Il Bari vince, ma non convince: Vibonese battuta grazie alle reti di Botta e Antenucci…



BARI – Nella quattordicesima giornata del girone C del campionato di Serie C, il Bari batte per 2-0 la Vibonese grazie alle reti di Botta nel primo tempo e di Antenucci su rigore nella ripresa. Nonostante la vittoria, i galletti non convincono contro l’ultima della classe e nel finale, prima del raddoppio, rischiano di farsi raggiungere. E’ evidente che nel meccanismo qualcosa si sia deteriorato ed è compito di Mignani trovare ora le opportune contromisure per non vanificare quanto di buono fatto fino ad un mese fa.

LE FORMAZIONI
Mister Mignani deve fare a meno in difesa dell’infortunato Di Cesare e dello squalificato Gigliotti. Nel pacchetto arretrato trovano posto nuovamente i terzini Pucino e Ricci (preferiti rispettivamente a Belli e Mazzotta), mentre al centro ci sono Celiento e Terranova. A centrocampo, Bianco è out proprio in extremis per un virus intestinale, ma torna disponibile Maita, che occupa la fascia destra, mentre a sinistra scorazza Scavone con il ruolo di play che è ricoperto da Di Gennaro, lanciato nella mischia dal primo minuto. Botta agisce sulla trequarti, a sostegno della coppia offensiva costituita stavolta da Cheddira e Antenucci (che vincono il ballottaggio con Simeri e Marras).
Mister D’Agostino (sostituito in panchina dal vice Mancino, in quanto squalificato) può contare su tutta la rosa al completo ad eccezione dell’infortunato Spina in attacco. Il modulo tattico proposto è il 3-5-2 che vede in difesa i tre centrali Risaliti, Mahrous e Vergara. Sugli esterni di centrocampo agiscono Fomov (che la spunta su Senesi) e Mauceri, mentre in cabina di regia c’è Cattaneo, affiancato da Basso e Tumbarello. La coppia di punte è composta da Golfo e Persano (preferito a Sorrentino).

LA GARA
Primo tempo
– Sin dalle prime battute il Bari si proietta in avanti, ma riesce ad affacciarsi un po’ più concretamente verso la porta calabrese solo all’11’ con una punizione di Di Gennaro dai 30 metri che termina alta. Il match non è esaltante e i minuti trascorrono senza che i galletti riescano a sfondare il muro avversario. Almeno fino al 29’ quando, al termine di un contropiede ben congeniato, Antenucci serve a Botta sul piatto d’argento in piena area una palla d’ora che il fantasista di casa trasforma in gol trafiggendo Mengoni in uscita. La reazione rossoblù arriva dieci minuti più tardi quando un tiro di Basso impegna Frattali.

I festeggiamenti biancorossi dopo l’1-0 di Botta

Secondo tempo – In avvio di ripresa Di Gennaro manda sul fondo dalla distanza e all’8’ è Botta ad effettuare una percussione centrale, ma Vergara gli si oppone e devia la conclusione dell’argentino in corner. Il Bari insiste e al quarto d’ora un tiro di Maita prima e un altro di Ricci dopo sono murati ancora dalla retroguardia ospite. Sugli sviluppi del successivo calcio d’angolo, Celiento irrompe in area e non inquadra di un soffio lo specchio della porta di testa. Mignani richiama in panchina Di Gennaro e mette in campo Mallamo. Al 25’ i monteleonesi vanno vicinissimi al pareggio che viene evitato egregiamente da Frattali, bravo e reattivo a salvare in uscita prima su Sorrentino e poi su Golfo. Entrano anche Mazzotta e Marras al posto di Ricci e Cheddira, proprio in un momento delicato della gara, durante il quale la Vibonese si fa un po’ più minacciosa. Superata la mezzora, Antenucci alza troppo la mira sull’assist di Botta, poco prima degli ultimi due cambi: escono proprio Botta e Maita per fare spazio a Paponi e De Risio. Trascorre qualche attimo e, sugli sviluppi di un angolo, il nuovo entrato Ngom la mette dentro di testa su cross di Cattaneo, ma per il guardalinee è fuorigioco e, nonostante alcuni dubbi, l’arbitro annulla il gol. Nell’ultimo minuto di recupero i biancorossi chiudono la partita. Un fallo di mano in area di Vergara sull’iniziativa di Paponi determina il rigore che Antenucci trasforma per il 2-0 finale. Nel prossimo turno il Bari farà visita alla Fidelis Andria.

Tabellino
BARI-VIBONESE 2-0
BARI (4-3-1-2): Frattali; Pucino, Celiento, Terranova, Ricci (dal 26′ st Mazzotta); Maita (dal 38′ st De Risio), Di Gennaro (dal 16′ st Mallamo), Scavone; Botta (dal 38′ st Paponi); Cheddira (dal 26′ st Marras), Antenucci. A disposizione: Polverino, Plitko, Belli, Lollo, D’Errico, Citro, Simeri. Allenatore: M.Mignani.
VIBONESE (3-5-2): Mengoni; Risaliti, Mahrous (dal 39′ st Ngom), Vergara; Fomov (dal 27′ st La Ragione), Basso, Cattaneo, Tumbarello (dal 27′ st Senesi), Mauceri (dal 11′ st Ciotti); Golfo, Persano (dal 11′ st Sorrentino). A disposizione: Marson, Cigagna, Polidori, Alvaro, Gelonese, Bellini, Grillo. Allenatore: G.Mancino (al posto dello squalificato G.D’Agostino).
ARBITRO: sig. M.Ricci della sez. di Firenze. Assistenti: G.Trischitta della sez. di Messina e A.Torresan della sez. di Bassano del Grappa.
RETI: al 29′ pt Botta (B), al 49′ st Antenucci rig. (B).
AMMONITI: Celiento e De Risio (B); Fomov, Basso, Golfo e Vergara (V).
NOTE: cielo sereno, terreno in ottime condizioni; angoli: 6-5 per il Bari; recuperi: 2′ pt e 4′ st; spettatori: 8.504 (di cui 2.044 miniabbonamenti e 6.460 paganti).





About Tommaso Di Lernia 612 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*