LA PRESENTAZIONE DELLA GARA E PRECEDENTI: Bari (quasi) al completo nel derby con il Foggia…



Finalmente pare che stia per concludersi il periodo dell’emergenza. Carrera può disporre ora di quasi tutta la “rosa”, ad eccezione del capitano Di Cesare, avviato comunque al pieno recupero, dello squalificato Bianco e del lungodegente Andreoni.

Tanta abbondanza, dopo il ricorso obbligato ai giovani della “Berretti”, non può che rendere felice il mister biancorosso. Soprattutto il ritorno di Antenucci e Rolando, che ancora non hanno giocato con Carrera in panchina, può aprire nuove prospettive alla squadra che negli ultimi tempi era apparsa giù di tono, scarica, incapace di offrire prestazioni a quei livelli, tecnico e agonistico, che è lecito attendersi da una formazione partita con l’obbiettivo della promozione.

Ora il Bari deve segnalare un’inversione di tendenza: è necessario tornare al successo con continuità perché bisogna riconquistare e difendere il secondo posto dall’Avellino, obbligato al turno di riposo, ciò che renderà più veritiera la classifica considerato che domenica sera le 4 formazioni alle spalle della Ternana, e cioè Avellino, Bari, Catanzaro e Catania, avranno disputato lo stesso numero di partite.

E i biancorossi dovranno anche riscattare l’incredibile sconfitta dell’andata, che ha segnato un momento fondamentale nel cammino del Bari che alla vigilia del derby era a quota 14 punti, alla pari con Teramo e Avellino, alle spalle della Ternana che guidava la classifica con 15 punti. La battuta d’arresto consentì agli umbri di isolarsi in vetta alla classifica e poi, due giornate dopo, la squadra di Lucarelli guadagnò altri 3 punti nello scontro diretto al “San Nicola” grazie alla sciagurata prestazione dei biancorossi.

Il Foggia, dopo un avvio faticoso a causa della ritardata ammissione alla categoria, proprio grazie al successo sul Bari ha vissuto una lunga fase di esaltazione fino ad arrivare ad insediarsi alla fine del girone di andata al 5° posto. Nel ritorno, però, la squadra di Marchionni ha subìto una rilevante involuzione: in 7 gare ha segnato solo 2 reti, è a secco da 352 minuti ed ha perso le ultime 3 partite consecutive. E’ quindi facilmente immaginabile quale sia la voglia di riscatto dei rossoneri che sperano di riprendere la marcia proprio a partire dal derby.

I giocatori  che sono andati in gol sono soltanto 8 in 26 giornate, come il Palermo, ed è record negativo per il girone C. In 3 ha realizzato il 70 per cento di tutte le reti dei satanelli: Curcio 9 gol (5 rigori), Rocca (2 rig.) e D’Andrea 5 reti. Gli altri sono Dell’Agnello (3), Vitale (2), Del Prete, Garofalo e Germinio (1). Particolare curioso: i rigori a favore sono stati 8 (1 solo sbagliato) come pure sono stati 8 quelli a sfavore.

I precedenti a Bari tra biancorossi e rossoneri sono tanti, ben 23, e i primi risalgono agli anni antecedenti alla seconda guerra, tornei di B 1933/34 e 1934/35. Sono ripresi poi nel 1951 in serie C. Complessivamente il Bari ha ospitato il Foggia 2 volte in serie A (1 vittoria e 1 sconfitta), 13 in B (6 successi, 5 pareggi e 2 sconfitte), 2 in C (1 vittoria e 1 sconfitta), 2 in D (2 successi) e 6 in Coppa Italia (4 vittorie  e 2 sconfitte). In totale i biancorossi hanno realizzato 42 gol e ne hanno subìti 27.

La gara sarà diretta dal sig. Ermanno Feliciani, iscritto alla sezione di Teramo. Ha esordito in Lega Pro tre anni e mezzo fa, esattamente il 10 settembre 2017 nella partita del girone B Sudtirol-Fermana 2-2. Complessivamente ha diretto 51 partite, delle quali oltre la metà, precisamente 27, si sono concluse con il successo delle formazioni impegnate in casa. I pareggi  sono stati 14 e le vittorie in trasferta appena 10, a conferma della caratteristica di arbitro “casalingo”.  In totale ha mostrato 211 volte il cartellino giallo, ha espulso 13 giocatori, 8 per doppia ammonizione e 5 per rosso diretto, ed ha concesso 13 rigori. In questa stagione è stato designato già 11 volte, 3 nel girone A, pure 3 nel girone B e 5  nel girone meridionale: Ternana-Catanzaro 5-1, Avellino-Catania 1-2, Ternana-Catania 5-1e 2 volte il Bari, sempre in trasferta, Monopoli-Bari 0-0 e Palermo-Bari 1-1. Con i biancorossi ha un altro precedente, nel campionato scorso, quando diresse Bari-V.Francavilla 2-0 a febbraio. Non ha mai diretto il Foggia in Lega Pro.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV  da RAI SPORT (can. 57), SKY SPORT (can. 254) e ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca da RADIONORBA. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 15. 





About Peppino Accettura 352 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*