Mignani: «A Frosinone con la testa giusta per provare a fare una grande partita! Ci saranno molti tifosi baresi? Loro sono una costante…»



Share

BARI – Alla vigilia della gara in trasferta a Frosinone, Michele Mignani ha effettuato attraverso i canali ufficiali della società la consueta analisi pre partita.

Queste sono state le prime considerazioni del genovese: «Andiamo ad affrontare una squadra che fino ad oggi ha fatto molto bene. In casa ha sempre vinto e non ha ancora preso gol, quindi sarà una partita difficile. Loro stanno bene, hanno giocatori di qualità, in grado di ribaltare velocemente l’azione e noi dovremo essere bravi a pensare che quello che abbiamo fatto fino ad oggi non sia frutto del caso, ma del lavoro. Dobbiamo arrivare con la testa giusta per provare a fare una grande partita».

L’allenatore del Bari ha quindi effettuato un piccolo confronto tra le due compagini: «Le due squadre sono diverse per le caratteristiche dei propri giocatori, però sotto certi aspetti sono anche simili perché entrambe fanno della grande intensità e attenzione in fase difensiva una delle loro forze principali. Sappiamo che, se diamo loro campo, il Frosinone diventa una squadra molto pericolosa. Abbiamo bisogno di fare risultato per la nostra classifica e di ragionare solo su noi stessi».

Il discorso si è poi spostato più in  particolare sugli avversari di turno: «Bisogna stare molto attenti in tutte le situazioni. Loro hanno giocatori offensivi molto veloci, rapidi e bravi a campo aperto, ma hanno anche giocatori bravi in area di rigore e quindi possono essere pericolosi in tutte le situazioni. Dobbiamo lavorare tutti insieme per 95 minuti, da squadra, e fare quello che c’è riuscito per buona parte di questo periodo. Che gara mi aspetto? Non so, anche perché a volte un match cambia anche a colpa di un singolo episodio».

Il mister dei biancorossi ha quindi speso alcune parole sui singoli: «Zuzek? A Parma ha fatto un’ottima partita e sapevo che il ragazzo aveva solo bisogno di un po’ di tempo per entrare in sintonia con il nostro pensiero. Adesso è pronto e per me è un titolare come lo sono tutti gli altri. Maiello? Sta molto meglio, ma non ha senso prendersi rischi. Mallamo? Può essere tranquillamente considerato un’alternativa a Maiello e a Maita perché è un giocatore che può fare tutti i ruoli di centrocampo e cioè il play, la mezzala destra o sinistra e il trequartista. A Parma ha fatto una grandissima partita, sia sotto l’aspetto della quantità che della qualità. Dobbiamo anche considerare quanto abbiamo speso nella partita di Coppa perché quest’ultima è stata intensa, tosta e giocata fino al novantesimo visto che il risultato era sempre in discussione. Ceter? Non sarà con noi perché a Parma ha accusato un fastidio al flessore che lo staff medico sta valutando per capire quanto dovrà stare fermo. Foloeunsho, Pucino ed Antenucci sono invece tutti recuperati e stanno bene. Galano? Fa parte del gruppo, ma è chiaro che il parco attaccanti è numerosissimo e quindi devo fare delle scelte, lasciando fuori qualcuno. A Parma ho pensato di farlo entrare perché credo nel ragazzo. Verrà con noi sicuramente a Frosinone».

A chi gli ha chiesto dell’attacco che si è un po’ inceppato nelle ultime due gare, il 49enne di Genova esclude che ci siano elementi insostituibili: «Non penso che il reparto offensivo sia dipendente della coppia Cheddira-Antenucci, anche perché loro hanno giocato più minuti in questa prima parte di stagione. Anche a Parma abbiamo avuto le nostre occasioni con in campo Cheddira e senza Mirko, ma credo che tutti gli attaccanti possano dare un contributo alla squadra, sia in termini di lavoro che in termini di gol. Scheidler? A Parma ha fatto quello che poteva fare ed è normale che debba crescere in cattiveria. Deve sporcarsi di più perché questo è un campionato nel quale a volte bisogna utilizzare maggiormente l’agonismo che le doti tecniche. Credo che siano tutti sul pezzo e siamo tutti pronti a dare un contributo».

Il tecnico dei galletti si è congedato con un’ultima riflessione sui tifosi baresi che anche a Frosinone saranno presenti in massa: «Loro sono una costante e rappresentano per noi una spinta in più. Percepiamo questo loro affetto e dobbiamo continuamente dimostrare di meritarcelo. Anche questa volta cercheremo di dare alla nostra gente la soddisfazione di portare a casa un risultato positivo».





About Redazione barinelpallone 3523 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*