Le pagelle di Turris-Bari: Mattera spinge con coraggio, Floriano schiacciato


Share

Il Bari aveva due risultati su tre a disposizione, ma sul campo è apparso evidente che la squadra biancorossa non ha fatto molto per evitare la sconfitta. E’ infatti mancata una vera reazione al gol subìto e i cambi di Cornacchini non hanno sortito alcun effetto. Comunque nessun allarme, solo la consapevolezza di affrontare domenica il Marsala con la giusta cattiveria.

MARFELLA –  Ottima l’uscita sui piedi di Guarracino dopo 2’, poi ha mostrato qualche incertezza, in particolare una palla regalata a Celiento, ma fortunatamente non sfruttata. NIENTE MIRACOLI  5,5

MATTERA – Ha giocato nell’inedita posizione di difensore sulla fascia destra per bloccare Celiento. Qualche rischio corso per troppa sicurezza. Nella ripresa ha agito inutilmente da stantuffo. SPINGE CON CORAGGIO  6

DI CESARE – Non c’era il capocannoniere Longo ma il suo sostituto, Guarracini, lo ha messo ugualmente in difficoltà, tanto da risultare alla fine l’attaccante rosso-corallo più pericoloso. FATICA A DIFENDERE  5,5

CACIOLI – E’ stato impegnato dalle frequenti e veloci folate offensive degli attaccanti campani. Si è difeso rimediando anche un cartellino giallo. MALDESTRO 5,5

QUAGLIATA – Non ha ripetuto la bella prestazione di domenica: la presenza di Addessi sulla sua fascia gli ha consigliato di trascurare le proiezioni in avanti e limitarsi alla marcatura dell’attaccante. NON SI DISTRAE  6

BOLZONI – Aveva denunciato un calo di rendimento nelle ultime settimane e  contro la Turris ha confermato di non essere al meglio. Tanti errori nei disimpegni STANCO   5,5

IADARESTA – Ha preso il posto di Bolzoni nell’ultimo quarto d’ora di gioco, affiancandosi a Simeri, ma non è mai stato pericoloso. NON TROVA MAI LO SPUNTO  5,5

LANGELLA – Cornacchini lo ha preferito a Hamlili, probabilmente per la questione degli “under”. E’ parso a disagio in fase di interdizione, avendo al fianco il solo Bolzoni. POCA SOSTANZA  5

LIGUORI – S è sacrificato per frenare sulla sua fascia le incursioni di Vacca, centrocampista, collaborando anche con Mattera che agiva alle sue spalle. RECUPERA MOLTI PALLONI  6

PIOVANELLO – Cornacchini lo ha messo in campo al posto di Liguori per dare maggiore profondità alla squadra. Obiettivo non riuscito. SENZA BENZINA  5

BRIENZA – La sfortuna gli ha impedito di sbloccare il risultato in apertura di gara. Dopo un avvio brillante è apparso in difficoltà a causa dell’aggressività e della rapidità messe in mostra dai centrocampisti avversari. DISCONTINUO 5,5

HAMLILI – E’ subentrato negli ultimi minuti a Brienza ma non ha cambiato nulla in campo.  SV

FLORIANO – Il capocannoniere biancorosso non è riuscito a farsi largo nella difesa chiusa dei campani. Solo un paio di conclusioni da lontano e fuori misura: troppo poco.  SCHIACCIATO  5

NEGLIA – Ha sostituito Floriano pochi minuti dopo il riposo, ma è apparso del tutto fuori del gioco.  CHI L’HA VISTO?  5,5

SIMERI – E’ stato ancora una volta l’attaccante più pericoloso, ma è rimasto troppo isolato in avanti. Ha colpevolmente calciato sul fondo la palla respinta dalla traversa sul tiro di Brienza. NON PUNGE   5,5

POZZEBON – Ha affiancato Iadaresta, entrando in sostituzione di Simeri nel finale. Ha avuto il tempo di sciupare di testa la palla del pareggio.  SV

CORNACCHINI – La squadra biancorossa ha vestito il ruolo delIa capolista solo per una ventina di minuti. Per il resto è stata messa sotto dai campani. Il mister ha cambiato gli esterni, poi ha cambiato le punte, ma il punto debole è apparso il centrocampo, molle e in inferiorità numerica. SQUADRA PRIVA DI GRINTA E IDEE  5 DI MARCO – E’ stata una gara difficile per l’arbitro romano. Le due squadre hanno giocato con molto agonismo e interventi piuttosto duri. Nel finale in un paio di occasioni si è sfiorata la rissa. Complessivamente 6 ammonizioni in campo e 2 espulsioni dalle panchine. NON PERDONA NESSUNO   6






About Peppino Accettura 204 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*