Palermo-Bari, le pagelle dei biancorossi: Di Cesare grande personalità, D’Ursi egoista…



Obbiettivo mancato per il Bari che ha dovuto accontentarsi del pareggio. Ancora una volta sono stati evidenziati i due punti deboli: approccio incerto e incapacità di chiudere la gara.

Peccato, é stata un’altra occasione sciupata. Occorreva maggiore rabbia e convinzione nell’affrontare una gara definita da tutti molto importante anche se non dcisiva.

Fra qualche giorno riapre il mercato e appare opportuno qualche ritocco in difesa (si soffre troppo) e in attacco, reparto nel quale i biancorossi non reggono il confronto con le più prolifiche punte della Ternana.

Diamo un voto ai biancorossi schierati da mister Auteri a Palermo.

FRATTALI
6semaforo_verde
  Il portiere è stato attento per 88 minuti, annullando 2 palle-gol agli attaccanti siciliani, ma non è riuscito a evitare il pareggio sul bolide di Lucca da oltre 25 metri che si è infilato all’incrocio dei pali. INCERTEZZA FATALE
CELIENTO
6semaforo_verde
  Il mister lo ha rischiato, ma dopo meno di un’ora è stato costretto a sostituirlo per il riacutizzarsi del malanno accusato domenica scorsa. Ha limitato il suo raggio d’azione. FA MURO
SEMENZATO
6semaforo_verde
  Come domenica scorsa è subentrato a Celiento ed ha preso il posto di Ciofani sulla fascia destra, ma non ha avuto quasi mai mai la possibilità di fornire una spinta efficace. DILIGENTE
SABBIONE
6,5semaforo_verde
  Se l’è vista con uno spilungone come Saraniti ed è riuscito a frenarlo, impedendogli di portare pericoli alla porta di Frattali. DI CARATTERE
DI CESARE
6,5semaforo_verde
  E’ stato ancora una volta il padrone dell’area di rigore biancorossa. Ha spazzato via tanti palloni, annullando una palla gol siciliana al 10′ della ripresa, ha combattuto come un leone, rimediando un paio di botte notevoli e non si è mai arreso. GRANDE PERSONALITA’
CIOFANI
6,5semaforo_verde
  Le proiezioni sulla sua fascia di Crivelli e Luparini gli hanno consigliato prudenzialmente di limitare la spinta. Dopo l’uscita di Celiento è passato sulla linea estrema difensiva. TUTTOFARE
MAITA
6semaforo_verde
  E’ stato autore di una prestazione appena sufficiente e la squadra chiaramente ne ha risentito. Ha sofferto il pressing avversario e spesso non ha trovato lo spazio per avviare l’azione. SOTTOTONO
DE RISIO
6semaforo_verde
  Anche lui è stato “soffocato” dai raddoppi e dal continuo movimento dei centrocampisti siciliani. Costretto a liberarsi subito della palla ha commesso errori nell’impostazione. SI VEDE POCO
BIANCO
S.V.semaforo_giallo
  E’ subentrato al 48′ a De Risio per dare un tocco di vivacità al centrocampo ma il tempo a disposizione era davvero troppo poco.  
D’ORAZIO
6semaforo_verde
  Ha fornito una buona spinta sulla fascia sinistra, alternandosi con D’Ursi. Gli è capitata sul piede anche una palla gol importante per sbloccare il risultato dopo un quarto d’ora ma l’ha sciupata. VOLENTEROSO
MARRAS
6,5semaforo_verde
  E’ diventato ormai un punto fermo dell’attacco biancorosso. E’ sempre in movimento, salta spesso l’uomo ed è capace di servire palloni d’oro in area per i compagni. MOTO PERPETUO
CANDELLONE
S.V.semaforo_giallo
  Auteri l’ha mandato in campo al posto di Marras a recupero già iniziato, ha toccato un paio di palloni ma nulla di più.  
ANTENUCCI
6,5semaforo_verde
  Ha giocato spesso più largo nel tentativo di trovare gli spazi nello schieramento avversario. Ha cercato lo scambio con i compagni ma non è mai arrivato al tiro, salvo una punizione in apertura di ripresa. NON TROVA LO SPUNTO
SIMERI
S.V.semaforo_giallo
  Ha sostituito Antenucci in pieno recupero ma in poco più di 3 minuti non poteva fare di più.  
D’URSI
6semaforo_verde
  Si è mostrato grande opportunista quando nel finale del primo tempo ha saputo sfruttare un doppio rimpallo tra i difensori palermitani su tiro di Marras, ma alla mezzora della ripresa ha sprecato un’occasione d’oro cercando il gol e trascurando i compagni smarcati davanti alla porta. EGOISTA
LOLLO
6semaforo_verde
  Ha giocato l’ultimo quarto d’ora, in sostituzione di D’Ursi, richiamato dopo il mancato raddoppio. Ha rinforzato il centrocampo, chiaramente in sofferenza nel confronto con i centrocampisti siciliani. LAVORO SPORCO
Allenatore: AUTERI
6semaforo_verde
  Non è riuscito a motivare la squadra che ha evidenziato un approccio ancora una volta “molle” lasciando l’iniziativa agli avversari per i primi 10 minuti. Il mister ha detto di aver cambiato il riscaldamento prima della partita proprio per evitare rischi, ma c’é ancora da rivedere qualche cosa. Nella ripresa, poi, i biancorossi non hanno chiuso la gara, hanno corso qualche pericolo e sono stati puniti nel finale dall’eurogol su punizione. Non é riuscito neppure il tentativo di buttare nella mischia tutti gli attaccanti disponibili. La squadra é apparsa stanca sul piano fisico e mentale. SQUADRA STANCA
Arbitro: Sig. FELICIANI
6,5semaforo_verde
  Non è stata una gara facile a causa del grande nervosismo che ha coinvolto numerosi giocatori e la panchina siciliana. Ha mostrato i cartellini gialli a Antenucci, a 3 giocatori di casa e all’allenatore Boscaglia, ha espulso un componente della panchina e ha dovuto calmare Odjer da un attacco isterico. Ha mostrato grande polso. AUTORITARIO





About Peppino Accettura 364 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

2 Comments

  1. Io non capisco perché gli fanno ancora le domande. È ovvio che lui le risposte non le ha. Ogni partita che non va, e adesso sono veramente tante, accampa delle scuse inverosimili.
    La verità è che Non un campionato mediocre, la squadra continua a non avere una tenuta atletica insufficiente, un gioco inesistente e dei cambi a dir poco inutili.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*