Bari-Palermo 1-1, le pagelle dei biancorossi: Caprile protagonista, Folorunsho poco lucido…



Share

BARI – Gli oltre 35 mila spettatori che hanno affollato il “San Nicola” meritavano di festeggiare la prima vittoria della stagione, ma l’appuntamento è soltanto rinviato.

La squadra alla fine è stata applaudita, nonostante il risultato non sia stato del tutto positivo.

Ora il ds Polito deve completare il suo lavoro: Mignani potrà contare subito sullo sloveno Zuzek al centro della difesa, ma il reparto va ancora rinforzato sulle fasce.

In avanti é necessaria la presenza di un elemento che concretizzi il gran lavoro svolto davanti all’area di rigore avversaria.

Diamo un voto ai giocatori del Bari scesi in campo contro il Palermo.

CAPRILE
7semaforo_verde
  Ha impedito il gol dopo 7 minuti a Elia che ha calciato a botta sicura da due passi: è stata una respinta d’istinto che ha evitato ai biancorossi di subìre un’altra rete nei primi minuti di gioco. Per il resto si è fatto trovare sempre ben piazzato tra i pali e sicuro nelle uscite. DECISIVO
PUCINO
6,5semaforo_verde
  Ha perso Valente in occasione del gol, ma si è riscattato prima del riposo quando ha ribattuto alla disperata una conclusione di Brunori da pochi metri. Nella ripresa ha spinto tanto sulla destra. POSITIVO
TERRANOVA
5,5semaforo_rosso
  Deve raggiungere ancora la migliore condizione fisica. Efficace negli anticipi di testa, non ha certo costituito una barriera invalicabile. NON E’ AL TOP
VICARI
6,5semaforo_verde
  Il neo biancorosso ha sostituito Terranova poco dopo linizio della ripresa ed ha mostrato di aver assorbito le conseguenze dell’infortunio, sovrastando letteralmente il pericoloso Brunori. ESORDIO INCORAGGIANTE
DI CESARE
6semaforo_verde
  Grazie alla grande esperienza ha sempre trovato la giusta posizione in campo, ma ha mostrato chiaramente di soffrire tanto la velocità degli attaccanti avversari. TANTO MESTIERE
RICCI
6semaforo_verde
  Il voto è la media dei punteggi meritati nei due tempi. Dapprima ha tentato invano di opporsi sulla sua fascia alle discese di Elia e Broh che raddoppiavano o addirittura triplicavano con Buttaro. Nella ripresa invece si è sganciato spesso, partecipando attivamente alla manovra offensiva della squadra. INCOSTANTE
MAITA
6semaforo_verde
  Si è mosso a metà campo con grande efficacia, conquistando tanti palloni e impostando continuamente il gioco biancoorsso. Ha però sulla coscienza l’errore nel controllo della palla che ha permesso la ripartenza di Floriano, abile a pescare completamente libero Valente, autore del temporaneo vantaggio siciliano. TRASCINATORE
MALLAMO
6,5semaforo_verde
  E’ subentrato a Maita e nell’ultima mezzora ha dato maggiore profondità e vivacità alla manovra biancorossa. VIVACE
MAIELLO
6,5semaforo_verde
  Si è impegnato a fondo nel tentativo di mettere ordine a centrocampo, ma ha trovato pochi spazi. Si è spostato talvolta a sinistra per dare una mano a Ricci nel contenimento degli avversari sulla fascia. CONCENTRATO
FOLORUNSHO
5,5semaforo_rosso
  Il centrocampista non ha ripetuto la prestazione di Parma. Portato per natura a spingersi in avanti, ha trascurato la collaborazione con Ricci, lasciando via libera alle proiezioni dei siciliani. Scarsamente efficace anche nelle conclusioni verso la porta. POCO LUCIDO
CANGIANO
6semaforo_verde
  E’ entrato al posto di Folorunsho quando mancava mezzora alla fine. Si è schierato come terzo attaccante sulla sinistra ed ha cercato con poca fortuna di sfondare il folto schieramento difensivo dei rosanero. POCHI GUIZZI
BOTTA
6,5semaforo_verde
  Ha mostrato numeri di qualità superiore nella battaglia a centrocampo ma è stato limitato dagli avversari nel movimento tra le linee. Si è anche sacrificato nell’aiuto ai compagni della difesa. GENEROSO
GALANO
5,5semaforo_rosso
  Mignani ha schierato praticamente 4 attaccanti con il suo ingresso in campo. Il giocatore foggiano ha operato sulla destra, stringendo al centro ma senza scalfire la barriera siciliana. NON METTE PAURA
ANTENUCCI
6,5semaforo_verde
  Con uno spunto irresistibile ha “bucato” la difesa ospite ed ha servito a Cheddira il pallone del pareggio. Ha stentato a trovare spazi liberi in area e non è stato pronto come al solito nelle conclusioni, quasi tutte ribattute dagli avversari. SEMPRE UTILE
CETER
S.V.semaforo_giallo
  Ha disputato il lungo recupero (6 minuti) al posto di antenucci. Giusto il tempo per l’esordio ufficiale.  
CHEDDIRA
7semaforo_verde
  E’ stato l’attaccante più pericoloso dei biancorossi: ha concluso 3 volte verso la porta, a parte il gol, ha impegnato da solo la difesa avversaria e ha provocato il fallo di Marconi da rosso diretto. PROTAGONISTA
Allenatore: M.MIGNANI
6,5semaforo_verde
  La squadra ha sofferto ancora in difesa, sia al centro che sulle fasce. Intanto Mignani potrà contare ora sullo sloveno Zuzek, un centrale che può colmare parzialmente questa lacuna. Da parte sua, il tecnico genevese ha confermato la capacità di modificare tatticamente la squadra, adattandola alle esigenze del momento. Potenziando il reparto avanzato é infatti venuto il meritato pareggio. SQUADRA VIVA
Arbitro: Sig. G.CAMPLONE
7semaforo_verde
  L’arbitro pescarese non ha praticamente commesso alcun errore. Ha diretto la gara in perfetta sintonia con il VAR e non ha avuto alcuna remora a modificare le prime decisioni sulla validità di entrambi i gol e sull’espulsione per fallo da ultimo uomo di Marconi. GRANDE PERSONALITA’





About Peppino Accettura 454 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*