Salernitana-Bari, le pagelle dei galletti: Micai uomo partita, Maniero non graffia

Diamo un voto ai biancorossi dopo il pareggio di Salerno contro i granata


Alessandro Micai, il migliore in campo anche oggi a Salerno
Alessandro Micai, il migliore in campo anche oggi a Salerno

A conclusione di 90 minuti di gioco noioso e tecnicamente scadente, il Bari ha interrotto finalmente la serie negativa di 5 sconfitte esterne consecutive: è questo l’unico aspetto positivo del turno infrasettimanale. I problemi, infatti, restano: in particolare l’incapacità di andare in gol. I biancorossi non segnano una rete in assoluto da 6 ore di gioco e in trasferta addirittura da 9 ore e 35 minuti! A quali obbiettivi si può guardare in queste condizioni?

MICAI
6,5
semaforo_verde Il portiere si è esibito in almeno 2 ottimi interventi nel primo tempo, su conculsioni dell’ex Minala e del centravanti Coda ed è stato determinante per evitare la sesta sconfitta esterna consencutiva. UOMO PARTITA
 
SABELLI
5,5
semaforo_rosso Ha avuto due clienti difficili come Joao Silva prima e Donnarumma dopo, ed è riuscito ad evitare danni. Da dimenticare imprecisioni ed errori commessi nelle rare proiezioni sulla fascia. A SPRAZZI
 
MORAS
6
semaforo_verde Coda non è Pazzini e il capitano baincorosso è riuscito a mettere il bavaglio alla punta centrale campana. C’E’ SEMPRE
 
TONUCCI
6
semaforo_verde Ha dato sicurezza al reparto arretrato biancorosso, ma è stato coostretto a uscire a un quarto d’ora dalla fine per un probabile stiramento. SCALOGNATO
 
CAPRADOSSI
6
semaforo_verde Ha sostituito Tonucci e la difesa biancorossa ha tenuto bene, tenuto conto anche della pochezza dell’attacco salernitano. DILIGENTE
 
MORLEO
6
semaforo_verde Il suo è stato un rientro tutto sommato positivo perché dalla sua fascia Rosina non è passato, ma ha dovuto uscire anzitempo zoppicante. NON SI DISTRAE
 
DAPRELA’
5,5
semaforo_rosso E’ subentrato a Morleo nell’ultima mezzora di gioco: ha mantenuto la posizione senza correre rischi di alcun genere. MINIMO INDISPENSABILE
 
FURLAN
5,5
semaforo_rosso Schierato come esterno destro nella linea a 4 dei centrocampisti, ha badato soprattutto a coprire e raramente si è spinto in avanti, senza arrivare mai sulla linea di fondo della metà campo campana. Più attivo nella ripresa. NON INCIDE
 
BASHA
6
semaforo_verde Ha lavorato molto bene in fase di copertura frenando con efficacia le inizative dei centrocampisti salernitani. Praticamente assente nell’impostazione del gioco. POCA SPINTA
 
FEDELE
6
semaforo_verde E’ stato l’unico dei centrocampisti a spingersi con frequenza nella metà campo avversaria ma non entra in area e cerca senza successo la conclusione da lontano. ORDINATO
 
SALZANO
5,5
semaforo_rosso Ha sostituito l’acciaccato Fedela a metà ripresa. Ha svolto il compito di copertura con diligenza ed efficacia, senza sbilanciarsi in avanti. IN TRINCEA
 
MACEK
5,5
semaforo_rosso Nel primo tempo ha giocato da esterno sinistro di centrocampo, nella ripresa è passato alle spalle della coppia Galano-Maniero nel tentativo di rifornirli di qualche pallone giocabile. Ha avuto sul piede l’unica palla gol biancorossa, ma è stato stoppato da Bernardini. POCHE INIZIATIVE
 
GALANO
6
semaforo_verde Nel primo tempo ha operato da trequartista dietro Maniero, poi Colantuono l’ha avanzato al fianco di Maniero per dare maggior peso all’attacco. Tutto inutile. Pecca talvolta di individualismo. PUNTIGLIOSO
 
MANIERO
5,5
semaforo_rosso E’ stato più attivo e mobile del solito. Spesso è retrocesso anche in area di rigore per contrastare gli avversari. In avanti, troppo solo, ha tirato una sola volta verso la porta di Gomis. NON GRAFFIA
 
Allenatore: COLANTUONO
5,5
semaforo_rosso Ha avitato al sesta sconfitta consecutiva in trasferta schierando una squadra molto prudente e chiusa, secondo il modulo 4-4-1-1. Nei secondi 45 minuti l’allenatore ha cercato di potenziare la fase offensiva con qualche spostamento tattico, ma i giocatori, pur mostrando un pizzico di carattere in più, non sono stati in grado di cambiare il ritmo alla gara. CERCA GLI EQUILIBRI
 
Arbitro: sig. SIG. D. GHERSINI
6,5
semaforo_verde E’ stata una gara impegnativa per l’arbitro genovese che comunque l’ha tenuta sempre sotto controllo. Preciso nelle valutazioni e sempre presente nel vivo dell’azione, Ghersini ha spento sul nascere ogni accenno di baruffa a causa del nervosismo in campo. AUTOREVOLE





About Peppino Accettura 596 Articoli
Il nostro collaboratore più navigato. Giornalista Pubblicista dal 1970 ed esperto soprattutto di statistiche e materie economiche.

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*