LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari a Campobasso sul campo di una matricola scatenata nei primi 15’…



A Campobasso il Bari troverà un ambiente molto “caldo” perché i giocatori molisani continuano a lanciare proclami sulla loro volontà di fermare la squadra biancorossa. La società ha persino organizzato la “giornata rossoblu” costringendo pure gli oltre 1.500 abbonati a pagare il biglietto. E sarà sfida anche sugli spalti, dato che è prevista un’affluenza rilevante dei tifosi baresi che dovrebbero acquistare pressoché totalmente la dotazione dei quasi 600 ingressi riservati agli ospiti.

Sul campo sarà un’altra battaglia: il Campobasso si sta rivelando una matricola a sorpresa, come il Taranto. I rossoblu infatti sono nel gruppo delle migliori, un gruppo molto numeroso composto da 10 squadre, tutte raccolte nel breve spazio di 3 punti, alle spalle di Bari e Catanzaro.

La giornata, comunque,  può essere favorevole ai biancorossi perché la classifica potrebbe decisamente sgranarsi, considerato che sono in programma 3 scontri diretti tra 6 delle prime 7 formazioni che inseguono i biancorossi!

E’ evidente che la squadra di mister Mignani dovrà fare la sua parte, migliorando la fase di approccio, perché i rossoblu appaiono temibili in avvio, avendo segnato 5 gol su 10 nel primo quarto d’ora di gioco. I  molisani riescono ad esprimersi meglio fuori casa: al “Nuovo Romagnoli” sono stati sconfitti da Taranto e Fidelis Andria e solo due settimane fa hanno ottenuto i primi punti superando la Paganese. E’ pur vero però che i rossoblu sono reduci da 2 successi consecutivi.

Mignani ha solo il problema di scegliere gli uomini, prevedendo un sostanzioso turno over per affrontare in 8 giorni 3 partite, tutte impegnative perché ci sono i derby contro Foggia e Virtus Francavilla, prima del big match di fine ottobre contro il Catanzaro.

Il Campobasso è stato protagonista di un episodio di fair play che non ha avuto il risalto che giustamente merita. Nella partita in casa con la Fidelis Andria a fine settembre, a metà ripresa i pugliesi erano in vantaggio per 1-0 e un giocatore barese ha mandato la palla fuori per soccorrere l’infortunato Di Noia. Alla ripresa del gioco, dopo la battuta del fallo laterale, l’italo ghanese Tenkorang non ha capito che doveva restituire il pallone ed è scattato nella difesa andriese ferma realizzando il gol del pareggio. I biancorossi hanno inseguito Tenkorang e stava per scoppiare una rissa. Dopo una breve interruzione, l’allenatore Cudini ha dato disposizione ai suoi ragazzi di restituire il gol: Magri ha passato la palla a Bubas che indisturbato ha segnato riportando l’Andria in vantaggio.  

Sono soltanto 4 i giocatori molisani entrati finora nel tabellino dei marcatori. Il capocannoniere è Rossetti, autore di 4 centri, seguito dalla coppia Di Francesco e Tenkorang, che hanno firmato 2 reti a testa. Infine c’è Bontà, che ha realizzato 1 gol. Al totale di 9 marcature va aggiunto l’autogol del Monopolitano Giuebre.

Il Bari ha giocato 7 volte a Campobasso, 3 partite in serie B, 2 in C, 1 in D e 1 in Coppa Italia. Il bilancio è sicuramente positivo, con 2 successi, 3 pareggi e 2 sconfitte. La caratteristica che ha segnato le sfide tra rossoblu e biancorossi è che le due squadre hanno segnato pochissimo. In 630 minuti di gioco il Bari è andato in gol solo 3 volte,  con Penzo e Asnicar a gennaio del 1977 e con Sola a settembre del 1984: La prima trasferta risale a 69 anni fa, a novembre del 1952, in serie D e finì con la sconfitta (0-1) dei biancorossi. Dopo oltre un quarto di secolo, nel 1976 e poi nel 1977 si giocarono altre due gare in serie C. Le altre furosno tutte disputate negli anni ’80, l’ultima a gennaio 1987, e fu la seconda sconfitta per i biancorossi, sempre per 1-0, con un rigore trasformato da Vagheggi. E’ dunque da 34 anni che manca la sfida tra le due squadre, soprattutto a causa delle disavventure dei molisani, la cua società è stata rifondata più volte, ripartendo sempre dai dilettanti.

La gara sarà diretta dal sig. Ermanno Feliciani, iscritto alla sezione di Teramo. E’ considerato un arbitro esperto, considerato che è giunto alla quinta stagione in Lega Pro, dopo aver diretto 45 gare in serie D. Il suo ruolino è il seguente: 59 designazioni, 31 successi per le squadre di casa, 16 pareggi e appena 16 vittorie per le formazioni in trasferta, 253 cartellini gialli, 8 espulsioni per doppia ammonizione e 7 con rosso diretto e 19 rigori concessi. Nella 35^ giornata del campionato scorso, in Arezzo-Vis Pesaro 4-2 (girone B) ha decretato ben 3 rigori in 90’ e in altre 2 occasioni ne ha fischiati 2 nella stessa gara: Ternana-Catanzaro 5-1 (novembre 2020) e Pistoiese-Piacenza 2-0 (novembre 2018). Con il Bari ci sono 4 precedenti, dei quali 3 nei derby: Bari-V: Francavilla 2-0 (febbraio 2020), Monopoli-Bari 0-0 (ottobre 2020), Palermo-Bari 1-1 (dicembre 2020) e Bari-Foggia 1-0  (febbraio 2021). Nessun precedente con il Campobasso, perché i molisani sono tornati in C a fine campionato scorso, dopo un’assenza di 32 anni. Tutta del Nord la terna dei collaboratori: Thomas Miniutti di Maniago e Nicola Tinello di Rovigo, assistenti, e <emanuele  Frascaro di Firenze, quarto ufficiale.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da SKY SPORT (canale 254) e da ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “Nuovo Romagnoli – Selva Piana” (dimensioni m. 105 x 68, capienza 22.000 posti, agibilità 5.600, superficie in erba naturale) è fissato alle ore 14.30.       





About Peppino Accettura 395 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*