LA PRESENTAZIONE DELLA GARA: Bari favorito nel derby a Foggia e obbligato a vincere per continuare il duello a distanza con la Ternana…



Un derby nasconde sempre delle insidie e non è detto che lo vince la squadra favorita dai pronostici. Ma il Bari non può concedersi alcuna distrazione e a Foggia deve puntare assolutamente a conquistare i 3 punti. C’è da sfruttare la grande opportunità del pareggio nel recupero tra Avellino e Turris e il turno di riposo degli irpini per guadagnare terreno su qualcuno degli inseguitori e proseguire il duello a distanza con la Ternana.

Sarà molto importante, probabilmente decisivo, l’approccio alla gara dei biancorossi che devono poter esprimere subito la grande potenzialità offensiva, senza essere costretti a inseguire lo svantaggio, come è accaduto contro Teramo e Catania.

Auteri ha a disposizione praticamente l’intera squadra e potrà scegliere con tranquillità gli undici da mandare inizialmente in campo.

Per il Foggia l’avvio della stagione è stato davvero sofferto. Solo all’inizio di settembre è arrivata la notizia del ripescaggio in serie C e il nuovo direttore sportivo, Ninni Corda, si è messo alla ricerca dell’allenatore. Eziolino Capuano, ex Avellino, prima ha accettato e poi si è dimesso a fine settembre, quindi  è stato chiamato Vincenzo Maiuri, proveniente dal Sorrento, ma dopo poco più di una settimana ha rinunciato. Infine è stato assunto Marco Marchionni, ex ala destra di Empoli, Parma e Juventus, alla prima esperienza di allenatore, essendo stato secondo di Silvio Baldini sulla panchina della Carrarese.

I rossoneri hanno saltato i primi 3 turni ed hanno esordito in casa con un successo (2-0) sul Potenza. Poi hanno infilato 4 sconfitte consecutive, il recupero della prima giornata con il Bisceglie (1-3) e poi la trasferta a Catanzaro (1-2), la battuta d’arresto allo “Zaccheria”, ospite l’Avellino (1-2), e infine la proibitiva partita giocata a Terni (0-2) sul campo dell’attuale capolista.

Come è facile immaginare, il Foggia è un cantiere con i lavori tuttora in corso. Poche ore fa è arrivato un altro giocatore, il difensore Del Prete. Il clima di incertezza e disorientamento che aleggia intorno alla squadra ha naturalmente  provocato qualche danno, come ad esempio i 4 rigori al passivo in 5 partite che gli arbitri hanno decretato (tutti realizzati).

Le reti finora all’attivo dei rossoneri sono 5. Di queste 2 portano la firma di Curcio, 1 su rigore per il provvisorio pareggio a Catanzaro, le altre sono state realizzate da Dell’Agnello, Germinario e Vitale.

I precedenti tra le due squadre sul campo foggiano sono 21: 13 in serie B e 2 ciascuno in serie A, serie C, IV serie e Coppa Italia. Le vittorie dei rossoneri sono 9, altrettanti i pareggi e solo 3 i successi del Bari, che ha segnato 25 gol e ne ha subìti 39. Proprio i gol sono la caratteristica di questo derby. Infatti, escludendo le due gare di Coppa Italia, nei vari campionati il Foggia è andato a segno in 17 delle 19 partite giocate e il Bari è appena un gradino più sotto, in     ben 16 gare.

Gli ultimi 3 derbies (1 in A e 2 in B) si sono conclusi con altrettanti pareggi. L’ultima vittoria dei rossoneri risale a 29 anni fa, quando la squadra di Zeman travolse per 4-1 i biancorossi che 7anni prima, ad aprile del 1984, avevano vinto la terza e ultima volta sul campo foggiano per 1-0.  

La gara sarà diretta dal sig. Matteo Marcenaro, iscritto alla sezione di Genova.   Ha esordito in Lega Pro nel 2017   e complessivamente ha arbitrato 47 partite. Tutte le squadre lo vorrebbero quando giocano fuori casa perché ha fatto registrare ben 18 vittorie per le formazioni impegnate in trasferta, 16 pareggi e soltanto 13 successi casalinghi. Ha estratto 137 volte il cartellino giallo e ha espulso solo 5 giocatori, concedendo 14 rigori. In questo campionato è alla quarta designazione:  ha già diretto infatti nel girone B Carpi-Sambenedettese 2-0 e nel girone C Palermo-Avellino 0-2 e Catania-Ternana 1-3, senza concedere alcun rigore. Non ha alcun precedente con il Foggia, neppure in serie D, ed ha diretto il Bari nel campionato scorso in 2 occasioni, Bari-Viterbese 1-3 e Avellino-Bari 2-2.      

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV  da ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca da RADIONORBA . Il fischio d’inizio allo stadio  “Pino Zaccheria”  è fissato alle ore 17.30.





About Peppino Accettura 311 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*