Bari, bentornata vittoria! Cianci regala i tre punti nel derby contro un ottimo Monopoli…



BARI – Nel turno infrasettimanale della 25° giornata del girone C di serie C il Bari targato Carrera centra un’autentica vittoria “scacciacrisi” nel derby contro il Monopoli e deve ringraziare l’abilità realizzativa di Pietro Cianci che entra nella ripresa, facendo il suo esordio in maglia biancorossa, e decide la sfida con un provvidenziale colpo di testa. C’è da premettere che la prova dei galletti non è trascendentale, soprattutto nel primo tempo. Il gioco è ancora poco fluido e l’imprevedibilità non sembra ancora essere il pezzo forte di una squadra che però, al contrario di altre volte, ci crede fino all’ultimo e getta il cuore oltre l’ostacolo. Il cammino da fare è ancora molto lungo, è evidente, e per il nuovo tecnico si prospetta un lavoro certosino e approfondito, ma cominciare con i tre punti può solo far ben sperare.

LE FORMAZIONI
Mister Carrera deve fare i conti con ben 6 indisponibili. In difesa sono assenti lo squalificato Sabbione e l’infortunato Di Cesare, mentre Celiento non è ancora al meglio. Il mister decide quindi di schierare un assetto a 4 nel quale Perrotta e Minelli sono i centrali, con Ciofani e Sarzi a presidiare le fasce. A centrocampo, viste le contemporanee defezioni di Andreoni e Rolando, il tecnico biancorosso schiera i due mediani Lollo e Bianco, mentre a Maita è dato il ruolo di mente pensante del trio posto alle spalle del terminale offensivo. Sugli esterni ci sono invece Marras e D’Ursi mentre, considerando l’assenza di Antenucci e Citro e il recupero solo all’ultimo di Cianci, è Candellone a fungere da unica vera punta.
Mister Scienza deve rinunciare ancora all’infortunato Currarino, al quale si aggiungono anche gli indisponibili Arena, Bunino, Nicoletti, Steau e Spadoni. Il tecnico biancoverde propone il suo solito 3-5-2 con Riggio, Bizzotto e Mercadante nel reparto arretrato. In cabina di regia agisce Vassallo, affiancato da Piccinni e Paolucci, mentre Tazzer (che vince il ballottaggio con Viteritti) e Zambataro (preferito a Guiebre) sono chiamati a coprire le corsie laterali. Nella coppia d’attacco trovano posto Soleri e Starita (che vince il ballottaggio con De Paoli).

LA GARA
In avvio di gara le due formazioni si studiano anche se il ritmo è tutt’altro che blando. La prima azione da gol la costruiscono gli ospiti, apparsi da subito più intraprendenti: all’11’ Paolucci serve Tazzer con una rovesciata acrobatica in area e il numero #31 monopolitano, dopo aver stoppato la sfera, scaglia un destro insidioso che colpisce il palo a Frattali battuto.  Il Bari risponde con D’Ursi che ci prova su punizione dalla distanza al 22’, ma la palla si alza troppo. L’azione dei biancorossi è sempre troppo compassata e prevedibile e bisogna aspettare il 35’ per vedere una bella manovra di Marras che recupera palla al limite, penetra in area, si decentra e crossa verso D’Ursi, ma la mira dell’attaccante appostato all’altezza del dischetto anche in questo caso è imprecisa. Negli ultimi minuti del primo tempo la squadra di mister Carrera va un po’ in difficoltà per la pressione offensiva avversaria, a dimostrazione di una serata che stenta davvero a decollare.
Dopo l’intervallo il Bari si ripresenta in campo con De Risio al posto di Lollo e Marras cade subito in area, ma rimedia solo un ammonizione per simulazione che gli costerà la squalifica in quanto già diffidato. I galletti non riescono ancora ad ingranare e Carrera pensa sia giunto il momento di far esordire Cianci che sostituisce uno sterile, seppur volenteroso, Candellone. Al 26’ ci prova con un rasoterra D’Ursi senza però impegnare eccessivamente Satalino. Il numero #11 di casa è in vena e si fa apprezzare con una bella azione sulla sinistra che però frutta solo un angolo. E’ questo il momento migliore dei baresi che cambiano ancora fisionomia alla mezzora con l’ingresso in campo del giovane Mercurio e di Semenzato al posto di Maita e Sarzi. Al 37’ arriva la svolta. De Risio lancia in mezzo una bella palla e Satalino non esce in maniera felice: la sfera arriva a Cianci che anticipa Mercadante e deposita in rete di testa nonostante il disperato tentativo di salvataggio di Bizzotto. La felicità del centravanti, nato a barivecchia, e dei suoi compagni è incontenibile. I minuti di recupero sono vibranti, con i gabbiani protesi in attacco alla ricerca vana del pareggio. Al triplice fischio del signor Colombo, per il Bari è tempo di esultare. Finalmente i biancorossi riassaporano il gusto della vittoria e per il momento va bene anche così, nonostante l’Avellino strapazzi il Foggia e difenda il secondo posto soffiato qualche giorno fa proprio al Bari. La Ternana è invece con un piede e mezzo, forse due, in serie B.

Tabellino
BARI-MONOPOLI 1-0
BARI (4-2-3-1): Frattali; Ciofani, Minelli, Perrotta, Sarzi (dal 31′ st Semenzato); Lollo (dal 1′ st De Risio), Bianco; Marras, Maita (dal 31′ st Mercurio), D’Ursi; Candellone (dal 23′ st Cianci). A disposizione: Marfella, Fiory, Celiento, Colaci, Pinto, Dargenio, Rutigliano, Daugenti. Allenatore: M.Carrera.
MONOPOLI (3-5-2): Satalino; Riggio, Bizzotto, Mercadante; Tazzer (dal 31′ st Viteritti), Piccinni (dal 38′ st Liviero), Vassallo (dal 21′ st Iuliano), Paolucci, Zambataro; Soleri, Starita (dal 21′ st De Paoli). A disposizione: Oliveto, Taliento, Basile, Guiebre, Isacco, Alba, Nina. Allenatore: G.Scienza.
ARBITRO: sig. A.Colombo della sezione di Como. Assistenti: A.Salama della sez. di Ostia Lido e F. Valente della sez. di Roma 2.
RETI: al 37′ st Cianci (B).
AMMONITI: Minelli, Marras e De Risio (B); Bizzotto, Paolucci e Iuliano (M).
NOTE: serata fredda, campo in buone condizioni; angoli: 5-3 per il Bari; recuperi: 0′ pt e 4′ st; partita giocata senza spettatori per protocollo anti covid.





About Tommaso Di Lernia 563 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*