Pillon e quell’esordio sulla panchina del Bari al “San Nicola” contro il Pescara

Curiosità sull'ex tecnico barese ora alla guida del Pescara


Share

Bepi Pillon, in occasione della 35esima giornata del campionato cadetto in programma quest’oggi, ritroverà il Bari da avversario. Il neo tecnico del Pescara infatti ha guidato i galletti da novembre 2003 a giugno del 2004, non riuscendo ad evitare la retrocessione della squadra barese, poi ripescata dopo i playout persi contro il Venezia.

L’ESORDIO SULLA PANCA BARESE

Il tecnico veneto si insediò sulla panchina biancorossa all’indomani della sconfitta casalinga dei galletti per mando del Messina datata 9 novembre 2003, dopo quella data infatti la dirigenza barese decise di sollevare dall’incarico Marco Tardelli. L’esordio assoluto di Pillon al timone del Bari coincise con una sconfitta, quella di Salerno, poi ecco la prima davanti al pubblico barese, in notturna di giovedì, il 18 novembre, quando a vedersela con i galletti era il neo promosso Pescara. In quella circostanza la sfida terminò 2 a 2. Una settimana dopo ecco la prima gioia, in quel di Avellino grazie ad un formidabile Spinesi.

IMPRESE VANE, NONOSTANTE TUTTO SI RETROCEDE

Già a partire dal girone di andata i biancorossi naviganti in brutte acque, iniziarono a dare segni di ripresa, uno su tutti fu il pareggio interno contro il Cagliari di Zola e Suazo, che al termine della stagione finì in A. Al giro di boa restò memorabile la vittoria con il Palermo capolista in cui figurava anche l’attuale allenatore del Bari Fabio Grosso. Poi ancora i successi casalinghi ai danni di Livorno prima e Atalanta poi corazzate destinate alla promozione diretta nella massima serie.

Nonostante tutto però l’ex calciatore di Spezia e Treviso non riuscì ad evitare la retrocessione in C del Bari, ma in riva all’Adriatico lo ricordano per la sua serietà e il suo attaccamento oltre al baffetto e alla sciarpa del Bari, regalatagli dai supporters biancorossi e sempre sfoggiata in campo dal tecnico che spesso e volentieri nel bel mezzo delle gare veniva salutato dai tifosi inneggianti il suo nome.

Il nome di Pillon è inoltre saldamente scritto sulle pagine degli almanacchi del calcio italiano: è infatti l’unico tecnico in assoluto ad aver ottenuto tre promozioni consecutive (dalla D alla B) con il Treviso.






About Andrea Giotta 910 Articoli
Collaboratore e Pubblicista dal settembre 2017. Si occupa di qualsiasi argomento attinente al calcio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*