Il Bari gioca un tempo in 10, ma supera brillantemente l’esame Palermo: il big match del “Barbera” termina a reti bianche…



Nell’ultima giornata del campionato di Serie C, il Bari coglie un ottimo pareggio a reti bianche sul terreno del Palermo e tiene a distanza i rosanero in classifica. I biancorossi giocano il match con carattere, piglio e concentrazione e devono disputare tutta la ripresa in dieci per l’espulsione di Terranova nel finale del primo tempo. Nonostante l’handicap, i galletti tengono bene le offensive avversarie e non disdegnano qualche sortita offensiva, dimostrando di non essere capolista per caso.

LE FORMAZIONI
Mister Mignani deve fare a meno di Di Cesare e Marras e conferma in blocco la formazione degli ultimi tempi. Sulle fasce difensive ci sono Pucino e Mazzotta, mentre in posizione centrale si piazzano Celiento e Terranova. Maita riveste il ruolo di play a centrocampo, mentre Mallamo e D’Errico presidiano le corsie laterali. Botta agisce come al solito sulla trequarti, a sostegno della coppia offensiva costituita ancora una volta da Paponi ed Antenucci.
Mister Filippi propone invece un 3-4-1-2 piuttosto offensivo, nel quale i terminali offensivi sono i temibili Soleri e Brunori.

LA GARA
Primo tempo
– L’approccio alla gara del Bari è ottimale, anche se la prima offensiva è di marca rosanero ad opera di Brunori, ma Frattali e Celiento ci mettono una pezza rifugiandosi in corner. Pelagotti per poco non regala il gol a Paponi su un rinvio a dir poco rischioso, ma il numero #88 biancorosso è in palla: al 10′ l’attaccante si libera della guardia di Lancini e lascia partire un rasoterra incrociato che impegna severamente l’estremo difensore siciliano, abile alla respinta in tuffo. I pugliesi insistono e a ridosso del quarto d’ora è Pucino a ricevere palla dalla bandierina da Maita e, da posizione decentrata, a concludere di destro, ma anche stavolta il portiere avversario non si fa cogliere impreparato. La squadra di Mignani pressa molto alto e mette in difficoltà la formazione di Filippi. Al 28′ Botta si fa notare sulla destra e serve Antenucci che però non trova la deviazione vincente, mentre al 33′ è D’Errico a provarci dalla distanza senza grande fortuna. Al 41′ il match arriva ad una svolta. In occasione di un contropiede palermitano, Terranova tocca con una mano la palla in scivolata su Soleri e per l’arbitro ci sono glie stremi dell’espulsione. Il Bari resta in inferiorità numerica Dell’Oglio calcia la conseguente punizione dal limite: Frattali si oppone alla grande in tuffo e salva la sua porta. prima dell’intervallo Gigliotti rileva Paponi e i biancorossi si piazzano in campo con un 4-3-2.
Secondo tempo – Anche nella ripresa la sfida è molto concitata. I siciliani ci provano per primi in apertura con un tiro di Dall’Oglio sul quale Frattali interviene efficacemente. La risposta dei galletti non si fa attendere: al 3′ D’Errico si invola sulla sinistra e mette al centro una palla pericolosissima, ma Mallamo non riesce a coordinarsi e tocca appena la sfera senza riuscire a metterla in rete. Il Bari regge bene, ma all’11’ Silipo mette i brividi lungo la schiena degli ospiti sfiorando il palo con una punizione a giro che esce di poco. Al 26′ il nuovo entrato Floriano colpisce di destro senza però impensierire eccessivamente Frattali che blocca sicuro. Superata la mezzora, mister Mignani cambia fisionomia ai suoi uomini. Entrano Scavone, Cheddira e Bianco al posto di Mallamo, Botta e D’Errico e, subito dopo le sostituzioni, Floriano rimedia un giallo per una simulazione in area. Al 39′ il Palermo insiste e Fratali deve compiere un autentico miracolo sul destro angolatissimo di Brunori. Poco dopo è Dall’Oglio dal limite a cercare il vantaggio, ma il tiro è centrale. A pochi istanti dal novantesimo, Scavone guadagna un angolo grazie ad un tiro che trova la deviazione di Pelagotti, ma è Celiento ad andare vicino al gol sul cross di Pucino dalla destra. E’ praticamente l’ultima emozione della gara che termina dopo 5 minuti di recupero. Nel prossimo turno, l’ultimo di quest’anno solare e primo del girone di ritorno, il Bari ospiterà al “San Nicola” il Potenza mercoledì 22 dicembre, alle ore alle 21.

Tabellino
PALERMO-BARI 0-0
PALERMO (3-4-1-2): Pelagotti, Buttaro, Marconi, Crivello (dal 1′ st Odjer), Silipo (dal 24′ st Floriano), Lancini, De Rose (dal 42′ st Corona), Perrotta (dal 19′ st Accardi), Dall’Oglio, Soleri (dal 24′ st Fella), Brunori. A disposizione: Massolo, Peretti, Mauthe. Allenatore: G. Filippi.
BARI (4-3-1-2): Frattali, Pucino, Celiento, Terranova, Mazzotta, Mallamo (dal 33′ st Scavone), Maita, D’Errico (dal 33′ st Bianco), Botta (dal 33′ st Cheddira), Antenucci, Paponi (dal 44′ pt Gigliotti). A disposizione: Polverino, Belli, Ricci, De Risio, Lollo, Di Gennaro, Citro, Simeri. Allenatore: M. Mignani.
ARBITRO: Sig. D.Perenzoni della sez. di Rovereto. Assistenti: sig. C.Cataldo della sez. di Bergamo e sig. M. Salvalaglio della sez. di Legnano.
AMMONITI: Silipo, Buttaro, Dall’Oglio e Floriano (P); Frattali e Mazzotta (B).
ESPULSI: Terranova (B).
NOTE: cielo sereno, terreno in precarie condizioni; spettatori: 10.249 (di cui 2.500 abbonati, 250 ospiti); angoli: 2-1 per il Bari; recuperi: 3′ pt, 5′ st.





About Tommaso Di Lernia 625 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*