LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: immediato riscatto contro il Catanzaro…



Il campionato è giunto a poco meno di un terzo del suo cammino e già si presenta una partita fondamentale, lo scontro diretto tra la prime due della classifica.

“E’ una gara che vale 6 punti” ha dichiarato in settimana,  durante la conferenza stampa, il direttore sportivo biancorosso Ciro Polito.  Ma non è solo questione di punti: le due squadre vengono entrambe dalla prima sconfitta stagionale ed hanno una grande voglia di riscatto. 

In particolare, la prestazione del Bari ha suscitato una certa delusione tra i tifosi che hanno bisogno di sapere che la sconfitta di Francavilla è solo un incidente di percorso.  E la squadra di Mignani deve dimostrarlo proprio contro il Catanzaro, un avversario molto insidioso, che gioca con un centrocampo molto folto, in grado di operare un pressing asfissiante che imbriglia la manovra avversaria. Soprattutto fuori casa i giallorossi giocano molto coperti: hanno segnato poco, solo 4 gol ma hanno mantenuto inviolata la porta nelle 4 gare giocate.

La squadra calabrese, guidata in panchina da Calabro, ha esordito con un successo sul Francavilla, poi ha infilato una serie di 5 pareggi consecutivi che l’ha fatta scivolare al 10° posto, staccata di 6 punti dai biancorossi. Il Catanzaro si è rifatto nelle successive 4 giornate, superando Fidelis Andria e Taranto in casa e vincendo in trasferta a Pagani e Latina. Quindi si é insediato al secondo posto, staccato di 4 lunghezze dal Bari. Le sorprendenti sconfitte rimediate domenica scorsa dalle due squadre non hanno cambiato la classifica.

Di contro, il Bari deve eliminare qualche sbavatura in difesa  evidenziata nelle ultime gare, registrando meglio la fase di copertura a partire dal centrocampo. In realtà ai biancorossi vanno bene due risultati su tre. L’importante è non perdere se diventa impossibile vincere!

Non è difficile comunque prevedere una gara ricca di emozioni, impreziosita dalla presenza degli ex Cianci e Rolando da una parte e Maita e Celiento dall’altra. Mancheranno l’infortunato Di Cesare e De Risio, appena reintegrato.

Tra i biancorossi sono 10 i giocatori andati in gol, mentre sono 8 i giallorossi: il cannoniere è l’argentino Vazquez con 4 centri (2 su rigore), seguito da Carlini con 3 reti (anche lui ha trasformato 2 rigori), che precede il terzetto Cianci (1 rig.), Scognamillo e il belga Vandeputte, tutti a quota 2. Infine hanno realizzato 1 gol ciascuno Martinelli, Rolando e Verna.   

Il Bari ha ospitato sul suo campo 19 volte i calabresi: 13 partite sono state giocate nel campionato di serie B (e sono state 6 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte), 4 gare in serie C (e sono stati tutti successi dei biancorossi) e 2 turni in Coppa Italia (1 vittoria e 1 pareggio). Un’altra partita si è disputata in campo neutro a Lecce, il 3 marzo 1974, finita con la vittoria dei calabresi per 1-0. Le due squadre si trovarono per la prima volta di fronte il 28 aprile 1935, in serie B, e il successo andò al Bari. Le sfide ripresero nel dopoguerra, precisamente nel 1951 e nel 1955, sempre in serie C. Poi iniziò la lunghissima serie di gare nella serie cadetta, inframmezzata da 2 partite in Coppa Italia, e conclusa nel 2006. Le due formazioni hanno poi vissuto momenti di alterna fortuna e si sono ritrovate di fronte, questa volta in serie C, nel 2019 (2-0 con gol di Awua e Antenucci) e nel 2020 (1-0 con rete del solito Antenucci). Complessivamente, sul proprio campo il Bari ha segnato 30 gol e ne ha subiti 11, a parte  la partita in campo neutro.   

La gara sarà diretta dal sig. Daniele Rutella iscritto alla sezione di Enna. E’ alla quinta stagione in Lega Pro, alla quale è stato promosso dopo aver diretto 48 partite in serie D. E’ uno dei più esperti poiché conta ben 62 presenze in serie C e il suo ruolino registra 30 vittorie per le squadre di casa, 17 pareggi e 15 successi per le formazioni impegnate in trasferta, 294 cartellini gialli, 15 espulsioni per doppia ammonizione e 9 per rosso diretto e 17 calci di rigore concessi. Nella partita Gubbio-Padova (0-3) nel girone A nel dicembre 2020 ha stabilito una serie di record personali: 9 cartellini gialli, 2 espulsioni per doppia ammonizione e 2 rigori fischiati. In un’altra occasione ha concesso 2 massime punizioni in 90’ e in 3 partite ha ammonito 8 giocatori. Per una curioso coincidenza ha diretto 2 anni fa, il 23 ottobre 2019, Bari-Catanzaro, conclusa sul risultato di 2-0. Ha arbitrato un’altra volta i biancorossi, in trasferta a Pagani il 5 dicembre dell’anno passato, e fu un altro successo biancorosso per 1-0. Con il Catanzaro si è incrociato ben 4 volte e sono state 3 sconfitte (compresa quella del “San Nicola”) e 1 sola vittoria, contro il Monopoli il 24 febbraio 2019. I collaboratori designati sono Antonio Severino di Campobasso e Mattia Massimino di Cuneo, assistenti, e Daniele Perenzoni di Rovereto, quarto ufficiale.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da RAI SPORT (canale 58), ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 14.00.  





About Peppino Accettura 395 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*