Mamma mia che Bari! Poker alla Turris ed esame di maturità superato a pieni voti…



I festeggiamenti baresi dopo il 3-2 di Scavone

BARI – Nell’ottava giornata del campionato di serie C, il Bari supera contro la Turris un autentico esame di maturità battendo i campani per 4-2 e confermandosi capolista incontrastata grazie ad un cammino fino ad ora davvero travolgente, contraddistinto da 6 vittorie e 2 pareggi. La compagine biancorossa riesce a pareggiare con Cheddira nel primo tempo dopo il vantaggio ospite in apertura firmato da Giannone, ma Leonetti riporta i corallini avanti prima dell’intervallo. Nella ripresa i galletti si scatenano e vanno in gol con D’Errico, Scavone e Terranova che ribaltano il risultato e regalano 3 punti davvero meritati e preziosi alla propria formazione. La prova dei baresi è davvero da grande squadra, fatta di sacrificio, ordine, personalità e bel gioco, pregi che entusiasmano i quasi 6.000 spettatori del “San Nicola”  e fanno presagire una stagione quanto meno importante.

LE FORMAZIONI
Mister Mignani schiera la solita difesa a 4, con Di Cesare e Terranova al centro e la coppia Pucino e Mazzotta (preferiti rispettivamente a Belli e a Ricci) sulle corsie laterali. A centrocampo c’è da registrare il rientro di Lollo, ma anche le pesanti assenze dell’ancora squalificato Bianco e dell’infortunato Di Gennaro e allora è ancora Maita a rivestire il ruolo di play, affiancato da Scavone e D’Errico. Botta agisce sulla trequarti, a supporto dei terminali offensivi Simeri e Cheddira.
Mister Caneo (assente in panchina per squalifica) deve rinunciare agli indisponibili Lame, Nunziante, Ghislandi e D’Oriano e punta come al solito sul 3-4-3. In difesa ci sono Esempio, Di Nunzio e Manzi, mentre nella zona nevralgica del campo giostrano Franco e Tascone, affiancati da Loreto e Varutti. Il tridente offensivo è invece composto da Giannone, Santaniello e Leonetti.

LA GARA
Primo tempo
– Il Bari parte bene, ma a colpire a freddo è la Turris che all’8′ passa inaspettatamente in vantaggio al primo affondo. Giannone prende la mira dal limite dell’area su un assist di Varutti dalla sinistra e fredda Frattali con un sinistro che si infila proprio all’angolino. I biancorossi non si scoraggiano e provano a rispondere immediatamente: sul tiro dalla bandierina di Botta, Di Cesare colpisce di testa sotto porta, senza però centrare il bersaglio con la palla che termina oltre la traversa. Il pareggio è però nell’aria. Al 21’ Maita serve infatti in area Cheddira che stoppa, elude la guardia di Loreto, si gira e in girata batte sul primo palo Perina a due passi dal portiere avversario. Un minuto dopo i galletti sfiorano anche il raddoppio quando Botta calibra un cross perfetto per Simeri,ma il numero 9 di casa sbaglia il contatto col pallone di testa da posizione favorevole e l’azione sfuma. I pugliesi sembrano indiavolati e si riversano nella metà campo campana con dedizione e determinazione, sciorinando un gioco arrembante. I corallini si confermano però una squadra offensiva e sorniona e al 36’ trovano il modo di siglare il raddoppio. Ancora Varutti si propone sulla corsia mancina, mette al centro e Leonetti di piatto infila ancora una volta Frattali con un rasoterra preciso ed angolato. Anche stavolta i padroni di casa si riversano senza pensarci nella metà campo della Turris e sul traversone di Mazzotta, Cheddira alza troppo la mira incornando troppo da sotto.

I festeggiamenti baresi dopo l’1-1 di Cheddira

Secondo tempo – Dopo l’intervallo, Mignani propone Marras al posto di Simeri e dopo neanche mezzo minuto dalla ripresa del gioco, Botta mette al centro per D’Errico che fulmina Perina siglando il 2-2. Anche stavolta i galletti non sembrano accontentarsi e poco dopo il copione si ripete: traversone di Botta e di testa Cheddira manda alto. Al 9’ è sempre la punta italo marocchina a farsi notare con un’iniziativa personale che si conclude con un destro pericoloso,ma impreciso. All’11’ è Botta a far gridare al gol con un mancino a giro d’alta classe che incoccia la parte superiore dell’incrocio dei pali prima di terminare fuori. I pugliesi insistono e nell’azione successiva trovano il 3-2. Botta centra la traversa e, sul proseguo dell’azione, Cheddira è atterrato in area, ma la sfera termina nel raggio d’azione di Scavone che stoppa di destro e di sinistro la mette in rete. Al 19’ i torresi restano in 10 uomini: Di Nunzio atterra Cheddira lanciato a rete al limite dell’area e per lui c’è il cartellino rosso. Il Bari trova nuovo vigore dalla superiorità numerica e al 21’ Botta su punizione impegna Perina che in tuffo manda in corner. Al 25’ la Turris si rende molto pericolosa con una conclusione di Loreto dalla destra sulla quale Frattali ci mette una pezza: ma sulla ribattuta Tascone prova a centrare il bersaglio e per fortuna Terranova ci mette la gamba e salva il 3-3. Scavone si fa male ad una caviglia ed è costretto ad uscire lasciando il posto a Mallamo. Al 32’ Cheddira si invola ancora verso la porta e Manzi  in scivolata lo anticipa proprio all’ultimo, sebbene ci sia il dubbio che da terra si sia aiutato con un tocco di mano. Al 38’ i galletti fanno poker. Punizione magistrale di Botta e di testa Terranova, posizionato nel cuore dell’area, firma il 4-2. Mignani decide di concedere il meritato riposo a Botta e lo sostituisce mandando in campo Gigliotti. Subito dopo entrano anche Belli e Paponi al posto rispettivamente di Pucino e Cheddira, ma ormai la gara non ha più nulla da dire e termina col trionfo dei galletti.

Tabellino
BARI-TURRIS 4-2
BARI (4-3-1-2): Frattali; Pucino (dal 44′ st Belli), Di Cesare, Terranova, Mazzotta; Scavone (dal 31′ st Mallamo), Maita, D’Errico; Botta (dal 39′ st Gigliotti); Simeri (dal 1′ st Marras), Cheddira (dal 44′ st Paponi). A disposizione: Polverino, Plitko, Celiento, Ricci, Lollo, Antenucci, Citro. Allenatore: M.Mignani.
TURRIS (3-4-3): Perina; Manzi, Di Nunzio, Esempio; Loreto, Tascone, Franco (dal 31′ st Sartore), Varutti; Giannone (dal 22′ st Lorenzini), Santaniello (dal 10′ st Bordo), Leonetti (dal 31′ st Longo). A disposizione: Abagnale, Colantuono, Finardi, Zanoni, Iglio, Palmucci, Giofré, Pavone. Allenatore: L.Salvatore (al posto di B.Caneo squalificato).
ARBITRO: sig. G.Collu della sez. di Cagliari. Assistenti: M.Voytyuk della sez. di Ancona e M.Regattieri della sez. di Finale Emilia.
RETI: al 8′ pt Giannone (T), al 21′ pt Cheddira (B), al 36′ pt Leonetti (T), al 1′ st D’Errico (B), al 12′ st Scavone (B), al 38′ st Terranova (B).
AMMONITI: Gigliotti (B).
ESPULSI: al 19′ st Di Nunzio (T) per fallo su Cheddira in occasione di una chiara azione da gol.
NOTE: cielo piovoso, terreno scivoloso, ma in buone condizioni; angoli: 6-2 per il Bari; recuperi: 0′ pt e 5′ st; spettatori: 5.873 (di cui 141 ospiti).





About Tommaso Di Lernia 612 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*