Reggina-Bari 0-0, le pagelle dei biancorossi: Vicari perfetto, Salcedo evanescente…



Share

La sfida tra le due squadre più prolifiche si è chiusa con un sorprendente 0-0, il terzo per il Bari e il primo stagionale per la Reggina.

Il risultato a reti inviolato si è ripetuto per la ventesima volta nelle 172 partite finora giocate.

E’ un dato decisamente alto, se si considera nell’intera stagione passata gli 0-0 furono soltanto 27.

Questo risultato, comunque, va benissimo ai biancorossi che, in attesa di conoscere l’esito delle altre gare e soprattutto degli scontri diretti, allungano la serie positiva a 8 giornate.

Diamo un voto ai giocatori del Bari scesi in campo contro la Reggina.

CAPRILE
7semaforo_verde
  Ha compiuto un solo intervento impegnativo dopo la mezzora del primo tempo sul diagonale rasoterra di Menez ed ha mostrato grande capacità nel dare suggerimenti ai compagni. GUIDA LA DIFESA
DORVAL
6semaforo_verde
  Ha iniziato alla grande difendendo e attaccando, ma il bellissimo gol annullato è stato uno choc. Ha perso lucidità ma comunque all’inizio della ripresa ha salvato un gol anticipando Canotto davanti alla porta. ANNEBBIATO
PUCINO
6,5semaforo_verde
  Ha disputato l’ultima mezzora in sostituzione di Dorval ed ha dato sicurezza al reparto difensivo. FA LA GUARDIA
DI CESARE
7,5semaforo_verde
  La prestazione del capitano è stata carica di agonismo: si è letteralmente avventato su tutti i palloni, respingedo anche con il corpo ogni tentativo di tiro degli avversari. DECISIVO
VICARI
7,5semaforo_verde
  Ha eretto un vero e proprio muro davanti a Caprile, mostrando grande tempismo negli interventi e un eccezionale senso della posizione. PERFETTO
MAZZOTTA
6,5semaforo_verde
  Mignani lo ha premiato schierandolo dall’inizio per la terza volta consecutiva e l’ex crotonese non solo ha frenato l’insidioso Canotto ma si è pure spinto spesso in avanti. INTRAPRENDENTE
BELLOMO
6,5semaforo_verde
  Si è sacrificato nei raddoppi con Dorval su Rivas e Di Chiara e nella marcatura de Hernani a metà campo. Per questo è stato costretto a limitarsi nell’impostazione. REGGE BENE
MALLAMO
6,5semaforo_verde
  Ha rilevato uno stremato Bellomo ed ha rischiato il calcio di rigore quando è intervenuto abbattendo Gori in area. Ma il VAR lo ha salvato mostrando che aveva toccato il pallone. DURO
MAITA
7semaforo_verde
  Assente Maiello per squalifica, lo ha sostituito nel ruolo di centrale a centrocampo ed ha rinunciato ad avanzare per non aprire vuoti davanti alla difesa. Efficace nel takle. RUBAPALLONI
BENEDETTI
7semaforo_verde
  L’ex sampdoriano cresce di partita in partita e si è guadagnato un posto stabile come mezzala. Ha strappato un gran numero di palloni dai piedi degli avversari. HA SEMPRE UN’IDEA
CANGIANO
S.V.semaforo_giallo
  Ha sostituito Benedetti nei minuti del recupero finale.                                                                 
BOTTA
6semaforo_verde
  Nei primi venti minuti di gioco non è letteralmente entrato in partita. Poi si è ripreso ma ha mostrato segni di stanchezza ed è rimasto sottotono. AD INTERMITTENZA
SALCEDO
6semaforo_verde
  E’ subentrato all’artgentino a metà ripresa ed ha giocato da trequartista, alle spalle dei due attaccanti, ma questo ruolo non sembra a lui congeniale. EVANESCENTE
FOLORUNSHO
7semaforo_verde
  Il suo impeto è stato frenato dall’ex compagno Cionek con una lunga collezione di falli, non puniti da un cartellino giallo. E’ stato l’attaccante di maggior peso ed ha calciato 4 volte verso la porta amaranto. IMPETUOSO
ANTENUCCI
6semaforo_verde
  All’inizio è rimasto isolato in avanti, poi ha trovato un po’ di collaborazIone in Botta, ma non è mai stato pericoloso in attacco. SI VEDE POCO
SCHEIDLER
6semaforo_verde
  Mignani ha mandato in campo il francese nel finale al posto di Antenucci per dare maggior peso in avanti. VOLENTEROSO
Allenatore: M.MIGNANI
7semaforo_verde
  Il mister biancorosso ha confermato i dieci undicesimi della formazione vittoriosa sul Modena, operando solo un cambio, peraltro obbligato per la squalifica di Maiello. La squadra ha tenuto testa alla seconda in classifica, bloccando le fonti di gioco amaranto.E la mentalità vincente di Mignani é stata confermata dll’inserimento di tutti gli attaccanti disponibili, ad eccezione di Ceter. SQUADRA A TESTA ALTA
Arbitro: Sig. G.FABBRI
7semaforo_verde
  L’arbitro emiliano ha diretto una gara diventata sempre più difficile con il trascorrere dei minuti a causa del nervosismo crescente in campo perché nessuno voleva perderla. Non ha avuto problemi a cambiare parere dopo aver consultato il VAR in occasione dei due momenti più importanti, il gol annullato e il rigore revocato. DECISIONE E UMILTA’





About Peppino Accettura 490 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*