Il Bari si aggiudica il derby contro il Bisceglie. D’Ursi e Antenucci rispondono a Rocco. Ora testa ai playoff…



BARI – Nell’ultima giornata del girone C di serie C, il Bari batte il Bisceglie in casa per 2-1 grazie alle reti di D’Ursi e Antenucci che rimontano il vantaggio iniziale di Rocco. I galletti chiudono così la stagione regolare con una vittoria di misura che consente loro di confermare il quarto posto in classifica. La prestazione di Di Cesare e compagni è come al solito altalenante, ma nettamente migliore rispetto alle ultime uscite, sebbene non possa essere trascurato che i biscegliesi siano rimasti in inferiorità numerica dal 14’ della ripresa per l’espulsione di Pedrini, spianando di fatto la strada agli avversari.

LE FORMAZIONI
Mister Auteri schiera a sorpresa tra i pali Marfella al posto di Frattali e deve rinunciare in difesa a Sarzi, finendo per scegliere di riconfermare il trio composto da Di Cesare, Sabbione e Perrotta. A centrocampo è ancora assente Andreoni, mentre Bianco non è ancora al meglio, e nella zona nevralgica Maita fa quindi coppia con De Risio (che la spunta ancora su Lollo). L’assetto è completato da Ciofani e Rolando che agiscono sulle fasce laterali. Vista la squalifica di Marras e la lungodegenza di Citro, al centro dell’attacco gioca Cianci, affiancato da Antonucci e D’Ursi.
Mister Bucaro deve rivoluzionare il reparto arretrato per le squalifiche di Priola e Vona e per l’assenza di Hassan, ma può disporre dell’ex Altobello che ha scontato il turno di appiedamento e che però parte dalla panchina. Al centro ci sono Gilli e il giovane De Marino, mentre Tazza e Bassano (preferito al diffidato Giron) presidiano le corsie esterne. Nel cuore del centrocampo agiscono l’altro ex Zagaria e Romizi (che vincono il ballottaggio con gli altri due diffidati Cittadino e Maimone), mentre sulle fasce laterali sono schierati  Sartore e Mansour. Vista l’assenza di Cecconi e Vitale, la coppia d’attacco è infine composta da Rocco e Pedrini (preferito a Makota), con l’ultimo diffidato Musso che parte dalla panchina.

LA GARA
Primo tempo – L’avvio di gara del Bari è decisamente propositivo e produce subito un tiro alto di D’Ursi, ma al primo affondo il Bisceglie passa in vantaggio. Al 5’ Pedrini scende sulla destra, supera in velocità Perrotta e crossa per Rocco che anticipa Sabbione e con un perfetto tap-in di piatto deposita in rete. Ciofani mette in difficoltà Spurio con un cross insidioso al 12’, ma nessun galletto è bravo ad approfittare dell’indecisione dell’estremo difensore. Dopo 3 minuti D’Ursi mette al centro per Cianci che conclude di sinistro al volo senza però centrare la porta. Ci prova anche Perrotta di testa su palla calciata da De Risio dalla bandierina, ma anche stavolta la mira è di poco imprecisa. Al 21’ c’è la risposta dei nerazzurri con Zagaria il cui diagonale genera un brivido lungo la schiena dei padroni di casa prima di spegnersi sul fondo. Poco prima della mezzora Spurio deve ancora intervenire in tuffo sul rasoterra da fuori area di Perrotta e, sul capovolgimento di fronte, Marfella non è impeccabile respingendo la conclusione di Pedrini. La palla è recuperata da Romizi e il capitano stellato dal limite lascia partire un destro a giro che sfiora il palo. Il Bari insiste e Cianci calcia fuori di sinistro, ma bisogna aspettare il 42’ per assistere al pareggio. Maita pesca in area D’Ursi che controlla e firma l’1-1 di potenza.
Secondo tempo – Al ritorno in campo D’Ursi rischia immediatamente di raddoppiare dopo aver scambiato con Antenucci, ma la palla termina oltre la traversa. Marfella si fa ammonire per un intervento falloso fuori area e, sugli sviluppi della successiva punizione, i galletti si salvano al termine di una prolungata mischia a due passi dalla linea di porta. A ridosso del quarto d’ora gli ospiti restano in dieci uomini dopo l’espulsione per doppia ammonizione di Pedrini causata da un fallo su Rolando. Al 21’ Antenucci riceve palla sul centro sinistra da D’Ursi e la tocca d’esterno davanti a Spurio senza però trovare l’angolino opposto. Il Bari non riesce a sfondare e, per dare maggiore agilità alla manovra offensiva, alla mezzora mister Auteri inserisce Mercurio al posto di D’Ursi. Subito dopo è però il nuovo entrato Makota ad andare vicino al raddoppio con un tiro cross dalla destra che sfiora l’incrocio dei pali. Fanno il loro ingresso in campo anche Bianco e Lollo che rilevano rispettivamente Ciofani e De Risio. Al 38’ ci pensa però Antenucci a completare la rimonta. Mercurio effettua un passaggio filtrante per Cianci che serve Bianco, ma il centrocampista è anticipato da Bassano e la palla termina nel raggio d’azione del numero #7 abruzzese: destro preciso e teso e la sfera che si insacca alle spalle del portiere avversario.  Cianci e Rolando fanno posto a Candellone e Semenzato, ma proprio al 45’ una punizione di Romizi è respinta con qualche patema d’animo da Marfella. Dopo 4 minuti di recupero il triplice fischi dell’arbitro, mette fine alle ostilità.
Termina col successo del Bari e ora i biancorossi dovranno concentrarsi sui playoff che dovranno essere affrontati con ben altro piglio. Le potenzialità ci sono, ma in verità fino ad ora sono rimaste tali e non si sono tradotte in prove convincenti.

Tabellino
BARI-BISCEGLIE 2-1
BARI (3-4-3): Marfella; Di Cesare, Sabbione, Perrotta; Ciofani (dal 34′ st Bianco), Maita, De Risio (dal 35′ st Lollo), Rolando (dal 40′ st Semenzato); Cianci (dal 40′ st Candellone), Antenucci, D’Ursi (dal 30′ st Mercurio). A disposizione: Frattali, Fiory, Celiento, Minelli, Manè, Dargenio. Allenatore: G.Auteri.
BISCEGLIE (4-4-2): Spurio; Tazza, Gilli, De Marino, Bassano; Sartore (dal 36′ st Musso), Zagaria (dal 23′ st Ibrahim), Romizi, Mansour; Pedrini, Rocco (dal 24′ st Makota). A disposizione: Russo, Altobello, Barletta, Giron, Goffredo, Cittadino, Zagaria, Casella, Maimone. Allenatore: G.Bucaro.
ARBITRO: sig. M.Monaldi della sez. di Macerata. Assistenti: M.C.Melchiorre della sez. di Orvieto e T.Trasciatti della sez. di Foligno.
RETI: al 5′ pt Rocco (BI), al 42′ pt D’Ursi (B), al 38′ st Antenucci (B).
AMMONITI: D’Ursi, Marfella e Sabbione (B); Zagaria e Spurio (BI).
ESPULSI: al 14′ st Pedrini (BI) per doppia ammonizione.
NOTE: cielo sereno e temperatura moite, terreno in ottime condizioni; angoli: 9-0 per il Bari; recuperi: 0′ pt e 4′ st; partita giocata senza spettatori per protocollo anti Covid.





About Tommaso Di Lernia 563 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*