Bari ancora corsaro: un’autorete di Verde regala altri tre punti contro il Monterosi Tuscia…



Nel recupero della 21a giornata del campionato di Serie C, il Bari espugna il campo del Monterosi Tuscia grazie ad un’autorete nel finale del primo tempo. La formazione pugliese conquista i tre punti in scioltezza, senza rischiare mai davvero che il successo fosse messo in discussione dai viterbesi e rimane saldamente in testa alla classifica.

LE FORMAZIONI
Mister Mignani deve fare a meno degli squalificati Frattali, sostituito tra i pali da Polverino, e Ricci. Pucino fa il suo ritorno in campo e va ad occupare la fascia destra difensiva, mentre sull’altro versante agisce Mazzotta. Centralmente si piazzano Terranova e Gigliotti. Maiello è il play di centrocampo, affiancato da Maita e Scavone, mentre sulla trequarti è schierato D’Errico al posto dell’infortunato Botta. La coppia offensiva è costituita ancora una volta da Antenucci e Cheddira.
Mister Menichini si affida al 3-5-2 e schiera il trio di difensori centrali composto da Tartaglia, Mbende e Borri. In attacco agiscono invece Ekuban e Artistico.

LA GARA
Primo tempo
– In avvio di gara il Bari sembra tonico e concentrato e Maiello subito impegna Aiello di piatto senza però impensierirlo eccessivamente. Al 6′ è Pucino a provarci senza fortuna su punizione, mentre all’11’ è pericolosa la girata di Antenucci in area sugli sviluppi di un traversone di Mazzotta, ma anche stavolta il portiere di casa blocca. Trascorrono 2 minuti e Maita lascia partire un mancino che sfiora il palo della porta laziale. I galletti si fanno vedere poco prima della mezzora ancora con una punizione alta di Pucino e subito dopo con un tentativo di Antenucci dal limite, al termine di un contropiede imbastito da D’Errico, che trova pronto l’estremo difensore avversario. Al 37′ il numero 7 biancorosso manda alto al volo, ma il vantaggio pugliese è solo rimandato e giunge al 44′. Cheddira mette al centro dalla destra e Verde, nel tentativo di anticipare Scavone, deposita nella propria rete.
Secondo tempo – Dopo l’intervallo, il Bari sfiora il raddoppio con Antenucci, sul quale Aiello compie un miracolo. Il match subisce un’involuzione di gioco e solo al 19′ fa registrare un sussulto grazie ad un colpo di testa di poco impreciso di Terranova. Al 22′ Cheddira penetra in area e il suo diagonale impegna il portiere avversario: Tarataglia anticipa Antenucci ed evita guai peggiori. Al 32′ il bomber molisano lascia il posto a Simeri e al 36′ Aiello deve ancora fare gli straordinari su Cheddira. Gli rispondono i nuovi entrati Caon e Costantino che costringono Polverino all’intervento. Mignani richiama in panchina D’Errico per schierare il nuovo arrivato Misuraca, ma ormai il match non ha più nulla da dire e termina dopo 3 minuti di recupero. Domenica prossima il Bari affronterà in casa il Messina.

Tabellino
MONTEROSI TUSCIA-BARI 0-1
MONTEROSI TUSCIA (3-5-2): Alia; Tartaglia (dal 43′ st Milani), Mbende, Borri; Rocchi; Verde (dal 17′ st Cancellieri), Adamo, Buglio (dal 17′ st Franchini), Parlati, Tonetto; Ekuban (dal 17′ st Costantino), Artistico (dal 30′ st Caon). A disposizione: Daga, Basile, Errico, Piroli, D’Antonio. Allenatore: L. Menichini.
BARI (4-3-1-2): Polverino, Pucino, Terranova, Gigliotti, Mazzottaì; Maita, Maiello, Scavone; D’Errico (dal 41′ st Misuraca); Cheddira, Antenucci (dal 32′ st Simeri). A disposizione: Plitko, Celiento, Di Cesare, Bianco, Lambiase, Citro, Galano, Belli, Daddario, Caldarulo. Allenatore: M. Mignanis
ARBITRO: sig. A.Di Graci della sez. di Como. Assistenti: sig. A.Lalomia della sez. di Agrigento e Sig.ra V.Martinelli della sez. di Seregno.
RETE: al 44′ pt aut. Verde (B).
AMMONITI: Parlati, Ekuban e Tartaglia (M); Antenucci (B).
NOTE: cielo sereno, terreno in buone condizioni; spettatori: 400 circa (di cui 127 tifosi ospiti); angoli: 2-2; recuperi: 1′ pt, 3′ st.





About Redazione barinelpallone 3478 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*