Ciofani: «Siamo delusi per come sia andato il campionato! Ora dobbiamo però dare una svolta e se facciamo le cose per bene…»

Le dichiarazioni del laterale biancorosso al termine della gara vinta 2-1 contro il Bisceglie



BARI – Nel post gara della sfida giocata al “San Nicola” tra Bari e Bisceglie, terminata 2-1 per i padroni di casa, questa è stata l’analisi a caldo di Matteo Ciofani che ha subito confermato di essere completamente recuperato: «Ho avuto quel problema muscolare che ha un po’ rallentato il mio recupero. Sono passati due mesi dall’infortunio ed ho giocato solo 45 minuti contro il Palermo, però ora sto bene».

Il difensore del Bari non fa mistero dell’insoddisfazione della squadra per come siano andate le cose finora: «E’ inutile nascondere anche la nostra delusione per quello che è successo e per come sia andato il campionato. Tutti pensavano e avevamo la volontà infatti di fare meglio, però non tutte le ciambelle riescono col buco. Arriviamo ai playoff da quarti, ma non è detta l’ultima parola. Abbiamo visto anche altre partite oggi e tutte le squadre hanno fatto fatica».

L’ottimismo è il sale della vita e il 33enne di Avezzano sembra sufficientemente carico in prospettiva playoff: «Ora dobbiamo dare una svolta. Non abbiamo alternative e non possiamo limitarci a sperarlo. Dobbiamo fare di tutto per cambiare marcia. Abbiamo di nuovo cambiato metodo di lavoro e quindi dobbiamo anche un attimo assimilare il tutto, ma sicuramente ci faremo trovare pronti al prossimo appuntamento. Ormai il passato è passato, però adesso c’è un’altra strada per raggiungere il nostro obiettivo, certamente più difficile e più tortuosa, ma è sempre una strada».

Nel derby contro i nerazzurri stellati di mister Bucaro, il Bari ha evidenziato qualche lacuna, ma secondo il calciatore abruzzese non tutto quello che è stato fatto nella stagione sarebbe da buttare: «Come sapete, il gioco di Auteri è fatto molto di scalate e quindi serve coralità. Oggi c’è stata qualche indecisione e abbiamo commesso qualche errore, come in occasione del gol, però avremmo 10 giorni di tempo per ritrovare le nostre certezze e riprendere un po’ quelle distanze che durante l’arco del campionato avevamo trovato. Mi ricordo anche delle buone partite a livello difensivo e delle buone scalate».

Il numero #13 dei galletti ha concluso chiarendo di non avere particolari preferenze su chi affrontare nei playoff: «Una squadra vale l’altra. In questo momento penso che il vero avversario del Bari siamo noi stessi. Se facciamo le cose per bene, non dobbiamo avere paura di nessuno. Se invece dovessimo ripetere qualche prestazione che abbiamo fatto, allora ci sarebbe da preoccuparsi anche affrontando squadre inferiori a noi».





About Redazione barinelpallone 3260 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*