Magrì (presid. V.Francavilla): “Sarà una partita speciale ed emozionante. Domani mi aspetto un Bari agguerrito…”



Nella puntata odierna della trasmissione “Fever of Bari” condotta da Marcello Mancino, in diretta su Media Tv ,  è intervenuto telefonicamente Antonio Magrì, presidente della Virtus Francavilla.

Presidente come vive la vigilia della sfida in programma domani alle 17.30?
“E’ una vigilia speciale perché sarà una partita storica. Nella storia della mia società non c’è mai stata una sfida contro il Bari, neanche in amichevole. Viviamo il match con trepidante attesa; sarà uno scontro dalle grandi emozioni. Stadio sold-out da stamane in tutti i settori a causa ,anche , della poca capienza. Il settore ospiti (500 posti) è stato polverizzato in pochissime ore.”

Imprenditore di successo, lei è  da diversi anni nel mondo del calcio, avete portato Francavilla in serie C, quanto è orgoglioso di questo successo?
E’ il nono anno che faccio calcio, son molto orgoglioso di esser partito dalla 1’ categoria dai campi polverosi  e impraticabili per  arrivare nel calcio professionistico, questo è il mio  4’anno di Lega Pro. Una fortuna, domani, affrontare una squadra blasonata come il Bari. Spero sia presente anche Luigi DeLaurentiis, mi auguro e mi piacerebbe conoscerlo di persona.”

Bari, cantiere aperto, anche domani Cornacchini schiererà la squadra con un  3-5-2.Che squadra si aspetta domani?
“Domani mi aspetto una squadra agguerrita perché al momento è sotto pressione causa vari malcontenti e risultati non del tutto positivi; ci si aspettava di più ma conosco la serie C da 4 anni e ho visto che tante corazzate , (Catania  Lecce), hanno avuto molte difficolta all’inizio dei campionati. Anche se sulla carta il Bari e di assoluto valore si adatterà pian piano a questo campionato; per loro è una partita importante e vorranno un solo risultato; noi invece dalla nostra abbiamo una maggiore tranquillità che ci farà affrontar meglio la gara sotto il punta di vista emotivo. “

Come si possono commettere errori arbitrali come quelli capitati a Catania, proprio ai danni della sua squadra?
“Credo che occorra maggiore competenza, questo dirò il 30 Settembre alla riunione di tutti i club di Lega Pro e arbitri. Occorre anche maggiore capacità di dialogo, molte squadre hanno subito torti clamorosi. Abbiamo preso multe e squalifiche , oltre il danno la beffa, credo che ci voglia formazione e maggiore capacità di interazione della classe arbitrale anche quando ci son degli errori perché gli arbitri son uomini e possono sbagliare, ma a volte affrontare un dialogo e ascoltare entrambe le parti non farebbe male.”





About Tommaso Memola 141 Articoli
Collaboratore ed aspirante Pubblicista. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio di Bari e Provincia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*