Beffa Bari! Galletti raggiunti nel finale a Palermo sull’1-1. Termina il 2020 con la Ternana distante 6 punti…



Nella diciassettesima giornata del girone C del campionato di Serie C, il Bari si fa beffare proprio all’ultimo dal Palermo e non va oltre l’1-1 al “Barbera”. I galletti si portano in vantaggio con D’Ursi a pochi istanti dall’intervallo, ma non riescono a gestire l’1-0 fino al termine facendosi raggiungere al 43’ della ripresa da una punizione magistralmente calciata da Lucca. I galletti disputano un buon incontro, ma hanno il torto di non chiudere l’incontro in più di una circostanza quando in contropiede i vari D’Ursi, Marras e D’Orazio non trovano la stoccata vincente, talvolta peccando anche di egoismo. La Ternana, che oggi ha osservato un turno di riposo, dista ora 6 punti. Non tutto è perso, ma la sensazione è che in Sicilia si sia dilapidata un’occasione d’oro per riaprire ufficialmente il discorso promozione diretta.

LE FORMAZIONI
Mister Auteri deve fare a meno dell’ancora squalificato Montalto e degli indisponibili Citro e Minelli, ma può contare sul rientro di Sabbione, che viene subito riproposto al centro della difesa, e di De Risio, affiancato a Maita nella zona nevralgica del campo. Ciofani si riprende il ruolo di stantuffo sulla corsia sinistra di centrocampo, mentre in attacco è riconfermato il tridente composto da Marras, Antenucci e D’Ursi.
Mister Boscaglia deve ancora fare a meno di Almici e Corrado sugli esterni difensivi, rimpiazzati rispettivamente da Accardi e Crivello Il tecnico siciliano ritrova, dopo la squalifica, Marconi che costituisce con Somma la coppia centrale. A centrocampo ci sono Odjer, Luperini e Palazzi, mentre in attacco agiscono Kanoute, Saraniti e Rauti. L’ex Floriano inizia dalla panchina.

LA GARA
I padroni di casa partono col piglio giusto, ma sono i pugliesi ad aprire le danze con una conclusione fuori misura di Maita da fuori area, al quale risponde Rauti che impegna in angolo Frattali. Al 6’ Kanoute effettua un ottimo traversone dalla destra, ma il colpo di testa in avvitamento di Rauti sorvola la traversa nonostante la posizione favorevolissima dell’attaccante rosanero. Gli ospiti non si fanno intimorire e al 12’ tornano ad insidiare la porta avversaria con D’Ursi che dal vertice sinistro dell’area lascia partire un destro parato a terra da Pelagotti. Pochi minuti dopo Marras scatta in contropiede e scarica per D’Orazio che mira palo opposto ed effettua un tiro cross di sinistro che si spegne sul fondo. Dopo l’inizio spumeggiante, il match si assesta su ritmi più compassati che Odjer al 24’ prova a spezzare con un bolide che però non centra lo specchio della porta. Al 36’ è ancora Rauti a provare a sbloccare il risultato, stavolta con una punizione dal limite che si impenna eccessivamente. Proprio allo scadere della prima frazione di gioco, il Bari passa in vantaggio: Marras mette scompiglio in area e, al termine di una serie di carambole, D’Ursi è abile ad intercettare la palla vagante e a trafiggere il portiere isolano a pochi metri dalla porta.
Ad inizio ripresa si ferma Celiento e al suo posto entra Semenzato che si piazza sulla corsia destra di centrocampo col conseguente arretramento di Ciofani che si conferma jolly tuttofare. I siciliani insistono alla ricerca del pareggio, ma a sfiorare il gol è ancora la squadra biancorossa con una punizione al 14’ di Antenucci che sfiora l’incrocio dei pali. Marras scivola in area e non riesce a capitalizzare l’assist di Antenucci volato in contropiede, ma è alla mezzora che i galletti vanno vicinissimi al raddoppio. D’Ursi si invola indisturbato verso Pelagotti, rientra centralmente e, invece di servire un compagno meglio appostato, tenta il diagonale che l’estremo difensore palermitano neutralizza a terra. La formazione di mister Boscaglia arriva al pareggio poco dopo, ma la rete di Luperini è viziata dalla posizione di fuorigioco di Saraniti e l’arbitro è costretto ad annullare il gol. Al 35’ Maita inventa un assist illuminante per D’Orazio che però conclude al lato da posizione defilata. Il match è sempre più vivo e concitato e vede il Palermo riversarsi in attacco e il Bari pronto a gestire il gioco per ripartire all’occorrenza in contropiede. Al 43’ il colpo di scena e il Palermo riequilibra il risultato: il nuovo entrato Lucca calcia una punizione dai 25 metri e con una staffilata di rara potenza e precisione centra il sette firmando il definitivo 1-1.
Termina così l’anno calcistico biancorosso, con un pareggio che purtroppo non consente alla formazione di Gaetano Auteri di avvicinare in maniera sensibile la Ternana capolista, oggi a riposo. Un risultato che risuona come una mezza beffa e come un’autentica incompiuta. Esattamente come questo 2020 barese giunto ormai al capolinea.

Tabellino
PALERMO-BARI 1-1
PALERMO
(4-3-3): Pelagotti; Accardi, Somma, Marconi (dal 26′ pt Lancini, dal 27′ st Valente), Crivello; Odjer, Luperini, Palazzi (dal 17′ st Floriano); Kanoute (dal 17′ st Silipo), Saraniti, Rauti (dal 27′ st Lucca). A disposizione: Fallani, Peretti, Marong, Doda, Martin, Broh, Santana. Allenatore: R.Boscaglia.
BARI
(3-4-3): Frattali; Celiento (dal 10′ st Semenzato), Sabbione, Di Cesare; Ciofani, Maita, De Risio (dal 48′ st Bianco), D’Orazio; Marras (dal 48′ st Candellone), Antenucci (dal 48′ st Simeri), D’Ursi (dal 30′ st Lollo). A disposizione: Marfella, Liso, Perrotta, Andreoni, Hamlili, Corsinelli. Allenatore: G.Auteri.
ARBITRO:
sig. E.Feliciani della sez. di Teramo. Assistenti: M.Ceccon della sez. di Lovere e C.Cataldo della sez. di Bergamo.
RETI:
al 45′ pt D’Ursi (B), al 43′ st Lucca (P).
AMMONITI:
Saraniti, Odjer, Crivello e mister Boscaglia (P); Antenucci (B).
NOTE:
cielo sereno, terreno in buone condizioni; angoli: 3-0 per il Palermo; recuperi: 1′ pt e 5′ st.; gara giocata senza pubblico per protocollo anti Covid.





About Redazione barinelpallone 2991 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

2 Comments

  1. Una vittoria buttata al vento, tre punti pesanti persi per strada, gol clamoroso sbagliato da D’Ursi per raddoppiare, bellissimo gol su punizione del Palermo, però una considerazione va fatta, premesso che stimo Auteri come allenatore e come uomo,però oggi una critica mi sento di farla, a 10 minuti dalla fine perché non sono state fatte sostituzioni volte a rinforzare difesa e centrocampo, la squadra iniziava a essere stanca e quindi poteva sopperire con la qualità dei calciatori che aveva in panchina, certe cose non riesco a capirle, bastava poco a spezzare il ritmo e giocare di rimessa.Sono punti pesanti persi per strada!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*