Il Bari doma i lupi e torna alla vittoria. Contro l’Avellino decidono Marras, Celiento e Antenucci. Ternana a -7…



BARI – Nella sedicesima giornata del girone C del campionato di Serie C, il Bari supera l’Avellino per 4-0 grazie agli acuti di Marras, Celiento e Antenucci (doppietta). I biancorossi capitalizzano un avvio di gara fulminante che consente ai padroni di casa di segnare i primi 3 gol nell’arco di 25 minuti e ringraziano il suo bomber numero 7 per il quarto sigillo, arrivato poco prima dell’intervallo. La prestazione dei galletti è decisamente più convincente rispetto a quella offerta contro la Vibonese domenica scorsa e nella prossima trasferta di Palermo, l’ultimo impegno del 2020 in programma mercoledì pomeriggio, i pugliesi avranno la possibilità di avvicinare ulteriormente in classifica la Ternana che oggi pareggia in casa contro la Turris.

LE FORMAZIONI
Mister Auteri deve fare a meno degli squalificati De Risio, Montalto e Sabbione oltre che degli indisponibili Citro e Minelli. In difesa torna a destra Celiento, mentre Ciofani agisce al centro, affiancato a sinistra da Di Cesare. A centrocampo giostra la coppia Maita-Lollo, con Semenzato e D’Orazio a spingere sulle fasce. D’Ursi completa il tridente offensivo, composto anche da Antenucci e Marras.
Mister Braglia deve rinunciare agli indisponibili Errico, De Francesco e Laezza, ma può contare sul rientro di Bruzzo. Il tecnico toscano propone il 4-4-2 e affida a Dossena e Miceli il centro della difesa, affiancati da Ciancio e Silvestri L.. A centrocampo ci sono D’Angelo e Aloi, mentre in attacco Fella vince il ballottaggio con Bernardotto per supportare Santaniello. L’ex Maniero non è al meglio e parte dalla panchina.

LA GARA
L’Avellino si fa vedere subito in apertura dalla parti di Frattali con D’Angelo che irrompe in area e manda alto di testa da posizione favorevole sul traversone di Tito. Risponde al 5’ Marras con una staffilata dalla distanza leggermente fuori misura. Gli ospiti sono molto aggressivi e tornano al tiro con Aloi che spedisce al lato da fuori area. Al 14’ il Bari però la sblocca. Lollo pressa Aloi e la palla finisce dalle parti di Marras che la mette alle spalle di Forte con un tocco felpato. I galletti non si accontentano e dopo soli 2 minuti raddoppiano con Celiento che, ispirato da Marras, approfitta di un’indecisione difensiva tra Silvestri e Miceli e trova di misura l’angolino. Al 25’ D’Ursi apre bene per Maita e l’ex Catanzaro s’invola in contropiede, vede Marras in perfetta solitudine e lo serve permettendogli di presentarsi davanti a Forte che lo atterra. Per l’arbitro è rigore e dal dischetto stavolta Antenucci non sbaglia firmando il 3-0. Gli ospiti sembrano tramortiti dall’avvio fulminante degli avversari e trovano solo al 38’ l’occasione per impensierire Frattali con un tocco da posizione ravvicinatissima di D’Agelo al 38’ con il portiere barese che respinge in angolo. Tutto finito prima della pausa? Neanche per idea, visto che la squadra di mister Auteri al 41’trova il quarto gol, ancora con Antenucci che si attiva sul filo del fuorigioco e trafigge l’estremo difensore irpino in uscita disperata.
Il Bari si ripresenta in campo nella ripresa con Perrotta al posto di Di Cesare, ma il copione non cambia. In apertura i pugliesi si rendono pericolosi prima con una triangolazione tra Antenucci e Maita, interrotta dall’uscita  tempestiva di Forte, poi con un diagonale di D’Orazio che termina di poco al alto e infine con D’Ursi che è lestissimo ad intercettare un angolo di Marras e a centrare in pieno la traversa. Il cospicuo vantaggio suggerisce ad Auteri di far rifiatare anche Marras, Antenucci, Maita e Celiento che escono dal campo progressivamente per far entrare rispettivamente Candellone, Simeri, Bianco e Corsinelli. Al 25’ i biancoverdi provano a realizzare il gol della bandiera, ma Aloi riesce solo a sfiorare l’incrocio dei pali con una punizione dal limite. Clamorosa è invece l’occasione che capita sui piedi del nuovo entrato Bruzzo che sparacchia incredibilmente alto con tutto lo specchio della porta a disposizione davanti a sé. Non fa meglio Candellone al 37’ quando percorre palla al piede circa una cinquantina di metri prima di farsi deviare in corner la conclusione da Forte. Prima del recupero, è l’ex Maniero, subentrato in precedenza a Fella, a mancare di un soffio il 4-1 con un destro potente sul quale l’estremo difensore di casa ci mette miracolosamente ancora una pezza. Al gol gli irpini arrivano però a pochi istanti dal triplice fischio con Bernardotto che arriva per primo su una corta respinta di Frattali sulla conclusione di Rizzo.
Nel frattempo la Ternana pareggia 2-2 contro la Turris e la distanza in classifica tra i galletti e le fere si riduce a 7 lunghezze, con la prospettiva per il Bari di sfruttare al meglio il prossimo turno di riposo degli umbri per accorciare ulteriormente.

Tabellino
BARI-AVELLINO 4-1
BARI
(3-4-3): Frattali; Celiento (dal 25′ st Corsinelli), Ciofani, Di Cesare (dal 1′ st Perrotta); Semenzato, Maita (dal 17′ st Bianco), Lollo, D’Orazio; Marras (dal 11′ st Candellone), Antenucci (dal 11′ st Simeri), D’Ursi. A disposizione: Marfella, Liso, Andreoni, Hamlili. Allenatore: G.Auteri.
AVELLINO
(4-4-2): Forte; Ciancio, Dossena, Miceli, Silvestri L.; Adamo (dal 12′ st Silvestri M.), Aloi (dal 30′ st Rizzo), D’Angelo (dal 13′ st Bruzzo), Tito; Fella (dal 17′ st Maniero), Santaniello (dal 17′ st Bernardotto). A disposizione: Pane, Leoni, Pizzella, Rocchi, Nikolic, Burgio, Errico. Allenatore: P.Braglia.
ARBITRO:
sig. M.Ricci della sez. di Firenze. Assistenti: Salvatore E.Buonocore della sez. di Marsala e F.Pragliola della sez. di Terni.
RETI:
al 14′ pt Marras (B), al 16′ pt Celiento (B), al 26′ pt Antenucci rig. (B), al 41′ pt Antenucci (B), al 48′ st Bernardotto (A).
AMMONITI:
Ciofani, Lollo e D’Ursi (B); Forte, Ciancio e Fella (A).
NOTE:
cielo coperto, terreno in buone condizioni; angoli: 4-2 per l’ Avellino; recuperi: 1′ pt e 4′ st.; gara giocata senza pubblico per protocollo anti Covid.





About Tommaso Di Lernia 563 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*