LA PRESENTAZIONE DELLA GARA, ARBITRO E PRECEDENTI – Bari: tre punti a portata di mano a condizione di non sottovalutare la Feralpisalò…



Al Bari si presenta l’occasione di conquistare la terza vittoria consecutiva e mantenere il passo delle migliori e magari scalare una o due posizioni in classifica, se si verifica qualche fortunata coincidenza.

Le condizioni ci sono tutte: l’avversario di turno, la Feralpisalò, appare una delle formazioni peggio attrezzate della serie B. I bresciani hanno il peggiore attacco (6 gol) e la peggiore difesa (23 reti) della serie cadetta, hanno conquistato il minor numero di punti in casa (1), il minor numero di successi (1) e il maggior numero di sconfitte (8) e naturalmente sono relegati in ultima posizione.

Non è servito a nulla il cambio dell’allenatore: Stefano Vecchi, l’allenatore della promozione, aveva ottenuto 5 punti nelle prime 10 giornate e il suo sostituto, Marco Zafferoni, 1 solo punto nelle 2 partite in cui ha guidato la squadra.

E’ indispensabile, però, non sottovalutare gli avversari ma affrontarli con decisione e la volontà di chiudere al più presto la partita. Marino proseguirà nel suo proposito di far ruotare i giocatori biancorossi per rendersi conto delle forze su cui deve puntare, almeno fino a gennaio.

La società bresciana è giovanissima, essendo stata costituita nell’estate del 2009 dalla fusione tra l’A.C. Feralpi Lonato di Lonato del Garda e l’A.C. Salò Valsabbia di Salò, che militavano entrambe in serie D. Fu scelta come sede Salò e la presidenza fu assunta dal presidente del Lonato, Giuseppe Pasini. Questi è alla guida del gruppo industriale bresciano Feralpi, specializzato nella produzione di acciai per l’edilizia, un vero e proprio colosso con 1.800 dipendenti e uno stabilimento anche in Germania e un fatturato nel 2022 di due miliardi e mezzo di euro.  

La nuova società verdeblu ha cominciato dalla Lega Pro Seconda Divisione dove è rimasta 2 stagioni, poi ha disputato 12 campionati in serie C prima di conquistare la promozione in B l’estate scorsa. Per 6 volte ha partecipato ai play-off, senza fortuna. A fine stagione 2020/21 si classificò al terzo posto nel girone B, eliminò il Bari nei play-off ma poi fu sconfitta dall’Alessandria. L’anno successivo fu inserita nel girone A e si piazzò nuovamente al terzo posto ma fu eliminata nella semifinale dei play-off dal Palermo. Nel campionato scorso è arrivata finalmente la promozione diretta, con 4 punti di vantaggio sulla seconda, il Pordenone. Da segnalare che i verdeblu segnarono pochissimi gol, 35 in 34 giornate (18° attacco del girone!) ma ne subirono appena 18. Tutte le altre squadre ne incassarono molti di più, precisamente da 32 in su, a parte la Virtus Verona che chiuse con 25 reti al passivo.

Come detto, la squadra bresciana è la peggiore della serie cadetta in quanto a reti segnate: sono appena 6, in media 1 ogni 180’ di gioco, ma in 7 gare è rimasta a secco, in 4 ha realizzato 1 rete e solo in una partita (a Lecco) è andata in gol 2 volte. I marcatori sono soltanto 4: l’attaccante La Mantia e il centrocampista Balestrero sono a quota 2, mentre gli altri attaccanti Butic, croato, e Felici hanno firmato una realizzazione a testa.  

Le due squadre si sono incontrate tra di loro solo 2 volte, poco più di due anni fa, a maggio 2021, nel quadro della fase nazionale dei play-off di serie C. Il Bari di Auteri, dopo aver eliminato il Foggia, giocò il turno di andata  in trasferta e fu sconfitto per 1-0. La gara di ritorno, al San Nicola,  si chiuse sullo 0-0 e il cammino dei biancorossi si fermò. Sono solo 2 i superstiti di quella formazione, tra titolari e panchinari, Di Cesare e Maita.

La gara sarà diretta dal sig. Kevin Bonacina, 27enne, nato a Lecco e iscritto alla sezione di Bergamo, città in cui risiede. La sua carriera è stata molto veloce. Ha esordito in serie D nel 2018, è stato promosso in Lega Pro nel 2021 e alla fine del campionato scorso é passato nella CAN di A e B. Tra i cadetti ha diretto 4 partite in questa stagione, facendo registrare 2 pareggi (Venezia- Cosenza 1-1 e Sudtirol-Modena 1-1), 1 vittoria interna (Palermo-Feralpisalò 3-0) e 1 successo esterno (Ternana-Brescia 0-1). Complessivamente i cartellini gialli sono stati 11 ed 1 l’espulsione per rosso diretto. A giugno scorso è stato al centro id feroci polemiche da parte dei tifosi foggiani che lo hanno accusato di aver favorito sfacciatamente il Lecco nella finale di andata dei play-off di serie C Foggia-Lecco 1-2. Gli assistenti designati sono Marco Trinchieri, iscritto alla sezione di Milano, e Marco Ceccon, della sezione di Lovere (Bergamo). Quarto ufficiale è Marco Peletti, della sezione di Crema. Al VAR c’é Massimiliano Irrati, della sezione di  Pistoia, coadiuvato dall’AVAR Orlando Pagnotta, della sezione di Nocera Inferiore.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da DAZN e SKY Sport  (canale 253) e  in radiocronaca diretta da RADIOBARI . Il fischio d’inizio allo stadio  “Leonardo Garilli” di Piacenza (dimensioni m. 105 x 65, capienza 21.668 posti,  superficie in erba naturale) è fissato alle ore 14.






About Peppino Accettura 549 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*