Bari, parla il DS Polito: «Gruppo molto disponibile. D’Errico? Un top che potrà giocare ovunque! Di Cesare…»



All’inizio della nuova stagione, partita con un pre ritiro in corso di svolgimento in città, è stato il Direttore Sportivo del Bari ha rilasciare la prima intervista.

«In questo primo giorno di lavoro – ha dichiarato Ciro Polito attraverso i canali ufficiali del club – lo spirito è quello giusto. Ho notato la massima disponibilità dei ragazzi che stanno lavorando tutti insieme e si stanno mettendo a disposizione per collaborare con il mister. Questo è un pre ritiro molto free perché ognuno di loro è libero di stare nella propria dimora. Da lunedì si va però in trincea per preparare una stagione che, come sappiamo, sarà difficile e tortuosa».

Il 42enne napoletano ha fatto poi un cenno sul mercato biancorosso: «Come sta accadendo un po’ dappertutto, anche noi abbiamo qualche problematica di mercato. Alcuni giocatori sanno che sono stati messi in uscita, però sono stato chiaro con loro a pretendere il massimo rispetto. L’importante è che ci alleniamo tutti col piglio giusto e poi vedremo nel frattempo cosa succederà».

Nel frattempo la società ha assestato un primo colpo in entrata, contrattualizzando Andrea D’Errico. «A dir la verità – ha precisato a tal proposito l’ex Ascoli – la società mi ha concesso la possibilità di poter intervenire in un momento in cui non si sarebbe potuto in quanto ancora non avevamo fatto chissà cosa in uscita. Eravamo stati chiari circa l’esigenza di effettuare delle cessioni prima di acquistare nuovi giocatori, ma sapevamo che procrastinando l’operazione, sarebbe stata molto difficile portarlo a Bari. Credo che D’Errico sia un top e ho chiesto veramente di fare un’eccezione. Toccherà a me far rientrare la spesa con delle uscite che faremo sicuramente, sebbene con delle difficoltà».

Quanto alle caratteristiche del nuovo arrivato in casa barese: «E’ un giocatore che io vedo nel ruolo di mezzala. Poi, nel corso della stagione, il mister potrà sfruttarlo dove vuole, dalla metà campo in su. Potrà chiedere qualsiasi tipo di disponibilità al giocatore che, essendo un elemento forte, può fare tutto».

L’ultima battuta dell’ex portiere campano ha riguardato il rinnovo di capitan Di Cesare: «Quando sono arrivato qui sapevo che era un giocatore rappresentative  che è stato sempre ben voluto dal gruppo. Per creare una squadra coesa ho stabilito dei punti fermi e secondo me lui deve essere un giocatore importante all’interno. Se poi ci dovesse essere bisogno di dare qualcosa anche in campo, lo farebbe nonostante la sua età. Ha 38 anni, ma è un professionista serio tutto e per tutto il tempo che è stato qui si è allenato. Credo che possa essere molto utile alla causa del Bari».





About Redazione barinelpallone 3282 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*