Per il Bari ormai è vietato sbagliare: occorre continuità soprattutto in trasferta

La presentazione del match tra liguri e pugliesi



Il vantaggio firmato da Brienza nella gara d'andata a Bari contro lo Spezia
Il vantaggio firmato da Brienza nella gara d’andata a Bari contro lo Spezia

Restano solo 8 partite da giocare ed ormai ogni passo falso può risultare decisivo. Per questo motivo al Bari (50 punti) è vietato sbagliare l’approccio della gara contro lo Spezia (48 punti). Alla squadra di Colantuono ora più che mai occorre la continuità, una dote che in questa stagione è stata pressoché assente in casa biancorossa, soprattutto in trasferta dove il Bari perde regolarmente da 3 giornate e non va in gol da 305 minuti.
Continuità vuol dire evitare sconfitte, che nelle prossime 3 gare possono portare danni devastanti considerato che gli avversari si chiamano Spezia, Carpi e Verona, tutte formazioni impegnate nella conquista di un posto valido per la partecipazione ai play-off.
Fino al 19 maggio, ultima giornata di campionato, il Bari dovrà affrontare altri 2 scontri con  avversari diretti (Salernitana e Spal) ma proprio dalla grande quantità di “spareggi” tre le prime 12 della classifica attuale potrà venir fuori qualche vantaggio per i biancorossi, a patto però di non accusare battute a vuoto.
Nelle prossime 2 giornate, infatti, ben 6 sono gli scontri diretti, comprese le trasferte del Bari a Spezia e Carpi.
Come accade ormai da tempo, parecchie saranno le assenze in casa biancorossa, mentre Di Carlo potrà contare su un  “rosa” quasi al completo. Lo Spezia nella stagione passata sfiorò la promozione, arrivando sino alla semifinale dei play-off, sconfitto dal Trapani. In estate,  a rinforzare la struttura già collaudata sono arrivati gli uruguaiani Granoche (Modena)  e Baez Livorno), Piu dall’Empoli, Signorelli dalla Ternana, Deiola dal Cagliari e Datkovic dal Lugano. A gennaio i movimenti sono stati pochissimi ma di grande rilievo: con il Cagliari c’è stato lo scambio di prestiti Deiola-Giannetti e poi l’arrivo del croato Djokovic e del fantasista italiano Fabbrini dal Birmingham. Gli ex biancorossi sono Sciaudone e Pulzetti.
Dopo un buon avvio, la formazione di Di Carlo ha accusato un calo,  riprendendosi all’inizio del girone di ritorno.   Sul terreno misto naturale-sintetico dello Stadio “Alberto Picco” (capienza 10.300 spettatori) lo Spezia ha conquistato 32 punti, esattamente i 2/3 dell’intero bottino della stagione. Subendo solo 3 sconfitte, ad opera di Carpi, Verona e Benevento.
Capocannoniere della squadra è Granoche, autore di 11 gol (3 rigori), seguito da Nenè (4 reti di cui 1 rig) e dal trio Piccolo, Piu e Djokovic a quota 3. I due ex Pulzetti e Sciaudone hanno firmato 2 reti a testa e infine, con 1 gol al’attivo, vengono Baez, Deiola, Fabbrini, Maggiore e Valentini. Ai 33 gol realizzati va aggiunta l’autore del biancorosso Fedele.
Nel girone di andata per Colantuono fu l’esordio sulla panchina del Bari, passato in vantaggio 8 minuti prima del riposo con Brienza che, in scivolata da pochi passi, deviò in rete la palla appena sfiorata di testa da De Luca. Sembrava fatta per il Bari, ma al 38’ della ripresa, sul traversone di Da Col dalla destra, in area Romizi, Sabelli, Granoche e Maggiore mancarono la palla che fu sospinta involontariamente da Fedele alle spalle di Micai.
I precedenti tra Bari e Spezia sul campo ligure non sono tanti, appena 11: i successi dei biancorossi sono soltanto 2, il primo in Coppa Italia (3-1) nella stagione 1988/89 e l’altro oltre 10 anni fa, il 25 marzo 2007 (2-1).   Lo Spezia ha vinto invece 5 volte e 4 sono stati i pareggi. Il Bari non segna da ben 281 minuti: l’ultima rete biancorossa fu realizzata da Caputo l’8 dicembre 2012 al 34’ della ripresa e non fu sufficiente per evitare la sconfitta per 3-2.  L’anno scorso la partita finì 0-0 e la squadra biancorossa interruppe una serie negativa di 3 sconfitte
La gara sarà diretta dal signor Aleandro Di Paolo, 39 anni, della sezione di Avezzano, al 6° campionato tra i cadetti. In questo campionato è alla terza partita con il Bari, che ha pareggiato a Terni (0-0) il 20 settembre scorso ed ha battuto in casa il Vicenza (2-1) il 4 febbraio. Il bilancio complessivo è positivo per i biancorossi con 5 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte. Nelle 112 partite dirette finora in serie B Di Paolo ha fatto registrare 47 vittorie interne, 28 successi in trasferta e 37 pareggi, con 33 rigori concessi e 37 espulsioni decretate.  In questa stagione si è dimostrato particolarmente “casalingo”: 16 le gare arbitrate, con 9 vittorie in casa, 6 pareggi e 1 sola vittoria fuori casa, ben 6 sono state le espulsioni e appena 2 i rigori concessi.
L’incontro sarà trasmesso  solo da Sky Sport sul canale Sky Calcio 3 HD (n. 253). Un’altra possibilità di visualizzazione sarà fornita anche agli abbonati al pacchetto Sky Calcio “diretta streaming” tramite l’applicazione Sky Go, disponibile per pc, tablet e smartphone. Fischio d’inizio alle ore 15 allo Stadio “Alberto Picco”.





About Peppino Accettura 352 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*