LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari-Pisa: probabile festa del gol tra due squadre assai prolifiche…



Share

Non vince da 6 giornate ormai il Bari, periodo nel corso del quale ha subìto le 2 sconfitte e rimediato 4 pareggi. E l’avversario di turno non si presenta certamente come la squadra ideale per interrompere la serie negativa.

I nerazzurri attraversano un periodo di grande forma e nelle ultime 8 partite hanno collezionato ben 16 punti (4 vittorie e 4 pareggi), marciando ad un ritmo inferiore solo a quello della capolista Frosinone che ne ha guadagnati 19.

Di contro, i biancorossi hanno decisamente rallentato rispetto alla fase iniziale, ma è anche vero che, nonostante l’assenza di successi, restano sempre nelle prime posizioni della classifica: la spiegazione sta nel fatto che Di Cesare e compagni hanno subìto solo 2 sconfitte e comunque continuano a muovere la classifica, anche con i pareggi.

Quattro punti separano in classifica le due squadre, ma queste presentano una singolare particolarità: fino ad oggi Il Pisa ha ottenuto 7 punti nelle 7 trasferte disputate e il Bari ha conquistato gli stessi punti, 7, nelle 6 gare giocate al “San Nicola”.

I nerazzurri hanno  vinto solo a Perugia, avendo pareggiato a Palermo,Benevento e Cagliari, con D’Angelo richiamato in panchina, e conquistato un altro punto a Venezia nella precedente gestione di Maran.

I biancorossi in casa marciano con un ritmo da retrocessione, come il Perugia: hanno fatto peggio solo il Benevento (6 punti) e il Venezia (1 punto).

Non è difficile prevedere una partita ricca di gol, considerato che sono di fronte due delle squadre più prolifiche, la seconda (Pisa con 24 reti) e la terza (Bari a quota 22) della serie cadetta.

Nel Bari sarà ancora assente il capocannoniere Cheddira, ma sono tutti disponibili gli altri 7 giocatori che hanno realizzato almeno 1 gol. Nel Pisa, invece, l4 reti sono ripartite in ben 11 marcatori: Gliozzi 5 (2 rig.), il rumeno Morutan 4 (1 rig.), Masucci e Torregrossa 3, tutti attaccanti , il tedesco Touré e il francese Matteo Tramoni 2, centrocampisti, e infine l’attaccante Sibilli, il centrocampista Ionita e i difensori Barba, Beruatto e Canestrelli 1.

Nel campionato scorso il Pisa si è classificato al 3° posto finale, alla pari con il Monza, sfiorando la promozione.  Nei play-off, dopo aver eliminato il Benevento, si è scontrato con la squadra brianzola. All’andata i biancorossi si imposero per 2-1, al ritorno vincevano i nerazzurri per 3-2 al 90’ e fu necessario disputare i supplementari. Alla fine vinse il Monza per 4-3 e fu promosso.

Si interruppe il rapporto con il mister Luca D’Angelo  e sulla panchina fu chiamato Maran. La squadra fu molto rinnovata in estate con le partenze soprattutto di Puscas, Benali, Birindelli, del francese Leverbe e dell’ex biancorosso Berra. Sono arrivati alcuni stranieri, direttamente dall’estero come il croato Jureskin, i rumeni Rus e Morutan e il portoghese Esteves, oltre ai fratelli francesi (di Ajaccio) Matteo Tramoni dal Brescia e Lisandru Tramoni dal Cagliari e Cissé dalla Guinea. La partenza è stata disastrosa e nelle prime 6 giornate i nerazzurri hanno conquistato solo 2 pareggi, precipitando sul fondo della classifica. Inevitabile l’esonero di Maran e il ritorno di D’Angelo. Con lui il Pisa ha collezionato in 8 partite ben 16 punti, solo 3 in meno della capolista Frosinone 

Il Bari ha ospitato il Pisa 17 volte (14 in B, 2 in A e 1 in Coppa Italia) e il bilancio è nettamente favorevole ai biancorossi che hanno conquistato 8 vittorie (7 in B e 1 in A) e 8 pareggi (6 in B, 1 in A e 1 in Coppa), subendo una sola sconfitta. La prima sfida risale a oltre 80 anni fa, precisamente al 5 luglio 1942, nel penultimo campionato di serie B prima della sosta bellica. Nel terzo incontro il Bari ottenne la vittoria per la prima volta, il 3 marzo 1968, e fu un netto 4-0 sancito dall’autorete dello stopper toscano Gonfiantini, dal raddoppio di Volpato e infine dalla doppietta dell’indimenticato Mujesan. Dal 1986 al 1994 i biancorossi hanno vinto tutte le 4 partite giocate, poi il Pisa tornò a giocare a Bari il 25 agosto 2007, alla prima giornata del torneo, e fu un’imprevedibile sconfitta dei biancorossi, guidati da Materazzi, contro la squadra di Ventura (1-2 con doppietta del nerazzurro Castillo e inutile trasformazione del rigore di Bonanni). Le ultime due partite hanno registrato il successo del Bari il 1° novembre 2008 (1-0 con gol su rigore di Barreto) e un pareggio a reti bianche. In quest’occasione giocarono Galano nel Bari e Masucci nel Pisa, tuttora in forza alle due squadre.  

La gara sarà diretta dal sig. Francesco Cosso, 34enne, iscritto alla sezione di Reggio Calabria. In serie B conta complessivamente 15 presenze con 9 vittorie interne, 3 pareggi, 3 successi esterni, 1 espulsione e 3 rigori concessi. In questa stagione ha diretto 3 gare: Ascoli-Ternana 2-1,Palermo-Genoa 1-0 e Cagliari-Venezia 1-4, con 0 espulsioni e rigori. Con il Bari c’è un  solo precedente, Bari-Palermo 2-2 il 18 aprile 2021 in serieC, mentre le designazioni con il Pisa sono state 3, tutte nel torneo 2021/22, precisamente Pisa-Alessandria 2-0, Pisa-Frosinone 1-3 e Pisa-Crotone 3-2. Sono stati designati gli assistenti Salvatore Affatato della sezione di  Vico e Paolo Laudato della sezione di Taranto e quale quarto ufficiale Federico Dionisi, iscritto alla sezione di  L’Aquila. Al VAR ci sarà Valerio Marini della sezione di Roma 1, coadiuvato dall’AVAR Oreste Muto della sezione di Torre Annunziata.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da SKY Sport (CANALE 255). DAZN e HELBIZ Live e in radiocronaca diretta da RADIOBARI (88,8/88,9 Mhz in FM). Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 15. 





About Peppino Accettura 490 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*