LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: massima concentrazione contro un Campobasso insidioso…



Continua il ciclo massacrante che per le squadre di Lega Pro prevede la terza partita in 8 giorni, da sabato 12 a sabato 19, ma non è tutto perché il recupero della 3^ giornata di ritorno (rinviata a causa del Covid) costringerà tutti a giocare altre 2 gare in tempi ristretti, martedì 22 e sabato 26.

Dunque, sono 5 partite in 14 giorni, da sabato 12 a sabato 26; è un tour de force che può provocare conseguenze devastanti. Infatti è impensabile che gli allenatori possano schierare sempre la stessa squadra di titolari. Sono quindi favorite le formazioni che si possono permettere un turnover di qualità, alternando necessariamente tutti gli elementi, senza pregiudicare rendimento e risultati.

Mignani ha già iniziato la rotazione dei giocatori, per cui non devono sorprendere le sue scelte. Sarà importante conservare la massima concentrazione e non sottovalutare un avversario che si trova nella zona bassa della classifica ma in trasferta ha compiuto alcune imprese rilevanti, vincendo a Monopoli e Torre del Greco e pareggiando ad Avellino.

I biancorossi, peraltro, devono riscattare le ultime due prestazioni al “San Nicola”contro due formazioni siciliane, Catania e Messina, concluse inaspettatamente con un solo punto all’attivo.

All’andata, il Bari conquistò a Campobasso la settima vittoria della stagione a conclusione di una prestazione molto positiva. I biancorossi passarono in vantaggio in apertura (4’) con Terranova ma subirono la reazione molisana che portò al gol del pareggio di Rossetti poco prima del riposo. Nella ripresa il Bari si scatenò e andò a segno 2 volte con le punte Antenucci e Cheddira. Fu una fiammata prima di un periodo decisamente buio: pareggio sofferto a Foggia, sconfitta a Francavilla, successo sul Catanzaro e ancora sconfitta a Castellammare di Stabia. Per fortuna un successivo ciclo di 3 vittorie consecutive rilanciò i biancorossi. 

I rossoblu molisani non possono certo vantarsi della difesa, che attualmente è la seconda peggiore del girone con 42 gol subìti, superata solo dal reparto arretrato del Messina Acr, battuto ben 48 volte. In quanto a prolificità il Campobasso occupa una posizione media, grazie alle 31 reti realizzate da 10 giocatori. Il cannoniere è Rossetti, arrivato a quota 7 centri (2 rigori), seguito dal centrocampista italo-ghanese Tenkorang, con 6 gol, e dalla coppia di attaccanti Emmausso (1 rigore) e Di Francesco, autori di 4 reti. Un’altra coppia, l’attaccante Liguori e il centrocampista Candellori, è ferma a 2 realizzazioni ciascuno e infine, con 1 gol all’attivo, chiudono l’elenco l’attaccante Vitali, i centrocampisti Bontà e Persia e il difensore Pace. Vanno aggiunte le 2 autoreti a favore di Ferrani (Picerno) e Guiebre (Monopoli).

I precedenti tra le due squadre a Bari sono nettamente favorevoli ai biancorossi che in 7 incontri hanno ottenuto 5 vittorie e 2 pareggi, senza perdere alcuna gara, realizzando 8 gol e subendone solo 2. La prima sfida risale a 69 anni fa, in serie D, e finì 2-0 per il Bari. Le due squadre si ritrovarono dopo 23 anni in C (altro successo per 1-0), a gennaio del 1976, e fino al 1987 si trovarono di fronte altre 5 volte. Sono trascorsi altri 35 anni e ora il Campobasso è tornato a Bari.

La gara sarà diretta dal sig. Daniele Virgilio, iscritto alla sezione di Trapani. Laureato in scienze motorie, ha 31 anni ed è stato promosso in Lega Pro nel 2019, dopo 3 stagioni e 56 gare dirette in serie D. Il suo ruolino registra 32 partite arbitrate in serie C, con 166 ammonizioni, 3 espulsioni per doppio cartellino giallo e altre 3 per rosso diretto e 8  rigori concessi, 16 vittorie per le squadre di casa, 9 pareggi e 7 successi per le formazioni in trasferta. E’ arbitro piuttosto severo, considerato che in 2 occasioni ha tirato fuori il cartellino giallo per ben 10 volte, in Potenza-Viterbese 2-3 (girone C) a dicembre 2020 e in Viterbese-Carrarese 0-0 (girone B) a dicembre 2021. Sono stati designati quali collaboratori gli assistenti Roberto Terenzio della sezione di Cosenza e Fabio Mattia Festa della sezione di Avellino. Quarto ufficiale è Maria Marotta della sezione di Sapri.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da  ELEVEN  SPORT e in radiocronaca diretta da RADIOBARI. Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola”  è fissato alle ore 17.30. 





About Peppino Accettura 454 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*