Bari: attento alla trappola-Trapani, una squadra in piena ripresa che non merita l’ultimo posto

La presentazione del match tra siciliani e pugliesi



Tifosi del Bari

Dopo la capolista Frosinone, sul cammino  del Bari (46 punti) si presenta il Trapani (26 punti) ultimo in classifica.
La squadra siciliana rappresenta un avversario facile solamente sulla carta: basti pensare, infatti, che la formazione granata sta disputando un girone di ritorno ad alto livello. Nelle 9 partite giocate dopo la sosta di gennaio, il Trapani ha conquistato 13 punti, marciando allo stesso ritmo delle squadre impegnate nella corsa ai play-off. In questa speciale classifica, è in testa la Spal con 19 punti, seguita da Perugia, con 1 gara in più, e Bari (17), Novara e Spezia (16), Frosinone e Avellino (15), Virtus Entella (14) e appunto Trapani (13). I siciliani precedono addirittura Verona e Benevento (12 punti) e Carpi (11).
In più, la partita si disputa sul campo con erba sintetica dello Stadio “Provinciale” (capienza 7.787 posti), uno dei 5 della serie cadetta. E la recente esperienza negativa di Chiavari suscita non poche apprensioni.  
Il Bari, dunque, deve evitare la trappola-Trapani e proseguire nella marcia spedita verso la conquista delle prime posizioni della classifica. Dopo la poco felice esperienza con Stellone (13 partite al ritmo di 1,23 punti a gara), la squadra biancorossa ha concluso il girone di andata con Colantuono conquistando 1,63 punti a gara. Dopo la rivoluzione di gennaio, il rendimento è schizzato a 1,83 punti per partita.
Anche il Trapani è stato stravolto nel mercato invernale. Calori, che ha sostituito Cosmi dopo la sconfitta interna alla 17^ giornata con il Carpi, ha voluto 6 giocatori nuovi per puntare alla salvezza dopo un avvio davvero terrificante. La formazione siciliana aveva chiuso il girone di andata all’ultimo posto, staccatissima dalla penultima (8 punti), con 1 sola vittoria, 10 pareggi e altrettante sconfitte.  Ora ha raggiunto la Ternana e punta ad agganciare il terzetto Cesena, Latina e Brescia, più avanti di 5 lunghezze.
La rivoluzione di gennaio ha portato a Trapani il portiere Pigliacelli (Pescara), il 21enne difensore Casoni (Ternana), i centrocampisti Maracchi (FeralpiSalò) e Rossi (svincolato) e gli attaccanti Jallow (Chievo) e Manconi (Reggiana). In più è stato reintegrato l’altro attaccante Curiale. Tra le cessioni 2 sono stati gli elementi di spicco, Scozzarella e Petkovic.
Il Trapani è la squadra che ha vinto di meno, solo 4 volte, con la peggiore difesa (43 gol subìti come Brescia e Ternana) ed uno degli attacchi meno prolifici, preceduto solo da Pisa, Vicenza e Ternana.
Solo 27 i gol all’attivo, realizzati da Coronado (7 – 1 rig.), Citro (4), Petkovic (3-2 rig.), Manconi e Maracchi (2) e  Barillà, Casasola, Cisaramitaro, Jallow, Pagliarulo, Rizzato, De Cenco e Ferretti (1) oltre all’autorete dello spezzino De Col.
Nel girone di andata il Bari, allenato ancora da Stellone, conquistò una netta vittoria, la seconda interna della stagione, per 3-0. Era la quinta gara giocata in casa e per la prima volta la porta biancorossa restò inviolata. Decisivo fu Monachello che mise segno una doppietta, al 9’ del primo tempo e al 25’ della ripresa. Resteranno queste le sole marcature dell’attaccante proveniente dall’Atalanta, che a gennaio è passato alla Ternana. Ivan fu l’autore della terza rete.   
La gara sarà diretta dal signor Gianluca Manganiello, 36 anni, della sezione di Pinerolo, al 5° campionato di serie B. In questa stagione è la prima gara che dirige con il Bari: l’ultima è stata la trasferta di Avellino (1-1) del  campionato scorso. Complessivamente, Manganiello ha arbitrato 12 volte il Bari, facendo registrare ben 7 successi, 2 pareggi e 3 sconfitte.  Invece con i siciliani è la terza presenza in questo campionato dopo Trapani-Frosinone (1-4) del 16 dicembre 2016 e Pro Vercelli-Trapani (1-3) del 28 gennaio. Finora ha arbitrato 85 partite in serie B, con questo bilancio: 33 vittorie per le squadre di casa, 31 pareggi e 21 successi per le formazioni in trasferta, 423 ammonizioni e 37 espulsioni.
Nelle precedenti 9 trasferte a Trapani i galletti si sono imposti due volte, l’ultima delle quali risale al 29 Marzo 2014. Il match finì 3-4 e a firmare quell’incredibile successo furono Romizi, Galano, Polenta su rigore e Calderoni.
L’incontro sarà trasmesso  solo da Sky Sport sul canale Sky Calcio 4 HD (n. 254). Un’altra possibilità di visualizzazione sarà fornita anche agli abbonati al pacchetto Sky Calcio “diretta streaming” tramite l’applicazione Sky Go, disponibile per pc, tablet e smartphone. Fischio d’inizio alle ore 15 allo Stadio “Provinciale”.





About Peppino Accettura 352 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*