Frattali: «Peccato non essere stati più lucidi e cattivi sotto porta. Sul gol del pareggio non ho avuto il tempo di reagire…»

Le dichiarazioni del portiere biancorosso al termine della gara pareggiata 1-1 contro il Palermo



Al termine del match, a presentarsi davanti ai microfoni dei giornalisti e a metterci la faccia nonostante il gol subito a due minuti dal termine della sfida, è stato Pierluigi Frattali che ha così commentato quanto accaduto sul terreno del “Renzo Barbera”: «C’è rammarico e la squadra è uscita dal campo delusa soprattutto perché mancavano solo 2 minuti alla fine del match e avevamo la partita in pugno. Avevamo anche avuto in precedenza diverse occasioni per chiuderlo, ma purtroppo abbiamo sbagliato alcune scelte sotto porta. In quelle circostanze bisogna essere più lucidi e cattivi. D’altro canto ci sta che il pareggio potesse venire su una punizione o su una mischia. Può sempre capitare. Il Palermo poi è una squadra che mette molti palloni dentro ed ha dei buoni tiratori».

Al cospetto di un gesto tecnico così bello, il portiere biancorosso non ha potuto fare altro che tessere le lodi di Lucca: «Ha fatto un gran goal, il classico tiro della domenica. Non so se avessi potuto fare qualcosa in più, ma il tiro è stato talmente forte, ha colpito il palo e la palla si è insaccata senza che io avessi il tempo per reagire. A volte bisogna fare i complimenti agli avversari».

Il 34enne romano ha quindi descritto in maniera minuziosa l’episodio che è costato due punti alla sua squadra: «Inizialmente si erano messi in due sulla palla quindi avevo chiesto la barriera a tre, con uno che andasse incontro nel caso avessero battuto la punizione di seconda. Quando si è allontanato il secondo tiratore, ho tolto un uomo dalla barriera per poter vedere meglio la palla. Su una punizione del genere, il portiere deve restare a centro porta e non sul proprio palo. Non mi aspettavo un tiro del genere. La palla è partita alta e forte, poi è entrata e io non ho avuto il tempo di reagire anche perché qualche uomo del Palermo ha disturbato la visuale. In realtà l’ho vista partire, ma è stato un bolide fulmineo, da serie A».

Il numero #1 dei galletti ha chiuso evidenziando le cose buone fatte dal gruppo e cercando di dare fondo a tutto il suo ottimismo: «Siamo stati bravi a tenere botta in alcune circostanze. Con la difesa alta non abbiamo concesso molto. Avendo molti buoni saltatori, loro ricorrevano spesso al cross, ma noi siamo stati bravi a tenerli fuori dall’area concedendo solo qualche tiro. Ormai è andata ed è inutile piangere sul latte versato. Dobbiamo ricaricare le batterie e ripartire forte. Dobbiamo restare a testa alta e cercare di fare le partite come sappiamo».





About Redazione barinelpallone 3000 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

6 Comments

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*