Cianci: «Mi sembra di sognare! Dobbiamo portare il Bari via da questa categoria…»



«Mi sembra di sognare, sto provando sensazioni inspiegabili». Così si è presentato Pietro Cianci, nuovo attaccante del Bari, giunto ufficialmente in giornata nel capoluogo pugliese dove è nato 24 anni fa.

Lui è del Borgo Antico, e ha spesso ripetuto di essere un tifoso dei galletti sin da piccolo. Una piccola favola che finalmente trova il suo lieto fine.

La punta pugliese ha confermato tutto ciò in una breve intervista riportata sui canali ufficiali del sodalizio biancorosso: «L’ho detto tante volte: per un barese, giocare con questa maglia, è un sogno che si avvera. Camminare sull’erba del San Nicola, dove da piccolo facevo il raccattapalle, è da brividi; fa effetto vederlo vuoto, ma è sempre un’emozione forte».

La volontà di fare bene è grande da parte dell’ex Potenza: «Cercherò di dare il massimo ed è ovvio che le motivazioni siano fortissime. Spero di riuscire a ripetermi dopo una buona prima parte di stagione a Potenza e magari fare anche meglio con la maglia biancorossa».

L’attaccante si ritroverà in squadra il capocannoniere del girone, che proprio domenica scorsa l’ha superato nella particolare classifica dei bomber con la doppietta rifilata nel derby contro il Francavilla: «In squadra c’è un certo Antenucci, un fuori categoria che con il Bari sta facendo la differenza, ma al di là dei gol che potremo fare, sarà importante portare il Bari via da questa categoria».

Le ultime parole sono cariche di motivazione: «Sono contento e tranquillo. Ho conosciuto il DS e il mister e ora non vedo l’ora di iniziare a lavorare con i nuovi compagni. Dovremo farci trovare pronti ogni domenica e approfittare se davanti faranno passi falsi». 





About Redazione barinelpallone 3238 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*