Di Cesare al TRG3 Puglia: «Abbiamo trovato la quadratura del cerchio, ma dobbiamo servire meglio Antenucci! Una piazza come Bari…»



Tre vittorie consecutive e 10 punti nelle ultime 4 gare, il Bari sembra essere davvero rinato.

A spiegare il momento positivo della propria squadra davanti alle telecamere del TGR3 della Puglia è stato Valerio Di CesareSiamo contenti perché non siamo partiti bene in questo campionato – ha commentato il capitano biancorosso – ma adesso le cose vanno meglio. Secondo me abbiamo trovato la quadratura del cerchio ed è stato bravo il mister, oltre che il gruppo. Siamo felici di esserci ributtati nella mischia. Se Vivarini ha portato nuovi stimoli? Preferisco non parlare del passato, ma è evidente che prima le cose non andavano bene. Adesso abbiamo totalizzato 10 punti in 4 partite e abbiamo l’obbligo di continuare così perché non abbiamo ancora fatto assolutamente nulla. Il campionato è  lunghissimo».

Il difensore romano è poi tornato sulla splendida vittoria contro la Ternana: «Avevamo davanti la prima della classe. Una squadra molto forte, ma noi abbiamo disputato un grande secondo tempo. Abbiamo fatto molto bene, consci che ci siano ancora grandi margini di miglioramento. Dobbiamo arrivare in maniera un po’ più fluida agli attaccanti. Abbiamo ad esempio Mirco Antenucci che non centra nulla con questa categoria ed è un giocatore stratosferico. Dobbiamo servirlo meglio, ma siamo sulla strada giusta».

I difensori continuano a segnare, a dimostrazione di una squadra pericolosa a 360 gradi. «E’ vero, stiamo facendo bene. Dopo il gol mio e i 3 di Sabbione – ha scherzato il numero 6 dei galletti – in questo torneo manca solo Perrotta per essere al completo. Siamo bravi a sfruttare le palle inattive che nel calcio sono fondamentali e a volte ti fanno vincere i campionati».

A livello personale, l’ex Brescia e Parma, sembra vivere una seconda giovinezza: «Chi mi dà le motivazioni per giocare ancora a 36 anni? Una piazza come quella di Bari ti da’ motivazioni enormi. L’anno scorso sono sceso in Serie D che è una categoria in cui non avrei mai giocato, ma l’ho fatto solo per il Bari perché c’è un progetto importante. Speriamo di ripetere quanto accaduto a Parma».

Di Cesare ha infine parlato del prossimo impegno: «Andremo ad affrontare una squadra in crisi e sarà una partita difficilissima e totalmente diversa rispetto a quella contro la Ternana. Ci aspetta infatti un clima diverso. Loro avranno probabilmente cambiato l’allenatore e dovranno cercare di fare risultato. La classifica? In questo momento non è che conti tantissimo…».





About Tommaso Di Lernia 563 Articoli
E' il Direttore Responsabile della Testata. Giornalista Pubblicista dal 2002 e tifoso da sempre "unicamente" del Bari. Citazione preferita: "Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità" [Eraclito].

1 Comment

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*