Auteri: «Il Bari è prontissimo! Vogliamo andare avanti nei play-off e non dobbiamo pensare a gestire la gara. Le tensioni…»



BARI – Alla vigilia del match interno che il Bari disputerà domani contro il Foggia alle ore 17:45 e che vale il passaggio alla fase nazionale dei play off, Gaetano Auteri ha incontrato virtualmente i giornalisti per la consueta analisi pre partita. Nella videoconferenza stampa trasmessa sui propri canali ufficiali dal club dalla sala “Gianluca Guido” dello stadio “San Nicola”, queste sono state le prime parole pronunciate dal siracusano: «Il Bari è pronto, anzi prontissimo per questa gara. Abbiamo fatto un buon lavoro, il gruppo è cresciuto complessivamente in questi 20 giorni, ci sono grandi motivazioni e c’è lo spirito giusto. Sono soddisfatto di questo. Vogliamo andare avanti nei play-off e chiaramente la stessa cosa vorranno fare gli altri, ma alla fine il confronto avverrà sul campo e io mi ritengo fiducioso».

L’allenatore del Bari ha poi spiegato meglio da dove derivi il suo ottimismo: «In questo periodo abbiamo ripreso alcuni concetti e li abbiamo sviluppati in allenamento. Ho notato un crescendo anche se poi è chiaro che ci sia sempre qualcuno che dal punto di vista individuale non è al massimo. E’ quindi compito dell’allenatore fare le giuste valutazioni. In questo gruppo ci sono tanti giocatori di grande spessore per cui uno vale l’altro, ma è fondamentale tenere sempre bene a mente i concetti di squadra, l’ordine difensivo, la capacità di proporsi e di giocare un calcio intenso e propositivo. Le tensioni? Vanno gestite. La pressione c’è attorno a noi. Parliamo di una piazza stratosferica come quella di Bari nella quale c’è molta passione».

A chi gli ha chiesto se i rossoneri abbiano un vantaggio dal punto di vista psicologico non avendo nulla da perdere, il 59enne di Floridia ha manifestato qualche perplessità: «Non credo che loro siano così spensierati. Se poi per spensieratezza si intende magari un essere appagati per gli obiettivi raggiunti fino ad adesso, allora è chiaro che obiettivamente c’è da tenere conto che hanno fatto un campionato importante e che alla vigilia del torneo non si ipotizzava un loro piazzamento del genere. Abbiamo analizzato pregi e difetti del Foggia e sappiamo che può essere pericolosa in alcune situazioni, ma noi dobbiamo mantenere sempre l’equilibrio, senza concedere nulla. Dovremmo essere sempre giudiziosi e posizionati bene in campo. Mi aspetto una gara diversa da quella giocata in campionato. Appartiene ad un altro momento storico e le situazioni di quel momento difficilmente potranno essere ripercorse. Quella rossonera è una compagine che da allora è molto cresciuta».

Quanto all’atteggiamento che i suoi ragazzi dovranno mantenere: «Non dobbiamo far conto sulla gestione della gara, perché queste sono partite secche che si giocano, oltre che sul piano tecnico-tattico e fisico, anche sul piano emotivo. Sarebbe difficile cambiare atteggiamento in corsa e quindi giocheremo come sempre, con il giusto atteggiamento di squadra. Il derby è una gara importante per tutti, compreso i tifosi, e dobbiamo solo pensare a fare nostra la partita, senza pensare ai cambiamenti che avverranno in campo e al tempo che passerà, altrimenti sprecheremmo energie mentali inutilmente».

Il tecnico dei galletti si è congedato con qualche riflessione sui singoli: «Andreoni ha delle qualità fisico-atletiche superiori alla media della categoria e, sebbene abbia lavorato in modo intermittente negli ultimi 6-7 mesi, adesso sta bene ed ha superato gli intoppi e le problematiche fisiche che lo hanno afflitto. Sarzi Puttini si sta allenando con continuità da 15 giorni dopo un periodo di stop. Anche lui è cresciuto ed è in grado di fare bene. Per quanto riguarda Cianci, prevedo solo un impiego parziale. Le individualità devono essere comunque sempre rapportate al contesto di squadra».





About Redazione barinelpallone 3233 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*