Montalto: «Sono contento più della vittoria che del mio gol! Dopo aver fatto male a Foggia, ci siamo riuniti e…»

Le dichiarazioni della punta biancorossa al termine della gara vinta 2-0 contro la Juve Stabia



BARI – Si sta sempre più integrando nel gruppo e oggi ha anche segnato un gol importante, quello che ha spianato al Bari la strada alla vittoria contro la Juve Stabia, nella nona giornata del girone C di Serie C. Adriano Montalto però mette in secondo piano gli interessi personali e, al termine del match, ha così commentato in conferenza stampa quanto accaduto sul terreno del “San Nicola”: «Sono contento più della vittoria che del mio gol. L’aspettavamo e infatti, dopo aver fatto male a Foggia, ci siamo riuniti e abbiamo parlato tra di noi, con l’allenatore, con la società e non vedevamo l’ora che arrivasse domenica per scendere in campo».

Soprattutto in attacco, il mister ultimamente sta mescolando spesso le carte, e l’attaccante nato ad Erice ha una risposta molto semplice a chi glielo fa notare: «Qui non c’è un titolare fisso. Siamo dei bravissimi ragazzi e abbiamo un certo potenziale. Tutti servono alla causa e non fa differenza chi giochi. Oggi posso giocare io, domani Candellone o Simeri che è rientrato oggi. Tutti possono dire la loro».

Rispetto a quando era arrivato in Puglia, il giocatore siciliano sembra aver fatto dei discreti progressi. L’ex Venezia e Cremonese sembra più reattivo e in palla. «Più si gioca è più si cresce nella condizione – ha confermato la punta 32enne – sto aumentando il mio minutaggio e grazie al mister che mi ha fatto giocare oggi perché in questo modo aumento il mio stato di forma. Non è ancora al massimo, ma ci sto lavorando. Quanto mi sono integrato in questo gruppo? Alcuni compagni già li conoscevo avendoci anche giocato insieme nella scorsa stagione. Sono tutti dei bravi ragazzi e mi hanno fatto sentire sin da subito a mio agio».

In chiusura, il numero #32 dei galletti ha voluto ribadire che il gruppo conosce bene quali siano le aspirazioni dei tifosi e ha guardato anche al prossimo immediato futuro: «Chi è venuto qui già sa bene quali siano gli obiettivi della società. Dobbiamo calarci tutti nella situazione e raggiungere i risultati che ci vengono chiesti. Adesso arrivano le sfide contro il Potenza e la Ternana. Tutte le gare vanno affrontate con la stessa mentalità, cercando la vittoria in casa e fuori. Dobbiamo giocare sempre con anima e cuore, senza guardare la classifica, altrimenti non si va da nessuna parte».





About Tommaso Di Lernia 478 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*