Inarrestabile la squadra di Cornacchini: sesta vittoria consecutiva e + 11 dalla seconda. Decisivo ancora una volta Valerio Di Cesare con una prodezza dal limite dell’area.

Il Bari di Cornacchini sa solo vincere, nonostante la prestazione sottotono


Una grande sofferenza per una vittoria che vale doppio. Il Bari sbanca il neutro del Mimmo Rende di Castrovillari. Con i gol di Brienza su rigore e Di Cesare con una vera e propria prodezza i biancorossi riescono a superare lo scoglio Rotonda, infilano la sesta vittoria consecutiva e volano a +11 dalla Turris, seconda in classifica e fermata sullo 0-0 dalla Nocerina. Un’altra prestazione non spettacolare ma di carattere dei galletti premiati da una giocata di Di Cesare a pochi minuti dal termine.

Cronaca:

95′ – Non c’è più tempo, il Bari con le unghie agguanta la sesta vittoria di fila. Si chiude sul punteggio di 1-2: decide il gran goal di Valerio Di Cesare nel finale dopo il rigore di Brienza e il pareggio di De Stefano.

90’ L’arbitro assegna 5 minuti di recupero.

84′ – GOLLLL DEL BARI.Ancora Di Cesare che scaglia un gran mancino dal vertice sinistro dell’area di rigore che non lascia scampo a Oliva. Seconda rete consecutiva per Di Cesare, quattro in totale in stagione. Rotonda 1 Bari 2.

83′ – Altra colossale occasione per Simeri, che servito da Iadaresta si fa respingere la conclusione di testa da Oliva. Grende riflesso del portiere lucano

78′ – Chance anche per Simeri, che da dentro l’area mette fuori di testa

77′ – SI fa avanti il Bari in superiorità numerica.Doppia occasione in pochi secondi per Iadaresta, che da distanza ravvicinata non riesce a trovare la via del goal

74′ – Rotonda in 10 uomini: De Stefano si prende il secondo giallo per un intervento duro su Aloisi, clamorosa ingenuità per l’autore del pareggio dei lucani.

71′ – Cambio nel Rotonda: fuori Zappacosta, dentro Valori. Cornacchini richiama Floriano, dentro Iadaresta per mettere più centimetri in attacco

69′ – GOOL ROTONDA 1 BARI 1: Pareggio del Rotonda: De Stefano disegna una traiettoria perfetta su punizione che inganna Marfella sul primo palo.

61′ – Altro cambio per il Bari: dentro Simeri che prende il posto di un Pozzebon scuro in volto

57′ – Di nuovo pericolo il Rotonda: tiro improvviso di Chiavazzo da lontanissimo con il destro. Palla si poco larga a Marfella battuto. Terzo cambio per Cornacchini: fuori Brienza, dentro Neglia

53′ – Si riscatta Mattera chiudendo in spaccata un cross interessante di Nicolao. Scontro in precedenza fra De Stefano e Nannini: l’attaccante lucano allarga l’alettone colpendo al volto il terzino biancorosso. Per l’arbitro non c’è nulla; si rialza il 23

49′ – Inizia il SECONDO TEMPO con il Rotonda in attacco: Mattera buca l’intervento, Flores da due passi spara alle stelle. Lucani vicini al pareggio. Nel Bari esce uno spento Piovanello, dentro Langella; fuori anche Turi, si rivede in campo Aloisi

48′ – FINE PRIMO TEMPO : Dopo 3′ di recupero l’arbitro Piazzini fischia la fine del primo tempo. Decide fin qui la rete dal dischetto di Ciccio Brienza allo scadere della prima metà di gioco. Nell’extra-time ammonito Hamlili

44′ – GOOOLLL BARI 1 ROTONDA 0: Doppia azione in 60 secondi di Ciccio Brienza : primo tiro mette a sedere un paio di avversari e calcia ma Oliva dice no con i piedi; una manciata di secondi piu tardi ancora Brienza protagonista: stavolta lo ferma Chiavazzo con un fallo da rigore. L’arbitro fischia il rigore , Brienza calcia e segna la rete dell’ 1 a 0 spiazzando il portiere del Rotonda. Prima rete stagionale del capitano

36′ – Episodio dubbio in area Bari: Nannini abbraccia forse troppo affettuosamente Santamaria. L’arbitro Piazzini lascia continuare

34′ – Brivido per Marfella che prova a gestire il pallone sulla pressione di Flores. Il portiere biancorosso si salva in fallo laterale

31′ – Altro spunto importante del Bari: Hamlili premia il taglio di Pozzebon che però manca l’aggancio decisivo. Para Oliva

25′ – Risponde il Rotonda: Flores lavora bene di sponda per Zappacosta, che deve anticipare la conclusione per il rinvenire di Turi. Palla dalla parte sbagliata della rete

24′ – Prima vera opportunità offensiva per il Bari: dal limite dell’area calcia Brienza che con il mancino sfiora di poco il palo

14′ – Tentativo di Brienza dal limite contrastato da Silletti. Palla che arriva docile fra le braccia di Oliva. Sul ribaltamento di fronte si prende un giallo Turi, che interviene duro nel tentativo di tenere a bada Santamaria

8′ – Si fa vedere anche il Rotonda: Hamlili si fa sfuggire Ostuni che arriva alla conclusione dai 25 metri. Palla troppo debole che finisce oltre la linea di fondo senza deviazioni

5′ – Pozzebon va giù nell’area del Rotonda dopo un contrasto con un difensore lucano. Per il signor Piazzini non c’è nulla

4′ – Primo spunto del Bari con l’incursione sull’out di sinistra da parte di Nannini, ma il suo cross è fuori dalla portata di Piovanello appostato sul secondo palo Cornacchini torna al vecchio modulo 4-2-3-1 con i rientri di Brienza e Floriano sulla linea dei trequartisti alle spalle di Pozzebon, che vince il ballottaggio con Simeri per la maglia da centravanti titolare. Queste le principali novità in vista della sfida contro il Rotonda: in difesa tornano Turi e Nannini sugli esterni, a centrocampo Hamlili riprende il suo posto al fianco di Bolzoni dopo la squalifica. La gara si giocherà sul neutro del Mimmo Rende di Castrovillari. Arbitro della gara sarà il signor Simone Piazzini di Prato.

IL TABELLINO

ROTONDA-BARI 1-2

RETI: Brienza (B) al 45′, DeStefano (R) al 69’,Di Cesare (B) al 84’.

ROTONDA (4-3-3): Oliva; Marigliano, Silletti, Pastore, Nicolao; Ostuni, Chiavazzo, Zappacosta; De Stefano, Flores, Santamaria. All: Baratto

BARI (4-2-3-1): Marfella; Turi, Di Cesare, Mattera, Nannini; Bolzoni, Hamlili; Floriano, Piovanello, Brienza; Pozzebon. All: Cornacchini





About Redazione barinelpallone 2192 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*