LA PRESENTAZIONE DELLA GARA E PRECEDENTI – Bari: tre partite per verificare se la squadra è competitiva in vista dei playoff…



Sono soltanto 3 le partite che restano da giocare prima dell’inizio dei playoff. Inutile dire che il Bari deve conquistare il maggior numero di punti possibile per riuscire a mantenere la terza posizione, insidiata dal recupero del Catanzaro, o almeno conquistare il quarto posto con il coefficiente più alto, determinato dal rapporto tra i punti e il numero delle partite giocate.

Negli altri due gironi le squadre sono 20 e quindi giocano 38 partite, 2 in più delle meridionali. I 59 punti conquistati in 33 partite portano il Bari in vantaggio rispetto a Lecco (56 punti in 34 gare) e Renate (58/35), entrambe quarte nel girone settentrionale, ma in lieve ritardo, poco meno di 1 punto, rispetto al Modena che nel girone B ha ottenuto 63 punti in 35 giornate.

Ma da queste 3 gare che restano da giocare bisogna capire quale potrà essere, nel mini torneo dei playoff, l’atteggiamento della squadra che nelle ultime partite non ha mostrato certamente continuità, grinta ed entusiasmo.

Carrera sta recuperando gli infortunati: Ciofani è già pronto e a breve potranno rientrare anche Sarzi Puttini e Celiento, e questo è un fatto positivo, ma bisogna guardarsi dal Palermo che fuori casa ha ottenuto 22 punti grazie a 6 vittorie e 4 pareggi, contro solo 6 sconfitte.

La squadra siciliana è impegnata nella lotta per un posto nei playoff ed ha trovato un nuovo assetto dopo la sostituzione di Boscaglia con il vice allenatore Giacomo Filippi, alla prima esperienza di unico responsabile. Dopo una lunga sosta dovuta al rinvio delle partite con Monopoli e Foggia per l’indisponibilità dei giocatori e al turno di riposo, i rosanero sono in serie positiva avendo pareggiato con la Vibonese e battuto la Casertana e il Foggia, nel recupero di mercoledì scorso.     

Il goleador dei siciliani è Lucca, autore 14 reti, più un terzo dell’intero bottino della squadra (36). All’andata fu proprio lui a pareggiare all’89’ annullando il vantaggio biancorosso di D’Ursi. Gli altri marcatori seguono molto staccati: Luperini (5), Saraniti (4), Rauti e l’ex biancorosso Floriano (3) e infine chiudono la lista, con 1 rete a testa, Almici (su rigore), il senegalese Kanoute, l’argentino Santana, Marconi, Valente e Somma. In più va conteggiata l’autorete a favore di Evacuo del Catanzaro.

Il Bari non ha mai ospitato il Palermo in serie C. La storia delle sfide tra biancorossi e rosanero è molto lunga e il primo incontro risale addirittura a 90 anni fa, precisamente al 15 marzo 1931 e si giocò al Campo San Lorenzo (finì 2-1 per il Bari). A guerra appena conclusa, a gennaio 1946, le due squadre erano finite in serie D a seguito della ristrutturazione dei campionati. Poi, a parte 3 gare di Coppa Italia, il Palermo è venuto a Bari per giocare solo in serie A (8 volte) e in serie B (19 volte), con l’eccezione del campionato 1973/74, quando la gara si disputò sul campo neutro di Taranto (0-0). Dunque, questa partita costituisce un “inedito”, purtroppo causato dalle vicissitudini finanziarie delle due società, retrocesse entrambe in serie D non per demeriti sportivi ma per gravi problemi amministrativi. Nelle 32 partite disputate a Bari i biancorossi hanno ottenuto 20 vittorie e 7 pareggi, contro 5 sconfitte, hanno realizzato 43 gol e ne hanno subìti 23.

La gara sarà diretta dal sig. Francesco Cosso, iscritto alla sezione di Reggio Calabria. E’ alla quarta stagione in Lega Pro ed ha esordito il 10 settembre 2017 in Mestre-Gubbio 1-1 nel girone B. Ha arbitrato finora 55 partite di campionato, delle quali solo 14 nel girone meridionale, con il seguente ruolino: 22 vittorie per le squadre di casa, sempre 22 pareggi e 11 successi per le formazioni in trasferta, 236 cartellini gialli, 4 espulsioni per doppia ammonizione e 9 per rosso diretto e infine 26 rigori concessi, quasi 1 ogni 2 partite. Il record delle ammonizioni, ben 9, è stato realizzato nel campionato scorso,  a febbraio 2020, nel corso di Bisceglie-Viterbese 0-1. In 4 occasioni ha concesso due massime punizioni in 90’. In questa stagione è stato designato 14 volte, solo 1 nel girone A (1 pareggio), 8 volte nel girone B (3 vittorie in casa, 2 pareggi e 3 successi in trasferta) e 5 volte nel girone C: Juve Stabia-Cavese 2-0, Paganese-Avellino 1-1-, Monopoli-Avellino 1-1, Teramo-Ternana 2-4 e Palermo-Casertana 2-0.  E’ questa l’unica presenza con la squadra siciliana. Non ha precedenti con il Bari.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV  da SKY SPORTS (canale 256), ELEVEN  SPORTS  e in radiocronaca da RADIONORBA. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 15.       





About Peppino Accettura 358 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*