La chiosa di Bianco: «Guai a cullarsi, a Pagani ci aspetta un altro esame! Servirà metterci qualcosa in più agonisticamente…»



In vista dell’imminente impegno a Pagani, ad analizzare il momento dei biancorossi è stato Raffaele Bianco, intervenuto ai microfoni di Telebari, media partner ufficiale della SSC Bari.

«Veniamo da due prestazioni molto positive – ha esordito il 33enne campano – ma guai a cullarsi perché sabato ci aspetta un altro esame. Avremo bisogno di mettere in campo un’altra prestazione importante su un terreno che già lo scorso anno ci ha creato non pochi problemi contro un avversario che, come tutte, giocherà alla morte. Dovremo dare continuità alle nostre prestazioni, di conseguenza verranno i risultati. Sappiamo che contro di noi gli avversari cercano di fare la partita della vita, è normale che sia così, a maggior ragione quando andiamo fuori casa. Ci stiamo preparando bene, sappiamo che, al di là del nostro valore tecnico, servirà metterci qualcosa in più dal punto di vista agonistico per spuntarla su questo tipo di campi».

Il numero #5 dei galletti ha quindi sottolineato gli enormi progressi che la squadra può ancora far registrare: «Abbiamo molti margini di miglioramento, il nostro processo di crescita non è ancora completo anche se, da qualche partita, stiamo salendo di livello nel gioco e nelle prestazioni. A livello personale è ovvio che posso migliorare a livello fisico come nella continuità in partita e nello stare in campo in questo modulo. Ma sono i miglioramenti della squadra che risulteranno determinanti: prestazioni, cattiveria sotto porta, essere tutti il più concreti possibile. Il Bari lotta per il primo posto e dovremo cercare di fare bottino pieno in queste partite che mancano alla sosta, sperando di poter recuperare su chi sta davanti e sta facendo davvero cose importanti».

L’ultima battuta del centrocampista casertano ha riguardato il particolare periodo che tutti stanno vivendo: «E’ vero che è stato fino ad ora un anno davvero particolare, trovare aspetti positivi non è semplice, ma anche nella difficoltà abbiamo riscoperto il piacere di stare in famiglia. Io ad esempio ho potuto e sto continuando a godermi la crescita dei miei figli, è una cosa impagabile».





About Redazione barinelpallone 3233 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*