Carrera: «Abbiamo lavorato sugli errori commessi contro il Potenza. Contro la Ternana servirà un Bari più concreto, che sfrutti…»



BARI – Alla vigilia del big match di Terni, Massimo Carrera ha rilasciato alcune brevi dichiarazioni attraverso un breve video pre partita, trasmesso sui canali ufficiali del club. L’allenatore del Bari ha esordito facendo un piccolo passo indietro e tornando sulla sconfitta inaspettata di 7 giorni fa: «E’ accaduto ciò di cui avevo paura e cioè un momento di rilassamento dopo 4 ottimi risultati e 4 discrete prestazioni. Siamo andati in campo pensando che la partita fosse già vinta sulla carta solo perché eravamo il Bari, terzi in classifica, e loro il Potenza, terzultimi. Abbiamo sbagliato solamente l’approccio alla prima parte della gara. Io penso che alla fine l’unica cosa che conti davvero sia vincere. Puoi giocare bene o male, ma in fin dei conti è sempre il risultato a parlare».

Il 56enne di Pozzuolo Martesana ha quindi spiegato come siano andati gli ultimi giorni: «Abbiamo lavorato in settimana sugli errori che abbiamo commesso domenica scorsa cercando di capire i motivi per i quali abbiamo perso. Ci siamo allenati con serenità per ritrovare il feeling giusto in vista della sfida contro la Ternana».

Il tecnico biancorosso ha quindi parlato della Ternana e del difficile banco di prova che aspetta la sua squadra: «E’ una sfida importante, come del resto lo sono tutte le altre. Giochiamo contro la capolista e quindi penso che la gara un po’ più importanza la posso avere. Servirà un Bari più concreto, che sappia capire i momenti della partita e capire come vada aggredito l’avversario, sapendo i loro punti di forza. Loro hanno giocatore di qualità, giocano un buon calcio e sono bravi nelle ripartenze. Una squadra che ha tanti pregi e pochi piccoli difetti che dobbiamo essere abili a cercare di sfruttare».

Contro le fere ritroverà anche Lucarelli: «Ho giocato con lui a Bergamo e so che è un grande professionista, ma anche un giocherellone. Lo saluterò più che volentieri. Speriamo non accada ciò che è successo quando ho rivisto Gallo sette giorni fa (ride n.d.r.)».

Sullo schieramento dei suoi e sull’ipotesi di riproporre il rientrante Maita sulla trequarti, l’ex AEK Atene non ha voluto sbottonarsi eccessivamente: «E’ possibile ipotizzare tutto. Dopo l’ultimo allenamento deciderò come schierare la squadra».

Nel prossimo turno infrasettimanale ci saranno diversi scontri diretti e questo è il punto di vista del mister: «Potrebbe essere quello un momento importante della stagione. Potrebbero verificarsi dei capovolgimenti in classifica. Finché non ci sarà la matematica a dichiarare chi avrà vinto, chi sarà secondo e chi terzo, tutto sarà ancora possibile».

L’ultima battuta ha riguardato la valenza di avere in squadra dei giocatori delle giovanili, nativi anche di Bari: «Penso che sia una cosa importante avere uno zoccolo duro anche se fatto da giovani della città della di appartenenza. Ne abbiamo qualcuno in squadra e li stiamo facendo crescere. Dobbiamo solo trovare il momento giusto per farli giocare senza metterli in difficoltà».





About Tommaso Di Lernia 571 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*