Mea culpa di Cornacchini: “Abbiamo fatto poco a livello agonistico”

Le parole del tecnico biancorosso al termine della pesante sconfitta di Torre del Greco



di Tommaso Memola


Deluso e amareggiato a fine partita il tecnico del Bari Giovanni Cornacchini: “Oggi hanno funzionato poche cose , il risultato più giusto era il pareggio ma sono arrabbiato perchè abbiamo fatto poco. Queste sono partite dove non serve l’esperienza ma la voglia di ottenere il risultato e di lottare fino alla fine. In settimana andremo a vedere dove abbiamo sbagliato e a correggere gli errori. Queste sono partite che si giocano sul piano agonistico e noi oggi di cattiveria agonistica ne abbiamo avuta poca.” Il mister biancorosso Giovanni Cornacchini biasima l’atteggiamento della squadra in campo: “Ci devi mettere qualcosa di più a livello di “palle”, la Turris ha avuto più fame. A noi è mancata cattiveria agonistica e mentalità da Serie D. Questa l’unica differenza perché alla fine abbiamo perso per gli episodi.Loro hanno avuto un paio di opportunità, noi in due o forse tre occasioni potevamo fare meglio, ma e mancata la mentalità da categoria. La Turris l’ha avuta e si è visto”. Riguardo alcune scelte tecniche e di formazione , tra cui la decisione di lasciare fuori Hamlili, Cornacchini le spiega così: “C’è una regola degli under – ricorda il mister. Conoscendo i loro attaccanti ho preferito mettere un over come Mattera a fare il terzino perché Celiento poteva darci fastidio. Mi servivano anche centimetri in mezzo al campo e Bolzoni ce li ha, e chiaramente dovevo mettergli di fianco un under. Hamlili per me è fondamentale, ma pensavo che potessimo comunque fare meglio. Dovevamo giocare con Brienza e con gli esterni chiamati a dare una mano dietro per chiudere moltissimo. La differenza è stata, secondo me, solo la mentalità di categoria: la partita era da pareggio, ma noi abbiamo toppato da quel punto di vista. Poi gli episodi ci hanno condannati”. Ora l’obbligo è ripartire e farlo il più in fretta possibile. Ci sono ancora 12 giornate da disputare e per il Bari la parola “sbagliare” è da eliminare dal dizionario: “Se sei veramente forte devi superare anche questi momenti – è il mantra del tecnico dei galletti. – L’autocritica nostra è giusta in questo momento; ora si riparte. Già da martedì lavoreremo per affrontare le partite con qualità e personalità. Io spero e penso che la squadra non si sia adagiata dopo essere arrivata a +12. Dobbiamo svegliarci di più a livello di mentalità da categoria”.





About Redazione barinelpallone 2309 Articoli
La redazione racconta con passione e professionalità le vicende calcistiche di Bari e provincia. Testata Giornalistica "Barinelpallone", Reg. Trib. Bari R.G. n. 4697/12-11-2015 (Reg. Stampa n.18). Dir. Resp.: dott. T. Di Lernia

8 Comments

  1. 💩 invece di piangerti addosso dalla prossima vinciamole tutte e andiamo in serie C una volta in C ti puoi togliere dalle palle tu Simeri ( che se era un attaccante avrebbe segnato ogni santa partita in serie D) e qualche altro lavativo!!

  2. allenatore non all’altezza di una città come Bari sostituirlo subito prima che sia
    troppo tardi con nuovo allenatore in grado di farci vincere la serie C

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*