De Laurentiis: «Puntiamo in alto e siamo consapevoli delle difficoltà che ci attendono. Me lo sogno la notte il nostro stadio con il pubblico…»



Il suo Bari sembra essersi ripreso dopo la brutta prestazione contro il Foggia. La sconfitta nel derby ha punto l’orgoglio della squadra che ha subito inanellato subito due vittorie ed altrettante prestazioni convincenti contro la Juve Stabia e il Potenza. Luigi De Laurentiis è intervenuto ai microfoni di RadioBari, media partner ufficiale della SSC Bari, per fare il punto della situazione.

«Ci troviamo a vivere un momento particolare – si legge sul sito ufficiale del club – e non è facile. Oltre a vivere l’idea di un cantiere in continua lavorazione, in cui la squadra sta crescendo e si sta formando, l’integrazione degli ultimi arrivati, la preparazione atletica, e quindi il gruppo sta completando la sua fase di rodaggio. In parallelo si vive con la paura di una positività. L’abbiamo vissuta con i giocatori ed ora con il Mister, una pedina fondamentale per noi. Come sta Auteri? Sta bene, scalpita, si sente un leone in gabbia, vorrebbe essere al fianco dei suoi ragazzi E’ comunque costantemente presente, sente singolarmente i giocatori e in questo le nuove tecnologie gli danno la possibilità di essere quanto mai presente in modalità virtuale».

Il presidente del Bari ha voluto seguire da vicino la squadra nell’ultima trasferta. Un messaggio chiaro che lui stesso ha voluto spiegare: «Ero presente a Potenza, per dare un supporto morale anche ai ragazzi, per stare vicino a loro mancando un leader fondamentale come il nostro tecnico. La squadra ha dato una risposta importante, si percepisce la crescita, ma siamo all’inizio, il campionato è lunghissimo. Puntiamo in alto e siamo consapevoli delle difficoltà che ci attendono. In questi due mesi e mezzo si è creata una bella squadra, anche grazie al lavoro del DS Romairone. Si sta facendo un buon lavoro di èquipe e questo aiuta molto, soprattutto nei momenti difficili».

Tra un paio di giorni, al “San Nicola” andrà di scena un autentico spareggio. Di quelli che in altri tempi avrebbero riempito lo stadio di cori e colori. «Domenica arriva la capolista Ternana – ha continuato il massimo dirigente del club biancorosso – e il grande rammarico sarà vivere questo appuntamento senza i nostri tifosi. Me lo sogno la notte il nostro stadio con il pubblico. Mi dispiace da morire arrivare a uno scontro diretto, a un appuntamento così bello, senza i tifosi. Sono certo sarebbero stati tantissimi, non faccio fatica a pensare ad un record per la categoria».

Il 41enne romano resta ottimista su quello che il Bari potrà fare in futuro: «A livello di concentrazione, giocando di continuo, c’è banalmente poco tempo per uscire da una partita e prepararne un’altra. Sicuramente sono tutti molto concentrati e in questo ha aiutato la vittoria di mercoledì, una vittoria del gruppo, ottenuta con grande senso di unità. La squadra è consapevole che, con la concentrazione e la forza sportiva, si può arrivare in alto, con vantaggi anche in ottica allenamenti. I ragazzi stanno vivendo in maniera giusta il momento, con energia ed entusiasmo».

Le ultime riflessioni del numero uno dei galletti hanno riguardato questi ultimi tempi un po’ particolari che stanno creando non pochi problemi anche a tutto il mondo del calcio: «Il periodo è complicato per tutti i settori, le difficoltà ci sono, anche per noi che siamo una Società solida. Non avere i tifosi allo stadio, sponsor che a loro volta vivono un periodo difficile. Ci sono grandi difficoltà a tutti i livelli. Per quanto riguarda poi i controlli e il rispetto dei protocolli, il minimo che possiamo fare è essere precisi e rispettosi, andando anche oltre quanto richiesto. Ovvio che temo particolarmente le voci di stop al campionato. Diritti tv? Il possibile broadcaster è pronto, si attende la Lega, cercheremo di capire l’evolvere della situazione per vedere la partita in un certo modo. Per ora la modalità “partite in chiaro” credo faccia passare un concetto sbagliato, in riferimento ai tanti canali pirata che continuamente vengono oscurati dalle autorità competenti. Lo ritengo un minus dal punto di vista commerciale. Per quanto poi riguarda i voucher di rimborso dei ratei degli abbonamenti della scorsa stagione, ieri abbiamo passato la soglia dei 3500 abbonati che hanno rinunciato al rimborso. È un dato strabiliante, un segno di enorme affetto verso la squadra, verso la Società. Tifosi davvero fantastici, li ringrazio tutti».





About Redazione barinelpallone 2926 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*