dell’intervallo i pugliesi hanno l’occasione più nitida creata nel primo tempo e capita ad Antenucci che approfitta di un retropassaggio di Diakite e si ritrova solo in area, ma Lewandowski esce tempestivamente e ci mette una toppa.
Il Bari si ripresenta in campo nel secondo tempo con Lollo al posto di Corsinelli e con rinnovata determinazione. Al 6’ Bianco spedisce al centro su punizione senza che Sabbione riesca a deviare in maniera decisa e per l’estremo difensore del Diavolo non ci sono da fare gli straordinari come in occasione di un successivo traversone insidioso di Marras poco più tardi. La pressione offensiva è continua e pressante: su palladi Maita proveniente dalla bandierina, Di Cesare fa sponda di testa per Celiento che in rovesciata sfiora la traversa. Il gol del pareggio è solo rimandato e arriva dopo l’ingresso in campo di Candellone e il cambio di modulo dal 3-4-3 ad un più arrembante 4-2-4. Maita allarga sulla destra per Marras che mette al centro per Celiento e il terzino fa centro anticipando tutti. I galletti ora ci credono e al 23’ D’Ursi sfiora il palo dai 25 metri. Trascorrono 3 minuti e Marras si fa notare per una rovesciata acrobatica in perfetta solitudine davanti a Lewandowski: la sfera termina la sua corsa di poco sulla traversa. Auteri manda in campo Semenzato e De Risio rispettivamente per D’Ursi e Maita, ma la guardia del Teramo è sempre attenta e fino al triplice fischio non si registra praticamente più nulla di importante.
Mercoledì prossimo il Bari giocherà in trasferta in casa della Cavese e cercherà di recuperare i punti persi quest’oggi al “San Nicola”.

Tabellino
BARI-TERAMO 1-1
BARI
(3-4-3): Frattali; Celiento, Sabbione, Di Cesare; Ciofani, Maita (dal 35′ st De Risio), Bianco (dal 17′ st Candellone), Corsinelli (dal 1′ st Lollo); Marras, Antenucci, D’Ursi (dal 35′ st Semenzato). A disposizione: Marfella, Perrotta, Esposito, Minelli, Andreoni. Allenatore: G.Auteri.
TERAMO (4-2-3-1): Lewandowski; Lasik, Diakite, Piacentini, Tentardini; Arrigoni, Santoro; Ilari (dal 37′ pt Viero), Bombagi, Costa Ferreira (dal 17′ st Di Francesco); Pinzauti (dal 28′ st Mungo). A disposizione: Valentini, Celentano, Trasciani, Iotti, Birligea. Allenatore: M.Paci.
ARBITRO: sig. P.Bitonti della sez. di Bologna. Assistenti: P.Lattanzi della sez. di Milano e L.Valletta della sez. di Napoli.
RETI: al 2′ pt Bombagi (T), al 18′ st Celiento (B).
AMMONITI: Lollo e Ciofani (B); Ilari, Bombagi e Piacentini (T).
NOTE: cielo soleggiato, terreno in perfette condizioni; gara giocata a porte chiuse secondo il protocollo anti-covid; angoli: 5-0 per il Bari; recuperi: 0′ pt e 4′ st.





About Tommaso Di Lernia 459 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*