Bari: comincia la lotteria dei play-off…



Dopo 4 mesi, la squadra biancorossa torna in campo per giocarsi, nel giro di 90 minuti, una buona parte delle possibilità di ottenere la promozione nella serie cadetta.


La lunghissima sosta rappresenta la maggiore incognita per la squadra di Vivarini che è riconosciuta all’unanimità una delle maggiori favorite per il ritorno in serie B.

Come reagiranno i biancorossi al ritorno sul terreno di gioco, sia sul piano fisico che su quello psicologico? Lo vedremo questa sera già nei primi minuti di gioco contro un avversario che ha invece giocato più di gare di tutte le altre partecipanti ai play off: ben 4 negli ultimi 17 giorni.

La Ternana, infatti, ha disputato il 27 giugno a Cesena la finale della Coppa Italia di serie C contro la Juventus under 23 che ha vinto la partita (2-1) e il trofeo, poi nei successivi 8 giorni ha ospitato in casa l’Avellino (0-0) e il Catania (1-1) e infine ha giocato a Monopoli, battendo i biancoverdi per 1-0.

Tra i rossoverdi, il portiere Iannarelli e il difensore esterno Parodi sono stati sempre presenti (360’), mentre Salzano e Ferrante hanno disputato 300 minuti di gioco e Mammarella e Diakitè sono stati in campo complessivamente per oltre 270 minuti (pari a 3 gare piene). Altri 4 elementi hanno giocato almeno 225 minuti, pari al oltre 2 partite e mezza: Defendi, Palumbo, Verna e Paghera, che però sarà assente per squalifica, avendo collezionato 2 cartellini gialli nelle 3 gare dei play-off.

L’allenatore Gallo ha dovuto necessariamente operare un sostanziale turn-over, considerata la serie di impegni ravvicinati, utilizzando 16 giocatori per almeno 90 minuti di gioco, oltre ad altri 3 che sono stati molto poco in campo:  Vantaggiato (70’), Damian (45’) e Nesta (10’).

In complesso gli umbri hanno perso 1 gara, ne hanno vinto sempre 1 e pareggiato 2, conquistando comunque la qualificazione ai turni successivi grazie alla migliore posizione nella classifica del campionato interrotto. Le 2 reti segnate nelle 3 partiteportano la firma di Ferrante e Salzano.

Se la Ternana corre il rischio di presentarsi fisicamente ormai logora a questo appuntamento, il Bari deve dimostrare sul campo di poter proseguire nelle varie serie positive collezionate nella stagione fino all’inaspettata interruzione per la diffusione del virus covid-19.

Ricordiamo che i biancorossi sono imbattuti da 25 giornate (da quando è in panchina Vivarini), nel corso delle quali hanno ottenuto 14 successi e 11 pareggi,  vanno regolarmente a segno da 18 partite consecutive  e al “San Nicola” hanno vinto le ultime 6 gare ed hanno realizzato almeno 1 gol negli ultimi 24 incontri.

Sono dati molto importanti e significativi, tenuto conto che ai biancorossi possono tornare utili 2 risultati su 3, ovvero vittoria e pareggio. Nella classifica finale dei 3 gironi, cristallizzata al momento della sospensione ma corretta con un algoritmo predisposto dalla federazione, il Bari, con 76,509 punti, è preceduto solo dalla Reggiana (76,835 punti) e precede tutte le altre: Carpi (76,452), Potenza (70,933), Ternana  (64,600), Carrarese (62,637), Novara (55,538) e Juventus u. 23 (58,527).

In questo secondo turno nazionale per l’ultima volta viene favorita, in caso di parità, la squadra che gioca in casa perché meglio classificata. Semifinali e finale prevedono invece supplementari e rigori in caso di parità al 90’.

Particolare curioso: a Bari le due squadre hanno pareggiato l’ultima volta oltre 40 anni fa, nel campionato 1979/80. Da allora ad oggi gli umbri sono scesi a giocare altre 14 volte (sempre in serie B tranne quest’anno nel girone di andata), vincendo 4 partite e perdendone 10.

La gara sarà diretta dal sig. Matteo Marchetti, iscritto alla sezione di Ostia Lido. E’ alla quinta stagione in serie C, ha diretto 2 volte il Bari ( Catania-Bari 0-0 e Reggina-Bari 1-1) e pure 2 volte la Ternana (nel campionato scorso Giana-Ternana 0-0 e in questa stagione Ternana-Reggina 1-1). Ha già arbitrato  una partita dei play-off, Catania-Virtus Francavilla 3-2 al primo turno della fase a gironi.

L’incontro sarà trasmesso  in diretta TV da  ELEVEN  SPORTS e in radiocronaca da RADIOBARI . Il fischio d’inizio allo stadio  “San Nicola” è fissato alle ore 20.30.





About Peppino Accettura 284 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*