LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari-Modena sfida tra matricole…



Share

In altri tempi, il Bari sarebbe stato indicato quale “squadra corsara”, cioè che va in giro per i porti a fare razzia.  Giusta definizione per il Bari che ha “rubato” punti in 8 dei 9 campi finora visitati (escluso Frosinone), appropriandosi di un “tesoro” di 18 punti, record stagionale per la serie cadetta.

Se in trasferta i biancorossi marciano al ritmo di 2 punti a partita, è al “San Nicola” che occorre migliorare il rendimento, fermo per ora a 1,14 punti ogni 90 minuti.

I biancorossi ospitano il Modena, un’altra matricola, che pare abbia trovato un certo equilibrio, dopo un periodo iniziale di ambientamento che ha fatto registrare, nelle prime 11 giornate, solo 4 vittorie, 7 sconfitte e nessun pareggio. I canarini di Tesser sono reduci infatti da una serie positiva di 5 partite, con 2 pareggi in casa e i due successi nei derby di Parma e Ferrara oltre allo 0-0 di Cittadella.

Cinque punti separano le due squadre e certamente il Bari vorrà difendere l’attuale terzo posto in classifica: è evidente che l’obbiettivo sono i 3 punti, ma è anche vero che la qualità che finora ha contraddistinto i biancorossi è stata proprio la continuità dei risultati, vale a dire la capacità di limitare al massimo le sconfitte.

Mignani potrebbe confermare la formazione vittoriosa a Cittadella, ma non sono da escludere sorprese se il tecnico dovesse decidere di effettuare qualche rotazione tenuto conto del ridotto tempo per il recupero, soltanto 3 giorni, dopo la gara di giovedì.

Il Modena una delle formazioni più prolifiche della serie cadetta, grazie alle 24 reti messe a segno, soltanto 1 in meno del Bari. I canarini sono andati in gol in 11 delle 16 partite finora disputate ma non hanno un vero uomo-gol. Il cannoniere della squadra è infatti Bonfanti, un ventenne arrivato a Modena l’anno scorso dall’Inter, autore di 5 centri. Lo segue la coppia composta da Diaw (1 rigore) e Falcinelli, fermi a quota 4, quindi il centrocampista Tremolada (3 con 1 rig.) e ancora una coppia, il difensore Pergreffi e l’altro centrocampista Magnino, che hanno realizzato 2 reti a testa. Infine vengono, con 1 solo gol all’attivo, Armellino e Marsura (1 rig.). Due le autoreti a favore, di Capuano della Ternana e La Mantia della Spal.

Nel campionato scorso il Modena ha guadagnato la promozione diretta vincendo il girone B di serie C dopo un duello testa a testa con la Reggiana. Dopo 38 partite i gialloblu, guidati da Tesser, chiusero la stagione con 88 punti all’attivo (contro gli 86 della Reggiana e i 67 del Cesena, terzo) frutto di 27 vittorie, 7 pareggi e 4 sconfitte. Confermato il tecnico, in estate sono andati via una dozzina di elementi e sono arrivati, tra gli  altri, i difensori De Maio, francese, dal Vicenza, Coppolaro dall’Entella e Cittadini dall’Atalanta, il centrocampista Gargiulo dal Lecce, gli attaccanti Diaw dal Vicenza, Falcinelli dal Bologna e Marsura dal Pisa.

Il Bari ha ospitato il Modena 37 volte e il bilancio è tutto a favore dei biancorossi che hanno registrato 23 vittorie (3 in serie A e 20 in B), 10 pareggi (3 in A e 7 in B) e appena 4 sconfitte (1 in A, 2 in B e 1 in Divisione Nazionale), 52 gol segnati e 20 subìti. La prima sfida risale addirittura a 94 anni fa, precisamente al 30 settembre 1928 (si giocò al Campo San Lorenzo): era il primo campionato di Divisione Nazionale al quale partecipava il Bari  e il Modena vinse per 3-2. Tre anni dopo, il 6 dicembre 1931, si registrò il primo successo dei biancorossi per 1-0 in serie A, bissato il 1° ottobre 1933 con la prima vittoria in B, sempre per 1-0. I gialloblu non vincono da 10 anni e 11 mesi, dal 21 gennaio 2012 (1-0), invece il successo manca ai biancorossi dal 14 settembre 2013 (1-0 con gol dello stopper Ceppitelli) in quanto gli ultimi 2 incontri  nel 2014 e nel 2016 si sono chiusi con l’identico risultato di 1-1.

La gara sarà diretta dal sig. Gianluca Aureliano, 42enne, avvocato, iscritto alla sezione di Bologna. E’ uno dei veterani della Can di B alla quale è stato promosso all’inizio della stagione 2013/14. Ha esordito in serie A a maggio del 2014.  In 10 anni di carriera può vantare ben 131 presenze tra i cadetti, con questo ruolino: 634 cartellini gialli, 27 espulsioni per doppia ammonizione, 34 espulsioni per rosso diretto e 71 rigori concessi. Ha diretto 12 partite del Bari, tutte in serie B e nel periodo dal 2014 al 2018, con il bilancio favorevole ai biancorossi di 6 vittorie,  3 pareggi e 3 sconfitte. I precedenti con il Modena in serie B sono soltanto 3 tra il 2014 e il 2015, con 1 successo e 2 sconfitte dei gialloblu. Sono stati designati gli assistenti Pietro Dei Giudici della sezione di  Latina e Gamal Mokhtar della sezione di Lecco e quale quarto ufficiale Federico La Penna, iscritto alla sezione di  Roma 1. Al VAR ci sarà Antonio Giua della sezione di Olbia, coadiuvato dall’AVAR Antonio Di Martino della sezione di Teramo.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da SKY Sport (CANALE 251), DAZN e HELBIZ Live e in radiocronaca diretta da RADIOBARI (88,8/88,9 Mhz in FM). Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 18.





About Peppino Accettura 490 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*