Bari, a Palermo un gran bel pareggio. Contro tutto e contro tutti

Cuore e personalità dei biancorossi su un campo storicamente jellato. Floro Flores e Nené sulla cresta dell'onda, male Galano



Share

Carattere, grinta, cuore ed opportunismo dei suoi uomini più esperti. Queste le qualità mostrate dal Bari al ‘Barbera’ contro il Palermo: non era scontato nonostante il momento delicato dei rosanero e soprattutto considerando l’epilogo della gara d’andata. Al ‘San Nicola’ i galletti furono messi alle corde fin da subito per poi capitolare miseramente nella ripresa. Questa volta la musica è cambiata completamente. Incredibile, poi, la reazione psicologica sciorinata dopo l’inferiorità numerica.

FELICI INTUIZIONI E PICCOLI RIMPIANTI – Buona idea quella di partire dal 3-5-2, la scelta è stata ben ripagata. L’ex Stellone ed i suoi ragazzi non hanno avuto vita facile: pochissimi gli spazi loro concessi e qualche brivido non è mancato. Il merito degli uomini di Grosso, almeno fino al gol di La Gumina, è stato inoltre quello di aver garantito una certa solidità in difesa. Tutti sempre sul pezzo. C’è rammarico per le occasioni sprecate da Galano (il momento no quando finirà?) e Balkovec, ma in attacco hanno risposto presente due pedine esperte come Nené e Floro Flores. Entrambi non sono partiti dal 1′ e una volta entrati in campo hanno ‘spaccato’ la partita (in gol il brasiliano, assist del napoletano). Sembrano essere nel loro momento migliore di forma dopo tanti, troppi patemi accusati. Discutibile l’espulsione di Marrone, meno quella rimediata da Henderson: in Italia troppa foga agonistica può rivelarsi controproducente. Servirà di lezione. Da rivedere Tello, apparso un pesce fuor d’acqua. Vedere alla voce passaggi fuori misura.

UNIONE – Una vittoria avrebbe potuto aprire scenari incredibili, ma il pareggio non li allontana del tutto. Molto dipenderà dai risultati che matureranno dagli altri campi e li si capirà il peso di questo 1-1. Vedremo. In tutto ciò rimane un dato di fatto incontrovertibile: della prestazione di ieri bisogna essere orgogliosi, questa squadra adesso va sostenuta nella fase più delicata ed a prescindere dall’esito che riserverà la stagione regolare. Solo l’unione può abbattere ogni ostacolo verso un grande obiettivo.





About Domenico Brandonisio 2279 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*