LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: finalmente si torna in campo per riprendere la corsa…



Doveva essere di 17 giorni la sosta di fine anno, un’occasione propizia per riprendere fiato, ma a causa del Covid il calendario è stato stravolto e il riposo si è prolungato a 31 giorni. Quali conseguenza può aver provocato questo lasso di tempo così lungo senza giocare non si può dire in anticipo.

Una cosa è certa. C’è il rischio fondato che si sia spezzato il ritmo in un momento assai favorevole della stagione, coinciso con la fuga davvero irresistibile da parte dei biancorossi nei confronti di tutti gli inseguitori.

Mignani, comunque, sicuramente avrà fatto tutto il possibile per recuperare la migliore condizione fisica e soprattutto psicologica dei biancorossi. Il tecnico ha già qualche problema da risolvere, considerato che a centrocampo sono rimasti solo in 4 a contendersi le 3 maglie di titolare, a causa di infortuni e squalifiche.  

Il Catania è un avversario da rispettare e non sottovalutare, nonostante i 20 punti di svantaggio accumulati finora. Il tecnico Baldini sta tenendo in pugno la squadra ed ha impedito finora lo sfaldamento a seguito della sentenza di fallimento della società. L’esercizio provvisorio concesso dal magistrato si conclude a fine febbraio ma c’è da augurarsi che possa protrarsi ancora fino alla fine del campionato, per evitare il ritiro.

All’andata il Bari ottenne la terza vittoria consecutiva dopo il pari a Potenza nella giornata inaugurale. Passati in vantaggio in apertura di ripresa con Terranova, i biancorossi furono raggiunti sul pareggio da Moro. All’85’ Mignani sostituì Botta e Cheddira con Paponi e Simeri e fu quest’ultimo a realizzare il gol del successo al 94’.

La squadra siciliana è la terza più prolifica del girone dopo Turris e Bari, con 32 gol realizzati. Ma i marcatori sono soltanto 8. La parte del leone l’ha fatta Moro, che da solo ha segnato ben 18 reti (8 rigori) e guida con netto vantaggio la classifica dei cannonieri. Seguono Russini a quota 5 e il croato Sipos, dal fisico possente, a 4. Con 1 sola rete realizzata sono in 5: i centrocampisti Biondi, Greco, nato in Madagascar,  e Rosaia e i difensori Albertini e Claiton Dos Santos, brasiliano ormai 38enne, con un passato in biancorosso.

La sfida tra Bari e Catania in Puglia è stata sempre all’insegna dell’incertezza. I biancorossi hanno vinto 12 delle 28 gare disputate, ne hanno pareggiato 10 e perso 6, 35 sono le reti all’attivo e 26 quelle al passivo. In serie A (4 partite giocate) il Bari non ha mai vinto e in serie C (2 gare) non ha mai perso. La maggior parte degli incontri, comunque, è stata disputata in serie B, ben 19. La prima partita ufficiale fu giocata il 24 dicembre 1939 in Coppa Italia e dopo 11 anni esatti, il 24 dicembre 1950, i siciliani tornarono a Bari per la prima gara di campionato, in serie B: finì 2-2. Nelle prime 6 partite della storia, fino al 1963, i biancorossi vinsero una sola volta, nel 1957. Nelle ultime ultime 6 gare il Bari ha perso solo nel 2005, ottenendo 3 pareggi e 2 successi. L’ultimo risale al campionato scorso, quando il Bari travolse i siciliani per 4-1, rimontando lo svantaggio iniziale per l’autorete di Ciofani. Firmarono i gol Di Cesare, il rossoazzurro Claiton (autorete dell’ex), Montalto e Citro che ribadì in rete il rigore che il portiere gli aveva respinto.

La gara sarà diretta dal sig. Mario Cascone, iscritto alla sezione di Nocera Inferiore. Nato il 9 dicembre 1986 a Sant’Egidio del Monte Albino, una frazione di Nocera Inferiore, nella vita esercita la libera professione di ingegnere civile ed ambientale. E’ alla quinta stagione in Lega Pro, dopo aver arbitrato 50 partite in serie D. E’ stato designato finora 63 volte in serie C e il suo ruolino presenta 285 cartellini gialli, 5 espulsioni per doppia ammonizione, 13 per rosso diretto e 17 rigori concessi. Non è considerato un arbitro “casalingo” perché le vittorie interne sono solo 26, contro 21 pareggi e 16 successi per le squadre impegnate in trasferta.  E’ ritenuto un direttore di gara di prima fascia ma in alcune occasioni è stato criticato per gli atteggiamenti assunti da protagonista. Non ha precedenti con il Bari ed ha arbitrato il Catania una sola volta, nel febbraio scorso, in occasione di Catania-V. Francavilla 1-0. A coadiuvarlo sono stati designati gli assistenti Luca Feraboli di Brescia e Andrea Nasti di Napoli e il quarto ufficiale Marco Ricci di Firenze.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da  SKY SPORT (canale 252)  ed ELEVEN  SPORT e in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola”  è fissato alle ore 17.30.       





About Peppino Accettura 443 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*